Vorrei diventare vegetariano ma…

Roberta Bartocci, veg coach, ci aiuta a capire come sia semplice passare al vegetarianismo, basta applicare qualche semplice regola!

Roberta ci aiuta in un percorso guidato e dispensa alcuni preziosi consigli di carattere generale. Ecco cosa ci scrive: “Diverse volte e da più persone mi è capitato di sentire espresso il desiderio di adottare uno stile alimentare vegetariano (o vegano) e allo stesso tempo di non riuscirvi per le più disparate ragioni, o di averlo fatto per un certo periodo e poi esser “dovuti” tornare indietro. Tra i motivi più diffusi, si lamentano spossatezza fisica, difficoltà nell’organizzarsi in cucina, avversione alle verdure, paura di carenze nutrizionali, ostruzionismo di familiari e amici.

Propongo quindi di seguito alcuni spunti di coaching applicati al vegetarianismo, dedicati a chi voglia avvicinarsi alla scelta veg e diventare vegetariano senza ripensamenti!

Libri e varie...

Regola numero 1: scrivere le motivazioni che spingono alla scelta veg(etari)ana. Dal contribuire a sottrarre da sofferenza e morte gli animali, a rendere più vivibile l’ambiente, al dare un esempio ai propri figli, al migliorare la propria salute. Essere onesti con se stessi nella convinzione di voler raggiungere l’obiettivo è fondamentale. Siete sufficientemente motivati e convinti?

Bene, potete passare alla regola numero 2: mettere per scritto l’obiettivo in modo specifico e con una scadenza esatta. Ad esempio: vorrei eliminare la carne rossa entro il 31 agosto, oppure vorrei diventare vegan entro il 1 gennaio, e via dicendo; l’obiettivo è soggettivo. Avete quindi messo bene a fuoco l’obiettivo, cioè il vostro punto di arrivo: visualizzatelo e immaginatevi in quella condizione. Tuttavia, c’è da tener presente che per quanto bello e ambizioso possa essere, l’obiettivo di per sé può non essere uno sprone sufficiente.

Quindi, regola numero 3: nutrire mente e inconscio, visualizzando e mettendo per scritto con chiarezza, tutti i benefici che raggiungere quell’obiettivo vi darebbe. Ad esempio: potrò guardare negli occhi una mucca senza sensi di colpa, potrò perdere qualche kg di peso, finalmente migliorerò la mia salute e potrò avere una pelle liscia e sana, potrò conoscere tante persone nuove che condividono la mia scelta e aprire la mia cerchia di amicizie, potrò provare nuove ricette e organizzare cene per amici e familiari, finalmente avrò un motivo valido per iscrivermi a quel corso di cucina, mi sentirò più a mio agio con me stesso e così via.

La regola numero 4 è cruciale! La parte più difficile su cui cadono molti all’inizio del loro cambiamento e che poi li fa tornare indietro: le difficoltà. Infatti, per ogni cambiamento e obiettivo da raggiungere, c’è anche un prezzo da pagare. Pertanto è necessario appuntare con onestà le difficoltà che si potranno incontrare, per essere preparati ad affrontarle e soprattutto essere disposti a sopportarle. Se le difficoltà ci sembrano improbe o ci terrorizzano è opportuno cercare dentro di sé il motivo di certe resistenze, altrimenti al primo ostacolo è probabile che si torni indietro e che si aggiunga un nuovo atteggiamento di chiusura, che renderà in futuro ancora più difficoltosa la scelta veg.

In definitiva, il prezzo da pagare” potrebbe essere la difficoltà a mangiare fuori casa, paura di incorrere in carenze nutrizionali, il doversi “giustificare” con amici e familiari e molte altre situazioni.

Bisogna quindi con serenità prendere atto che per tutto c’è una soluzione: informarsi presso uno specialista appropriato in caso di preoccupazione per la propria salute, raccogliere informazioni sulle condizioni degli animali allevati e le conseguenze del consumo di carne sull’ambiente, individuare modi per organizzarsi con i pasti a casa e fuori casa…

C’è chi mette la foto di un animale “totem” accanto al letto, eliminando così il consumo dei prodotti derivati da quella speci,e per poi passare ad un’altra. I metodi sono tanti quanti le difficoltà incontrate e i motivi che le originano. Di norma la convinzione è sufficiente ma quando le influenze esterne sono forti può esserci la necessità di aiutarsi e spero che questi consigli vi possano essere utili.”

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: https://www.tuttogreen.it/vorrei-diventare-vegetariano-ma/

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *