I segni del Ritorno del Messyah

“Ecco, le cose di prima sono avvenute e io ve ne annunzio delle nuove; prima che germoglino, ve le rendo note” (Isaia 42:9). Secondo la Bibbia il ritorno del Messyah sarà preceduto da vari segni, leggiamo e facciamo tesoro di queste profezie “…perché il tempo è vicino”.

1. L’Apostasia.

Sorgeranno falsi Christos e falsi profeti (Matteo 24:4,5), (Matteo 24:11,12), (1 Timoteo 4:2). Varie denominazioni che si dichiarano “cristiane” hanno ancora oggi o hanno avuto leader-profeti che hanno cambiato le dottrine fondamentali, presentando un altro Vangelo (2 Corinzi 11:4) e (Galati 1:6,7) ispirato dalle loro false visioni. Varie sette in tutto il mondo, si formano attorno a profeti che si definiscono ‘mandati da Dio’, predicando un misto di filosofie e culti pagani, usando le parole scritte nella Bibbia per sostenere il loro Vangelo ‘mondialista’.

La fede dei più si raffredderà (Matteo 24:11,12). Il periodo immediatamente precedente al ritorno di Yahushua il Messyah, è caratterizzato da un decadimento nella fede (Luca 18:8), a causa del benessere che seduce l’uomo, della violenza, delle guerre, degli scandali causati da religiosi. In effetti negli ultimi anni molti gruppi denunciano una crisi di vocazioni e una diffusa ‘fuga’ di fedeli. 

2. Le guerre. 

Ciò che caratterizzerà i tempi finali sarà l’espandersi delle ostilità e la loro frequenza (Matteo 24:6,7). L’ultima guerra sarà universale e micidiale (Apocalisse 16:14). Già da tempo nei vari paesi in conflitto vediamo intervenire forze di ogni paese, sotto la guida dell’ONU, o direttamente per mandato dei propri governi; soldati di tutte le nazionalità partecipano ai conflitti. 

3. Carestie, Terremoti e Pestilenze.

Le carestie colpiscono ogni anno molti paesi in tutto il mondo, in particolare i paesi africani. Negli ultimi decenni, a causa dei cambiamenti climatici di cui siamo spettatori, stiamo assistendo al dilagare di questi fenomeni, al punto che da qualche anno anche l’Europa subisce le conseguenze dell’alternanza disastrosa tra carenza di piogge e precipitazioni violente. E in futuro? (Matteo 24:7) e (Apocalisse 6:5,6).

I terremoti si intensificheranno e si moltiplicheranno. (Luca 21:11)(Apocalisse 16:18-21) Nell’ultimo secolo i terremoti hanno fatto registrare più di 800.000 vittime. Nel 1918, una forma micidiale di epidemia influenzale fece circa 18.000.000 di vittime in tutto il mondo, superò numericamente anche i decessi causati dalla prima guerra mondiale in cinque anni di conflitto. Una grande pandemia colpirà la terra in concomitanza con un grande conflitto (Luca 21:11) e (Apocalisse 6:8). 

4. Persecuzioni religiose.

Secondo le profezie, i credenti nel Vangelo saranno duramente perseguitati a causa dell’avversione e della esasperata propaganda generata e guidata dal governo del Nuovo Ordine Mondiale (Matteo 24:8-10) e (Apocalisse 6:9-1). E’ risaputo che il popolo ebreo è stato duramente perseguitato nei secoli scorsi e ancora vediamo nel mondo frequenti fenomeni di antisemitismo. Anche la cristianità è stata duramente repressa in molti paesi, gli ultimi tempi vedranno l’estendersi di questo fenomeno anche in occidente (Apocalisse 20:4) 

5. Il Vangelo diffuso in tutto il mondo.

Il vangelo ha ormai raggiunto i confini della terra secondo la volontà del Messyah. Con ogni mezzo, con l’ausilio della tecnologia moderna, il vangelo è stato annunciato ad ogni popolazione. Da anni, anche i paesi che ne ostacolavano la diffusione, hanno visto cadere ogni barriera, siamo dunque vicini alla realizzazione finale di questa profezia. Questa buona notizia non deve essere portata a tutti i popoli affinchè avvenga una conversione globale, come sostengono alcuni, ma “…affinchè ne sia resa testimonianza a tutte le genti” (Matteo 24:14), (Matteo 13:10), (Romani 11:25).

6. Israele torna in Palestina.

Contro ogni aspettativa, secondo le profezie bibliche (Zaccaria 10:8-10), gli ebrei ritornano in Palestina dopo la seconda guerra mondiale. Israele sarà il centro degli avvenimenti mondiali fino alla fine, il fulcro mondiale degli avvenimenti profetici.

7. Fenomeni nel cielo.

Queste cose sono appena iniziate e, i segni predetti saranno inequivocabili e spaventosi (Matteo 24:29,30), (Luca 21:25,26), (Marco 13:24).

8. Gli uomini crederanno ad una “Nuova Era” di Pace e sicurezza.

Dopo la crisi economica globale, grandi conflitti, povertà endemica ed epidemie, un leader o una leadership globale molto potente annuncerà una NUOVA ERA di pace e prosperità mondiale, ma sarà solo un breve periodo che segnerà l’inizio dei veri dolori fino alla vera fine di questo sistema (1 Tessalonicesi 5:1-3). 

9. Il regno dell’Anti Messyah.

L’Anti Messyah sarà un leader o una leadership politica globale che prenderà il potere e guiderà una confederazione di stati della terra, riuscirà a stipulare una pace mondiale, sarà acclamato in tutto il mondo e finirà la sua carriera rovinosamente, dopo essersi innalzato come Dio sul mondo intero (2 Tessalonicesi 2:3,4), (Daniele 7:24-26), (Daniele 8:23-25), (Daniele 9:27).

Questo breve elenco non può certo trattare in modo accurato l’argomento, ma si propone di dare una panoramica degli avvenimenti attuali e a breve termine. Più volte nella storia, vari credenti hanno aspettato invano il ritorno del Messyah, questo perché hanno considerato solo alcuni segni, non riflettendo sul fatto che tutti questi avvenimenti si dovranno prima intensificare e avvenire sincronicamente.

Non sono mancati neanche i falsi profeti che hanno tentato di fissare delle date, deludendo molti e attirando il discredito sulla Verità, ma anche questo era stato preannunciato (Matteo 24:36), (Marco 13:32) e (2 Pietro 3:3,4).

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: http://bugiesvelate.blogspot.it/2010/01/i-segni-del-ritorno-di-cristo.html

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *