Allevamento animali: implicazioni varie

Il mondo moderno industrializzato minaccia l’ambiente naturale in svariati modi. Di queste minacce, e di come porvi rimedio, si discute con passione da anni in vari ambiti. Purtroppo viene quasi sempre trascurato un fattore fondamentale: l’allevamento di animali per l’alimentazione umana.

Allevamenti intensiviL’allevamento su vasta scala, sia di tipo intensivo (in grosse stalle senza terra dove gli animali sono stipati, come accade in Italia), che di tipo estensivo (i grandi ranch degli Stati Uniti, o i pascoli nei paesi del Sud del mondo) è chiaramente insostenibile dal punto di vista ecologico. Lo è stato nel passato, ma ogni volta si sono scoperte nuove terre da sfruttare, e ogni volta è ricominciata l’invasione dei bovini.

Ormai, la metà delle terre fertili del pianeta viene usata per coltivare cereali, semi oleosi, foraggi, proteaginose, destinati agli animali. Per far fronte a questa immensa domanda – in continuo aumento, in quanto le popolazioni che tradizionalmente consumavano poca carne, oggi iniziano a consumarne sempre di più – si distruggono ogni anno migliaia di ettari di foresta pluviale, il polmone verde del pianeta, per far spazio a nuovi pascoli o a nuovi terreni da coltivare per gli animali, che in breve tempo si desertificano, in quanto si fa anche un uso smodato di prodotti chimici per cercare di ricavare raccolti sempre più abbondanti.

Latte e carne sono indiscutibilmente i “cibi” più dispendiosi, inefficienti e inquinanti che si possano concepire in quanto a consumo di risorse: oltre alla perdita di milioni di ettari di terra coltivabile (che potrebbero essere usati per coltivare vegetali per il consumo diretto degli umani), e oltre all’uso indiscriminato della chimica, vi è la questione dell’enorme consumo d’acqua in un mondo irrimediabilmente assetato, il consumo di energia, il problema dello smaltimento delle deiezioni animali e dei prodotti di scarto, le ripercussioni sul clima, l’erosione del suolo, e la desertificazione di vaste zone.

Alla domanda “possiamo fare davvero qualcosa come singoli per arrivare a un consumo sostenibile?” la risposta giusta è “Certo, non solo, ma quello che possiamo fare sul fronte della scelta del nostro cibo, è decisamente più potente di quello che possiamo fare in ogni altro campo!”. E’ questa, la via da seguire: modificare le nostre abitudini alimentari per avere un impatto ambientale e sociale molto minore.

Il fattore “cibo” è il più “potente”: è stato pubblicato nell’aprile 2008 sulla rivista scientifica ‘Environmental Science and Technology’, un articolo di due ricercatori della Carnegie Mellon University “Chilometri-cibo e relativo impatto sul clima delle scelte alimentari negli Stati Uniti” [1]. In esso, gli scienziati spiegano che gli studi sul “consumo sostenibile” offrono ai consumatori un numero sempre crescente di informazioni relative all’impatto sull’ambiente in generale, e sul clima in particolare, delle loro scelte di consumo. Molti di questi studi hanno concluso che l’impatto dei singoli individui è dovuto a tre fattori principali: il cibo, l’energia usata in casa, e i trasporti. Di questi tre fattori, quello del “cibo”, cioè di che cosa ciascuno sceglie di mangiare, è il più “potente”, perché:

1. E’ quello che in termini quantitativi ha il maggior impatto.

2. Ha il maggior livello di scelta personale, perché non dipende dalle normative, dalla disponibilità di mezzi pubblici o di fonti di energia alternative, ecc. Sul che cosa mangiare il singolo consumatore ha pieno potere.

3. Si può applicare già subito, non è a medio o lungo termine come possono esserlo altri aspetti che implicano cambiamenti nelle infrastrutture, nei beni disponibili, nella tecnologia usata.

[1] Food-Miles and the Relative Climate Impacts of Food Choices in the United States, Christopher L. Weber, and H. Scott Matthews, Environmental Science and Technology, April 2008.

Fonte: http://www.saicosamangi.info/ambiente/

Libri e varie...

Cibo per la Pace

Mangiare in armonia con se stessi e con tutti gli esseri viventi

di Will Tuttle

CIBO PER LA PACE  - LIBRO
Mangiare in armonia con se stessi e con tutti gli esseri viventi
di Will Tuttle

Un libro che analizza il legame tra alimentazione ed etica
 Il cibo è il nostro legame più intimo e significativo sia con la natura sia con la nostra eredità culturale. Per evitare la distruzione del pianeta, dobbiamo evolvere. O perire.
 Cosa c'è di più semplice che mangiare una mela? Eppure, cosa potrebbe esserci di più sacro e di più profondo? Finché non saremo disposti a riconoscere i legami fra il cibo che mangiamo, le operazioni che sono state necessarie per portarlo sulle nostre tavole e i condizionamenti a cui siamo sottoposti quando lo acquistiamo, lo cuciniamo e lo consumiamo, non saremo in grado di vivere con saggezza e armonia.
 Se ci rifiutiamo di riconoscere questo collegamento essenziale, condanniamo noi stessi e il prossimo alla sofferenza.
 La soluzione è una sola: abbandonare la tipica alimentazione occidentale, a base di cibo di origine animale, a favore di una dieta a base vegetale, rispettosa dell'ambiente, di tutte le forme di vita e della nostra salute psicofisica. Cibo per la pace spiega come raggiungere una comprensione profonda del nostro mondo, riconoscendo le implicazioni di vasta portata delle nostre scelte alimentari.
 Grazie agli esempi dei più importanti pensatori di tutti i tempi, agli insegnamenti tratti dalla mitologia e dalle religioni e agli sviluppi più recenti della scienza, Will Tuttle offre a tutte le persone consapevoli, di qualsiasi credo e convinzione, una serie di principi universali che possono far progredire la nostra coscienza, facendoci diventare più liberi, più intelligenti, più amorevoli e più felici....

Il Vegetariano Moderno

Avventure culinarie per palati contemporanei

di Maria Elia

IL VEGETARIANO MODERNO  - LIBRO
Avventure culinarie per palati contemporanei
di Maria Elia

Elia dimostra senz'ombra di dubbio che il cibo vegetariano è tutto fuorchè monotono
The Sunday Times
 Vi siete mai imbarcati in una di quelle sterili discussioni sui pro e i contro del vegetarianismo?
 È un tema che arroventa gli animi e trascina gli interlocutori in battibecchi impietosi, in cui immagini splatter si alternano a scenari lugubri di piatti tristi a base di verdure vizze. Una visione manichea della vita, non c'è dubbio, perché oltre al risotto ai funghi, alla pasta con le zucchine o alla caprese con mozzarella e pomodori, c'è molto altro.
 Provate a sfogliare questo libro e lasciate che un senso di delizioso stupore prenda il posto del critico scetticismo tipico dell'onnivoro. In queste pagine sono le verdure le vere eroine: sapori, colori e consistenze sono esaltati attraverso una cucina che affonda le proprie radici nelle tradizioni di mezzo mondo, per restituire la forza e la semplicità di un cibo fresco e genuino.
 Non siete ancora convinti? Provate a comprare frutta e verdura di stagione, improvvisate e lasciatevi sorprendere dagli accostamenti originali e saporiti proposti in questo libro.
 Nessun cambiamento epocale si impone: avrete a disposizione una tavolozza di sapori più variegata con cui creare piatti per onnivori inossidabili e vegetariani incrollabili....

Digiuno, Autofagia e Longevità

Come rinnovare le cellule per vivere pià a lungo

di Ulisse Franciosi

DIGIUNO, AUTOFAGIA E LONGEVITà  - LIBRO
Come rinnovare le cellule per vivere pià a lungo
di Ulisse Franciosi

Ritardare l'invecchiamento e mantenersi sani è il sogno non solo di nutrizionisti, medici e altri esperti della salute, ma anche della maggior parte delle persone comuni.
 La Scienza ha scoperto e decifrato un meccanismo biologico fondamentale - l'autofagia cellulare - in grado di porre rimedio ai danni indotti alle nostre cellule (e quindi al nostro organismo) dallo stress ossidativo, il nemico subdolo alla base praticamente di tutte le patologie che ci colpiscono e direttamente responsabile del nostro invecchiamento.
 Le ricerche più recenti hanno individuato nel digiuno (accoppiato alla somministrazione contemporanea di un farmaci antilipolitici) il meccanismo più semplice per attivare intensamente, nel nostro organismo, tale fenomeno autofagico.
 La macroautofagia e la sua proteolisi permettono infatti la "demolizione" e il "riciclo " delle molecole e delle componenti cellulari danneggiate dal logorio (legato al tempo) operato dai radicali liberi.
 Esse operano quindi una sorta di "ringiovanimento" delle cellule stesse, mantenendone la salute ed aumentando la loro durata di vita (e di quella dell'intero organismo)....

Cucina Vegetariana

Ricette con prodotti biologici per mangiare semplice, naturale e sano

di Chiara Brunelli

CUCINA VEGETARIANA - LIBRO
Ricette con prodotti biologici per mangiare semplice, naturale e sano
di Chiara Brunelli

Ricette semplici e gustose, stagione dopo stagione la verdura sempre fresca sulla tua tavola!
 Un ricettario vegetariano che insegna a cucinare al ritmo delle stagioni.
 L'autrice, avvalendosi della sua esperienza nella coltivazione biologica e nella cucina di prodotti stagionali, ci propone una serie di ricette suddivise secondo la disponibilità stagionale di prodotti a chilometro zero.
 Dalla primavera all'inverno si potranno scoprire nuove ricette basate sulla genuinità degli ingredienti che hanno reso grande la nostra cucina. Per riscoprire le tipicità nostrane e cucinarle secondo le tradizioni attualizzate.
 Una vasta selezione di proposte adatte alle esigenze di tutti i giorni per preparare piatti che fanno bene alla salute, unendo sapore e semplicità di esecuzione....

Verso la Scelta Vegetariana

Il tumore si previene anche a tavola - con oltre 200 ricette di Carla Marchetti

di Mario Pappagallo, Umberto Veronesi

VERSO LA SCELTA VEGETARIANA
Il tumore si previene anche a tavola - con oltre 200 ricette di Carla Marchetti
di Mario Pappagallo, Umberto Veronesi

Un libro che mostra come una dieta a base vegetale sia la chiave per vivere più in salute e anche per ridurre il rischio di contrarre il cancro.
 Oggi l'alimentazione vegetariana è una scelta che tutti dovrebbero considerare, un cambiamento in primo luogo per la propria salute, ma anche per la difesa del nostro pianeta e per evitare le sofferenze cui vengono sottoposti molti animali.
 Partendo dalla sua esperienza di vita e dalle sue ricerche di oncologo di grandissima fama, Umberto Veronesi espone in questo libro le ragioni legate all'etica, alla sostenibilità e alla salute per cui dovremmo diventare vegetariani.
  Mario Pappagallo spiega le basi scientifiche secondo le quali una buona alimentazione è fondamentale per vivere in salute, al punto che il cibo diventa un elemento essenziale per la prevenzione di numerose malattie, tra cui anche molti tipi di tumore.
 Nella seconda parte del libro Carla Marchetti propone oltre 200 ricette, originali e facili da realizzare, per chi è già vegetariano e per chi vuole avvicinarsi alla scelta vegetariana senza rinunciare al piacere del gusto.
 I proventi del professor Veronesi derivanti dalla vendita di questo libro verranno devoluti ai progetti di sostegno dei giovani ricercatori della Fondazione Umberto Veronesi, il cui intento è quello di sostenere la ricerca scientifica e promuoverne la divulgazione affinché i risultati della scienza diventino patrimonio di tutti....

Figli Vegetariani

Come allevare i figli dall'infanzia all'adolescenza con la dieta vegetariana e vegana

di Luciano Proietti

FIGLI VEGETARIANI  - LIBRO
Come allevare i figli dall'infanzia all'adolescenza con la dieta vegetariana e vegana
di Luciano Proietti

L'autore, pediatra e nutrizionista con alle spalle un'esperienza quasi quarantennale, ci spiega come e perché sostenere e praticare un'alimentazione vegetariana e vegana con i bambini a partire dai primi anni di vita fino all'adolescenza.
Un manuale pratico e completo per genitori  e pediatri, aggiornato secondo i nuovi LARN  (Livelli di assunzione raccomandata dei nutrienti)  e basato su un'ampia esperienza e un solido senso  pratico: è diventato negli anni il libro di riferimento in Italia.
Un libro per tutti, non solo per vegetariani e vegan
Questo manuale è frutto di una lunga ricerca svolta dall'autore con l'ausilio del Centro di auxologia della Clinica pediatrica dell'Università di Torino e di una raccolta di dati sui bambini vegetariani italiani, in collaborazione con l'Associazione vegetariana italiana (A.V.I.), la Società scientifica di nutrizione vegetariana (Ssnv) e i Centri di nascita naturale.
Ne è risultata una banca dati con più di 2mila bambini cresciuti con una dieta lacto-ovo-vegetariana (la maggior parte) e lacto-vegetariana o vegana, in modo esclusivo almeno fino ai 3 anni e in molti casi mantenuta anche successivamente.
Da molti anni l'autore gira l'Italia per informare, formare, visitare, curare, sostenere quei genitori che, per le motivazioni più varie, hanno scelto per i loro figli un'alimentazione tutta vegetale, con la consapevolezza, e questo libro ne è la testimonianza migliore, di aver scelto un di più e non un di meno.
La dieta vegetariana è infatti un investimento in "salute" di proporzioni enormi per la società futura, su cui dovrebbero riflettere anche i responsabili della salute pubblica.
Nuova Edizione aggiornata e ampliata
Dalla Quarta di Copertina
È opinione diffusa, confermata anche dalla maggioranza dei medici, che dalla nascita fino ai 18 anni, nel periodo più importante per lo sviluppo del corpo e dell'intelligenza dell'essere umano, il consumo di carne, latte e uova, ossia delle cosiddette proteine animali, sia assolutamente indispensabile.
L'autore, un pediatra con alle spalle una lunga esperienza sul campo, oltre che padre di tre figli, ci spiega come allo stato delle conoscenze scientifiche attuali non solo sia possibile, ma vada sostenuta la scelta di un'alimentazione a base vegetale nel bambino: non soltanto essa è compatibile con le indicazioni dei nuovi Larn (Livelli di Assunzione Raccomandata dei Nutrienti) aggiornati al 2012, ma nei primi due, tre anni di vita dovrebbe essere l'alimentazione raccomandata per la crescita e la salute, essendo la più fisiologica. 
Tale scelta avvierà il bambino su una strada di maggiore costruzione di sé, consapevolezza e di più profonda relazione con la natura e gli altri animali.
La scelta vegetariana è inoltre un investimento in "salute" per la società futura di proporzioni enormi, su cui dovrebbero riflettere i responsabili della salute pubblica.
Un manuale pratico e completo rivolto a genitori ed educatori, ricco di preziose indicazioni per un'alimentazione in armonia con le leggi naturali, basata su un'ampia esperienza e un solido senso pratico....
LA RIVOLUZIONE VEGETARIANA
Mangiare bene per vivere meglio e salvare il pianeta Terra
di Giorgio Cerquetti, Vetulia Strona

La rivoluzione vegetariana è la filosofia nonviolenta della VITA e dell’AMORE; è utile, pacifica, positiva e facilmente applicabile, senza alcun spargimento di sangue.
 Questo libro è fondamentale per chi ama se stesso, la vita e vuole raggiungere e mantenere una buona salute. Le motivazioni per scegliere definitivamente una dieta vegetariana sono molteplici e tutte importanti. Da questo modo di mangiare e di essere derivano benefici economici, ecologici, etici, igienici e spirituali, in queste pagine trovate esaurienti spiegazioni scientifiche e religiose a favore dell’alimentazione vegetariana.
 Potrete gustare anche le ricette di grandi vegetariani della storia: Albert Einstein, Beniamin Franklin, Percy Shelley, Pitagora, Kabir, Buddha, Platone, Socrate, Plutarco, Lao Tsu, San Francesco, Victor Hugo, Dottor Kellog, Franz Kafka, Paramahansa Yogananda, Dottor Albert Scweitzer, Swami Bhaktivedanta, Annie Besant, Mahatma Gandhi, Leonardo da Vinci, George Bernard Shaw, Leone Tolstoi, George Harrison, Marguerite Yourcenar e molti altri grandi personaggi, della storia antica e recente, che hanno scelto di alimentarsi rispettando la vita degli animali.
 Oggi i vegetariani sono in costante aumento in Italia e nel mondo. Riflettiamo bene: gli allevamenti industriali, dove gli animali sono crudelmente allevati (e imbottiti di ormoni e antibiotici) sono una delle maggiori cause dell’inquinamento planetario.
 Questo libro è stato pubblicato anche in inglese e cinese....

La Rivoluzione Vegetariana

Mangiare bene per vivere meglio e salvare il pianeta Terra

di Giorgio Cerquetti, Vetulia Strona

La rivoluzione vegetariana è la filosofia nonviolenta della VITA e dell’AMORE; è utile, pacifica, positiva e facilmente applicabile, senza alcun spargimento di sangue.

Questo libro è fondamentale per chi ama se stesso, la vita e vuole raggiungere e mantenere una buona salute. Le motivazioni per scegliere definitivamente una dieta vegetariana sono molteplici e tutte importanti. Da questo modo di mangiare e di essere derivano benefici economici, ecologici, etici, igienici e spirituali, in queste pagine trovate esaurienti spiegazioni scientifiche e religiose a favore dell’alimentazione vegetariana.

Potrete gustare anche le ricette di grandi vegetariani della storia: Albert Einstein, Beniamin Franklin, Percy Shelley, Pitagora, Kabir, Buddha, Platone, Socrate, Plutarco, Lao Tsu, San Francesco, Victor Hugo, Dottor Kellog, Franz Kafka, Paramahansa Yogananda, Dottor Albert Scweitzer, Swami Bhaktivedanta, Annie Besant, Mahatma Gandhi, Leonardo da Vinci, George Bernard Shaw, Leone Tolstoi, George Harrison, Marguerite Yourcenar e molti altri grandi personaggi, della storia antica e recente, che hanno scelto di alimentarsi rispettando la vita degli animali.

Oggi i vegetariani sono in costante aumento in Italia e nel mondo. Riflettiamo bene: gli allevamenti industriali, dove gli animali sono crudelmente allevati (e imbottiti di ormoni e antibiotici) sono una delle maggiori cause dell’inquinamento planetario.

Questo libro è stato pubblicato anche in inglese e cinese.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*