CETA-UE: questo matrimonio non s’ha da fare!

di Leopoldo Salmaso

Il welfare sociale ed ambientale dei paesi europei dovrebbe accelerare e diffondersi al resto del pianeta, invece burocrati e politicanti europei lo stanno smantellando, essendosi prostituiti all’idolo di un mercato avido e sadomasochista.

CETA-UE: questo matrimonio non s’ha da fare! - Patto col Diavolo

Julius Nisle “Il patto col diavolo”

Chi ha a cuore il progresso sostenibile della vita e dell’umanità, compresi i popoli europei e nordamericani, parli ora e sempre più: dica chiaro e forte che il matrimonio Canada-UE (CETA) …non s’ha da fare, prima che il Parlamento Europeo ratifichi codeste nozze incestuose, concordate fra i governi di Canada e UE.

È molto più facile rompere che costruire: questo vale certamente per la qualità di vita che gli europei hanno costruito per sè, per i loro discendenti e per l’ambiente che li ospita, con secoli di lavorìo costruttivo.

È ormai scaduto il termine per presentare emendamenti alla bozza di parere (contrario al CETA) che la Commissione Ambiente del Parlamento Europeo (ENVI) dovrà approvare entro il 12 Gennaio 2017. Già la Commissione Lavoro (EMPL) ha solidamente motivato il proprio parere contrario al CETA. Ma la commissione direttamente responsabile è quella del Commercio Internazionale: lì  i globocrati hanno concentrato le loro prostitute, e quelle prostitute faranno la loro raccomandazione “pesante” al Parlamento Europeo perché ratifichi il CETA a Febbraio.

Libri e varie...

La Fine della Sovranità

Come la dittatura del denaro toglie il potere ai popoli

di Alain De Benoist

LA FINE DELLA SOVRANITà  - LIBRO
Come la dittatura del denaro toglie il potere ai popoli
di Alain De Benoist

Una vera e propria dittatura del denaro sta pian piano assumendo il controllo,
  togliendo ai Popoli la loro sovranità.
 La crisi attuale è caratterizzata dalla completa estraneità della finanza di mercato rispetto all'economia reale, dato che ha causato un indebitamento generalizzato, che ha ormai raggiunto livelli inediti.
 La prima conseguenza "naturale" è stata affidare il potere politico ai rappresentanti di Goldman Sachs e di Lehman Brothers, le più grandi potenze finanziarie mondiali, ma inutilmente, poiché la creazione di capitale-denaro fittizio non è più in grado di risolvere il problema.
 Ecco quindi che l'Unione europea estrae dal cilindro due nuove "soluzioni": il Meccanismo europeo di stabilità (MES) e il Trattato sulla stabilità, il coordinamento e la governance (TSCG) che equivalgono in sostanza a un totale esproprio di ciò che rimaneva della sovranità degli Stati.
 I parlamenti nazionali, subalterni e complici, si vedono sottrarre il potere di decidere le entrate e le uscite dello Stato, ruolo ormai trasferito alla Commissione europea.
 In questo modo l'intera Europa viene posta sotto la tutela di una nuova autorità, priva di qualsiasi legittimità democratica, che assegna il potere ai mercati finanziari rendendoli completamente liberi di imporre ai popoli il proprio volere.
 Indice Prefazione
La crisi strutturale della forma-capitale e la sovranità
 Capitolo 1- La fine del mondo c'è stata, eccome!
 Capitolo 2 - Mondializzazione, Demondializzazione
 
 - La mondializzazione, lo stadio supremo dell'espansione del capitale
  Capitolo 3 - Il Debito infinito
 Capitolo 4 - Crisi finanziaria: a che punto siamo?
Il MES, un impegno irrevocabile
 
 - Con la condiscendenza degli eletti socialisti
 - Istituzionalizzata la delazione fra Stati
 - Una rinegoziazione fantasma
 - Un "colpo di Stato europeo"
 - La macchina per ricattare
 - La "follia" della politica di austerità
  Capitolo 5 - Il mito dei Mercati Efficienti
 
 - Una vera marcia verso la miseria
 - Il punto di rottura
 - L'illusorio obiettivo "deficit zero"
 - L'uscita dall'euro è una soluzione?
 - L'industria finanziaria alla conquista del potere
 - La "economia pura" non esiste
 - Le credenze liberali
 - Per un protezionismo europeo
  Capitolo 6 - Sfiducia ovunque, speranza da nessuna parte?
 Capitolo 7 - Il "Grande Mercato Transatlantico": un'immensa minaccia
 Capitolo 8 - La Mondializzazione come ideologia
 Capitolo 9 - Miserere dell'Altermondialismo
 Appendice
 
 - Piccola genealogia del Patto di bilancio europeo
 - La sovranità popolare violata
 - Mercato comune o mercato interno?
 - Banche centrali senza controllo democratico
  Estratto dal Libro - L'uscita dall'euro è una soluzione? La decisione dei dirigenti della Commissione europea e della Bce di aiutare i Paesi in difficoltà – aggiungendo però all'aiuto delle condizioni, che in realtà ne aggraveranno la situazione – consiste nello "stabilizzare il sistema pur mantenendo intatti i suoi catastrofici funzionamenti interni", come scrive Frédéric Lordon, il quale aggiunge:
 "Eccoci dunque entrati in quello che potremmo chiamare un regime di austerità sub-atroce. […] 
 Le popolazioni, che avevano ormai solo le speranze paradossali del peggio, cioè la prospettiva di farla finita con le loro sofferenze, grazie al crollo endogeno della costruzione europea, […] ripiomberanno in pieno nell'aggiustamento strutturale senza nemmeno il soccorso delle contraddizioni europee, temporaneamente contenute dalla Bce, e la cui divergenza costituiva il solo modo per mettere un termine alle loro prove. […]
  Per finire, la chiusura di fortuna della breccia da parte della Bce lascia l'austerità come unico orizzonte"
 La crisi attuale, innanzi tutto, è una crisi del debito o una crisi dell'euro?
 A nostro avviso, è in primo luogo una crisi del debito, ma è evidente che le condizioni in cui l'euro è stato creato l'hanno notevolmente aggravata, volendo ignorare le disparità economiche tra i Paesi chiamati ad applicarlo; tuttavia, nelle sue radici più profonde, essa non è stata fondamentalmente provocata dall'indebitamento pubblico, che ne è stato solo la conseguenza.
 Come ha di recente fatto notare un collettivo di circa centoventi economisti, l'aggravamento dei deficit pubblici è in realtà il risultato:
 "della caduta delle entrate fiscali dovuta in parte ai regali fiscali fatti ai più agiati, dell'aiuto pubblico concesso alle banche commerciali e del ricorso ai mercati finanziari per trattenere quel debito a tassi d'interesse elevati. La crisi è inoltre spiegabile con la totale assenza di regolamentazione del credito e dei flussi di capitali a spese dell'impiego, dei servizi pubblici e delle attività produttive"
 Infine, come ha innumerevoli volte sottolineato Jacques Sapir, è una crisi di competitività, aggravata dagli effetti perversi dell'euro, che si è tradotta nell'aggravamento dei deficit commerciali, nella scomparsa di interi settori dell'attività industriale, nella moltiplicazione dei "piani sociali" e delle distruzioni di posti di lavoro.
 Uscire dall'euro è la soluzione?
 Questa è ormai l'opinione di Emmanuel Todd e, da più tempo, quella di Jacques Sapir, per il quale l'unico scopo del TSCG è quello di "rendere credibile la politica di salvataggio dell'euro".
 Noi ci andremo un po' più piano.
 L'uscita dall'euro permetterebbe certamente una svalutazione, che a sua volta renderebbe possibile un calo "senza dolore" dei costi salariali, ma un siffatto modo di agire ha senso solo se lo si assume in modo concertato, al fine di consentire un ritorno alle monete nazionali, che vada di pari passo con il mantenimento di una moneta comune riservata agli scambi internazionali.
 Orbene, è chiaro che nessuno, oggi, desidera una simile soluzione. Tutto dimostra che i dirigenti dell'Unione europea sono anzi pronti a qualunque cosa, anche al peggio, pur di non toccare l'euro.
 La stessa Grecia, che pure forse alla fine sarà costretta a uscirne, sta facendo di tutto per evitare un ritorno alla dracma. La Germania, dal canto suo, vuole impedire ai Paesi mediterranei di uscire dall'euro, perché sa che ciò le costerebbe più di quanto le farebbe guadagnare, ma logicamente non vuole neanche essere la mucca da mungere dei Paesi del Sud; per questo, è la prima a battersi a favore di un controllo rigoroso della spesa pubblica all'interno della zona euro....

Il Trattato Transatlantico

L'accordo commerciale USA-UE che condizionerà le nostre vite

di Alain De Benoist

IL TRATTATO TRANSATLANTICO - LIBRO
L'accordo commerciale USA-UE che condizionerà le nostre vite
di Alain De Benoist

Un libro di scottante attualità che spiega con chiarezza di linguaggio e di contenuti argomenti spesso ritenuti "troppo complessi" per la gente comune, e ci apre gli occhi sui meccanismi occulti che subiamo a nostro discapito!
 Il Trattato transatlantico per il commercio e gli investimenti (Transatlantic Trade and Investment Partnership ossi TTIP), rappresenta un pericolo senza precedenti per tutti i Paesi d'Europa e forse, proprio per questo, le trattative tra l'Unione Europea e gli Stati Uniti d'America si svolgono all'insaputa della maggioranza dell'opinione pubblica.
 L'obiettivo di tale trattato è quello di dare vita a un accordo commerciale intercontinentale tra l'Europa e il Nord America, che abolisca i dazi doganali e uniformi i regolamenti dei due continenti, in modo che non vi sia più alcun ostacolo alla libera circolazione delle merci: creare insomma un grande libero mercato.
 Uniformando il nostro regolamento agli standard americani - volutamente meno restrittivi - verrà meno non solo la tutela dell'ambiente, della salute, dei livelli salariali e dei consumatori, ma anche quella delle aziende europee. Per quanto riguarda l'agricoltura, infatti, negli Stati Uniti è possibile coltivare prodotti OGM e utilizzare gli ormoni nell'allevamento degli animali destinati all'alimentazione, così come non è riconosciuta alcuna denominazione di origine controllata, tanto per dirne una.
 Alain de Benoist illustra con chiarezza il pericolo mortale che corrono a causa del Trattato transatlantico la giustizia sociale, la nostra libertà e la nostra autodeterminazione, invitando le persone e le comunità a ribellarsi....

Gli Additivi Alimentari

Versione nuova

di Stefania Testa, Marina Mariani

GLI ADDITIVI ALIMENTARI - LIBRO
Versione nuova
di Stefania Testa, Marina Mariani

Cosa mangiamo veramente? Rispondere a questa domanda oggi non è facile.
 I problemi di sicurezza alimentare sono ormai all'ordine del giorno. I pericoli degli OGM, ormoni usati in maniera incontrollata, pasta alle micotossine, latte all'inchiostro, polli e maiali alla diossina sono protagonisti di molti scandali. Ma c’è qualcos’altro, di altrettanto pericoloso per il nostro benessere, di cui non si è ancora parlato abbastanza: gli additivi alimentari.
 Sostanze come conservanti, coloranti, edulcoranti, addensanti, stabilizzanti e aromatizzanti vengono abitualmente utilizzate dall’industria alimentare durante la preparazione del cibo. Ma conosciamo davvero i loro effetti sulla nostra salute?
 La nuova edizione aggiornata di Gli Additivi Alimentari offre una panoramica completa, approfondita ed estremamente aggiornata dal punto di vista scientifico per tutti coloro che ogni giorno hanno la responsabilità di scegliere cosa portare a tavola.
 Grazie a tabelle riassuntive facili e veloci da consultare, queste pagine ci insegnano finalmente a distinguere i "buoni" dai "cattivi", i naturali dai sintetici, i dannosi dagli innocui, affrontando anche l’analisi dei cibi che contengono enzimi geneticamente modificati, solfiti, acrilamide, diossina, pesticidi ecc.
 Il libro descrive anche tutte quelle sostanze non dichiarate dai produttori che il consumatore può ritrovare nei prodotti e che insidiano la salute: acrilamide, residui di antiparassitari, derivati da trattamenti industriali ma anche dall’ambiente e dalle tecniche di coltivazione e di allevamento.
 Questa nuova edizione non può mancare nella tua libreria per 2 motivi
 
 - Tabella riassuntiva di rapida consultazione
 - Attualità dei temi trattati: OGM, novel food, nanotecnologie, tipi di agricoltura
   ...

I Maestri Invisibili del Nuovo Ordine Mondiale

I burattinai occulti del potere

di Leo Lyon Zagami, Enrica Perucchietti

I MAESTRI INVISIBILI DEL NUOVO ORDINE MONDIALE  - LIBRO
I burattinai occulti del potere
di Leo Lyon Zagami, Enrica Perucchietti

Un saggio che rivela i retroscena sui rapimenti alieni e possessioni diaboliche, squarciando le menzogne millenarie con cui la chiesa e gli Illuminati ingannano e manipolano la popolazione. Un libro ricco di documenti, interviste e fotografie che vi condurrà a scoprire i compromessi degli Illuminati con le forze infere e il tributo di sangue che queste richiedono.
 Dalle pagine di questo libro scopriremo tutte le tecniche più avanzate che i governanti Occulti, tramite agenzie di spionaggio, società segrete, media e Hollywood, utilizzano per controllare le masse, dal nazismo a oggi....

Il Lato Oscuro del Nuovo Ordine Mondiale

Banche che creano denaro dal nulla, i Rotschild, l'assassinio di Kennedy e di Tesla, l'11 settembre, il fondo monetario internazionale, il ministero del commercio internazionale, gli OGM, pedofilia, sette sataniche, medicina, mass media, giustizia...

di Marcello Pamio

IL LATO OSCURO DEL NUOVO ORDINE MONDIALE  - LIBRO
Banche che creano denaro dal nulla, i Rotschild, l'assassinio di Kennedy e di Tesla, l'11 settembre, il fondo monetario internazionale, il ministero del commercio internazionale, gli OGM, pedofilia, sette sataniche, medicina, mass media, giustizia...
di Marcello Pamio

Prendendo spunto dall'analisi dei maggiori organismi di politica ed economia internazionali (il Fondo Monetario Internazionale, la Banca Mondiale, l'ONU, l'Organizzazione per il Commercio, ecc.) e di quelli che sono, in realtà, i compiti da questi svolti, Marcello Pamio ci introduce in un mondo di corruzione e cospirazione, di massoneria e sette segrete, di personaggi che lavorano dietro le quinte per mantenere il potere nelle mani di poche famiglie, "i burattinai". 
 Osservando come operano e da chi sono gestite le grosse multinazionali, le banche e le organizzazioni internazionali, l'autore porta alla luce una rete di collegamenti tra uomini politici di tutto il mondo e un piccolo gruppo di famiglie, per lo più di banchieri, il cui obiettivo è di mantenere il controllo totale sul mondo e sugli individui.
 Un libro completo e chiaro, che fa nomi e cognomi dei personaggi implicati. Un testo di controinformazione che tutti dovrebbero leggere prima di fare la spesa, ascoltare un telegiornale o dare il proprio voto!
Ma Marcello Pamio non si ferma a questa semplice analisi del mondo in cui viviamo: egli spiega che "il lato oscuro" è la famosa ombra straordinariamente descritta dal grande psicanalista Carl Gustav Jung e presente in ognuno di noi. In particolari ed estreme condizioni essa arriva a controllare e manipolare la persona stessa e di conseguenza le masse. L'Ordine Mondiale altro non è che un'unica grande ombra, unione di tante ombre… È molto importante sapere non solo che ognuno di noi ha al suo interno un lato divino (luce) e un lato demoniaco (ombra, oscurità) ma che quest'ultimo, se lasciato andare e nutrito, è in grado di controllare le nostre vite....

Il Valore delle Cose

e le illusioni del capitalismo

di Raj Patel

IL VALORE DELLE COSE
E le illusioni del capitalismo
di Raj Patel

Ogni volta che comperiamo una banana il 45 per cento di ciò che paghiamo va al rivenditore, il 18 per cento all'importatore, il 19 per cento viene assorbito dai costi di trasporto, mentre alla compagnia che controlla la piantagione spetta circa il 15 per cento.
 Al contadino, a colui che ha lavorato la terra e si è impegnato concretamente per far crescere il frutto, resta meno del 3 per cento: una miseria. Evidentemente c'è qualcosa che non va in un modello così iniquo di distribuzione, che non riguarda peraltro solo i beni alimentari.
 Il prezzo da noi pagato per ogni cosa, dal cibo ai beni di consumo, è sistematicamente distorto.
 Il mercato non riesce a valutare con equità il valore del lavoro, i bisogni delle persone, le necessità delle generazioni future. E quando i prezzi sono ancorati al nulla anziché ai valori reali siamo di fronte a un baratro.
 Oggi che il liberismo è saltato fragorosamente per aria anche a causa dei prezzi gonfiati delle case, è più che mai necessario tornare alla radice dei problemi. 
 È l'obiettivo ambizioso del nuovo libro di Raj Patel: un'indagine stringente che rovescia i dogmi dell'economia liberista e fornisce gli strumenti per riflettere in modo nuovo sul mondo, sul valore delle cose, sul senso di ciò che facciamo....

Perciò dobbiamo intensificare il nostro sostegno ai pochi che rappresentano davvero il nostro volere, perché possano con-vincere i molti “distratti” o “fuorviati” o “venduti” che stanno a Bruxelles.

Ecco alcuni dei solidi motivi in base ai quali la Commissione Ambiente raccomanda di non ratificare il CETA:

– Il CETA non ha disposizioni vincolanti per il rispetto del principio di precauzione;
– Il CETA non ha disposizioni vincolanti per il rispetto degli standard ambientali;
– il CETA non si limita agli ambiti in cui le legislazioni sono molto simili, ma è onnicomprensivo;
– il CETA non rispetta il diritto alla regolamentazione degli Stati membri, anzi, contiene disposizioni che limitano la libertà dei governi in campi fondamentali come i servizi sanitari pubblici;
– il CETA indebolisce direttamente le leggi sugli OGM;
– il CETA non rispetta appieno la protezione delle indicazioni geografiche tipiche;
– il CETA non garantisce la riduzione degli antibiotici negli allevamenti;
– il CETA non promuove le energie rinnovabili e neppure la riduzione delle emissioni per gli autoveicoli;
– il CETA non rispetta gli impegni per il raggiungimento degli obiettivi climatici;
il CETA include il meccanismo di risoluzione delle controversie ICS, che mina la sovranità degli Stati e dell’UE a vantaggio degli investitori. Infatti sono ben specificati i dispositivi che garantiscono agli investitori la facoltà di citare in giudizio gli Stati presso tribunali privati (sic!), ma non viceversa!!

Il relatore della bozza di parere dell’ENVI, il belga Bart Staes (Verdi), sottolinea che il Canada ha già fatto causa all’Unione Europea e agli Stati Membri, in ambito WTO, per le leggi sugli OGM, per il divieto di somministrazione di ormoni ai bovini, per i prodotti ricavati dalla caccia alle foche e perfino sull’amianto. Inoltre il Canada ha sempre avversato le regole europee sulle sostanze chimiche, sui pesticidi e sull’etichettatura delle origini.

Ma il Canada non potrebbe nulla senza i complici europei. Ecco alcuni esempi:

Bart Staes accusa direttamente la Commissione Europea di aver minato alla base la direttiva sulla qualità dei carburanti, così spianando la strada al petrolio da sabbie bituminose del Canada.
Euractiv ha appena rivelato che il Ministro UE alla Salute, Vytenis Andiuakitis, lo scorso 13/7 in un incontro a porte chiuse rassicurò Stati Uniti e Canada che la nuova normativa sugli interferenti endocrini “tiene conto dei loro interessi”, abbandonando il principio di precauzione. A tal proposito Vito Buonsante, avvocato di ClientEarth, dichiara: La Commissione UE proclama di proteggere i cittadini europei e invece si scopre che protegge gli interessi dei partner commerciali nordamericani”.

Per vanificare le trame dei globocrati e dei loro complici europei, a cominciare da quelli che si annidano anche nella Commissione Ambiente, la campagna Stop TTIP Italia (https://stop-ttip-italia.net/) invita ad aumentare la pressione sugli eurodeputati di quella Commissione, chiedendo loro di approvare la bozza di parere predisposta dal relatore Bart Staes, e di chiedere alla plenaria di respingere l’accordo. A tale scopo la campagna Stop TTIP Italia pubblica i loro nomi e i loro contatti.

Articolo di Leopoldo Salmaso

Fonte: www.pressenza.com

Libri e varie...

Inquinamento Ambientale e i Danni alla Salute

Versione Ebook - PDF

di Carmela Stella

EBOOK - INQUINAMENTO AMBIENTALE E I DANNI ALLA SALUTE
Versione Ebook - PDF
di Carmela Stella

Questo eBook esamina varia problematiche ambientali e come queste siano strettamente correlate ad uno stato di benessere o malattia, lieve, grave e letale.
 Le forme di inquinamento, da cui siamo circondati, sono molteplici e a volte insospettabili. E' importante vivere in un contesto sano, alimentarsi con sano cibo biologico, bere acqua pulita, respirare aria incontaminata e libera da sostanze nocive prodotte dallo stile di vita a cui l'uomo si e' normalmente abituato ed assuefatto, ma anche priva di elementi tossici presenti e derivanti da pratiche di cui la maggior parte degli abitanti del pianeta terra ne è spesso ignara.
 Viene riportata l'attenzione all'importanza di dover vivere sviluppando l'energia della consapevolezza poiché vivendo in sintonia con il proprio Essere e con la Natura si affina la percezione di tutto quello che è sano o nocivo, si contribuisce all'evoluzione del Pianeta accrescendo la consapevolezza globale e si partecipa alla creazione consapevole.
 Solo la crescita consapevole ed il raggiungimento della massa critica può cambiare lo stato attuale delle cose.
 Sono fornite indicazioni comportamentali, nonché un elenco di sostanze, per limitare i danni e proteggersi dalle sostanze inquinanti.
 Indice - Inquinamento Ambientale e i Danni alla Salute Indice
 Presentazione
 TERRA
 
 - I pesticidi chimici e fertilizzanti sintetici
 - Come pesticidi ed erbicidi danneggiano la salute
 - Effetti sulle malattie del sangue
 - Allevamenti intensivi
 - Distruzione dell'habitat
  ADDITIVI, COLORANTI, CONSERVANTI, DOLCIFICANTI ELENCO ADDITIVI CHIMICI E LORO PERICOLOSITA'
 
 - Gli Additivi naturali innocui
 - Coloranti
 - Aldeide formica
 - Aspartame e glutammato
 - Additivi che contengono sempre Glutammato:
 - Alimenti che contengono spesso Glutammato:
 - Alimenti che non contengono Glutammato:
 - Esaltatori di sapidità: E620 (glutammato monosodico) - E637
 - Caramello
 - Carragenine
 - Estratto coccineale
 - Olestra
 - Nitrati di sodio (e 251) e di potassio (e 252)
 - Nitriti di sodio (e250) e di potassio (e249)
 - Saccarina
 - Tartrazina
 - OGM - Organismi Geneticamente Modificati
 - Codex Alimentarius
 - Discariche
  ACQUA
 
 - L'acqua potabile
 - Caratteristiche Microbiologiche
 - Il trattamento dell'acqua potabile
  ARIA
 
 - La qualità dell'aria
 - Effetto serra
 - Cosa fare per proteggersi dall'inquinamento
  SCIENZA E SPIRITO
 L'autrice
 Anteprima Inquinamento Ambientale e i Danni alla Salute Ebook di Carmela Stella TERRA Se si antepone la quantità alla qualità, l'apparente bellezza esteriore dei prodotti della terra al valore nutrizionale, lo sfruttamento al benessere degli animali, il depauperamento del suolo alla naturale produzione ciclica di frutti e ortaggi, si antepone anche la Malattia alla Salute, la Morte alla Vita.
 Una sana alimentazione non può prescindere da una coltivazione biologica e dal consumo di cibi di stagione.
 L'agricoltura biologica rispetta i normali ritmi naturali dell'ecosistema. Non impiega pesticidi, fertilizzanti chimici e di sintesi, non impiega l'ingegneria genetica.
 Non inquina acqua, terra e non depriva i cibi di nutrienti. Non è deturpato l'ecosistema e non è necessario provvedere a detossificare terra e acqua dai prodotti inquinanti.
 Continua a leggere - Anteprima Inquinamento Ambientale e i Danni alla Salute Ebook di Carmela Stella
 Informazioni aggiuntive Dimensione: 54 Pagine
 Download File: Documento PDF (3,5 Mb)
 N.B. : Riceverai una mail per lo scarico dell'ebook, una volta verificato il pagamento con carta di credito o circuito paypal. Non è possibile acquistare gli ebook pagando in contrassegno....

La Globalizzazione e la Fine del Sociale

Per comprendere il mondo contemporaneo

di Alain Touraine

LA GLOBALIZZAZIONE E LA FINE DEL SOCIALE
Per comprendere il mondo contemporaneo
di Alain Touraine

C’è stato un tempo, nei primi secoli della nostra modernità, in cui ragionavamo in termini politici: pensavamo e descrivevamo il mondo in base alle categorie di ordine e disordine, potere e Stato, Repubblica e popolo. Dopo la rivoluzione industriale abbiamo sostituito le categorie politiche con quelle sociali ed economiche di classe e ricchezza, borghesia e proletariato, sindacati e scioperi, disuguaglianza e ridistribuzione. Ma oggi? 
 Decenni di globalizzazione hanno imposto criteri di valutazione quasi esclusivamente economici, che hanno portato al trionfo di un individualismo disgregatore. I sintomi si leggono ovunque: nella guerra, che ha perso il suo significato politico o sociale, nelle ondate di irrazionalismo, nella crisi degli individui, pieni di problemi e impossibilitati ad affidarsi, per risolverli, alle istituzioni civili e giuridiche tradizionali. Aleggia la sensazione che il vecchio mondo sia andato in frantumi e che niente possa sostituirlo.
Per sfuggire all’immagine di un mondo come prigione e alla sensazione angosciante della totale perdita di significato, si avverte il bisogno di nuove categorie, categorie non più sociali ma culturali, perché è in questi termini che i cittadini di oggi costruiscono le proprie identità: sulle particolarità sessuali, etniche, religiose, laiche o ecologiste. Ci poniamo domande che un tempo sembravano incongrue: sono felice? Faccio davvero ciò che mi piace? Sono certo di sapere se in questo momento si stanno verificando eventi intollerabili o se viene perpetrata un’ingiustizia?
Alain Touraine analizza il processo di disgregazione che ha spezzato i cardini su cui poggiavano le nostre identità e le nostre lotte e si immerge nelle tematiche e nelle domande quotidiane dell’esistenza contemporanea. Fino a disegnare un nuovo paradigma, fondato sul soggetto e sui «diritti culturali», dove le donne e le minoranze schiacciate possano finalmente ricoprire il ruolo sociale che spetta loro. 
 In queste pagine, ci viene fornito uno strumento utile per la costruzione di argini e difese, per l’elaborazione di un pensiero critico pertinente e soprattutto per la nascita di nuovi movimenti di liberazione nel mondo globalizzato dove, che lo vogliamo o no, ci troviamo a vivere....

La Tomba dell'Europa?

Una guida per perplessi nella crisi finanziaria globale

di Luigi Copertino

LA TOMBA DELL'EUROPA?
Una guida per perplessi nella crisi finanziaria globale
di Luigi Copertino

Con uno stile agile e divulgativo questo libro vuole fornire un contributo alla comprensione di quanto sta accadendo in Europa e nel mondo a causa della globalizzazione finanziaria che è seguita all'egemonia culturale, ormai quarantennale, del monetarismo neoliberista.
 Negli ultimi mesi del 2011 abbiamo assistito ad un golpe, un golpe del tutto atipico rispetto a quelli classici che conoscevamo, un golpe organizzato dai mercati finanziari, queste anonime entità così lontane dalla vita quotidiana dei cittadini.
 L'autore ha presente innanzitutto il mondo culturale e politico cattolico, nel quale la confuzione è oggi ai massimi livelli e nel quale il liberismo, contro l'insegnamento del Magistero, è stato, da alcuni decenni a questa parte troppo accreditato.
 In realtà il liberismo è assai lontano dalla visione cattolica della Comunità Politica, intesa come comunità morale di persone concrete e di corpi intermedi naturali secondouna tradizione di pensiero che è possibile far risalire a Tommaso d'Aquino ma che, in ultima istanza, risale direttamente al Vangelo....

Il Veleno nel Piatto

di Marie-Monique Robin

IL VELENO NEL PIATTO  - LIBRO
di Marie-Monique Robin

Moltissime ricerche scientifiche ed epidemiologiche segnalano che nel corso degli ultimi trent'anni il tasso di incidenza dei tumori è aumentato del 40 per cento in paesi come gli Stati Uniti, la Norvegia e la Svezia. Sempre in questo lasso di tempo la progressione delle leucemie e dei tumori cerebrali tra i bambini è stato del 2 per cento annuo. Come spiegare questa epidemia inquietante, che colpisce soprattutto i paesi "sviluppati"?
 Alla domanda risponde Marie-Monique Robin in questo libro choc, frutto di un'inchiesta condotta per due anni tra America del Nord, Asia ed Europa (anche in Italia).
 Nell'appoggiarsi su numerosi studi scientifici, ma anche sulle testimonianze dei ricercatori e dei rappresentanti delle agenzie di regolamentazione, l'autrice dimostra che la causa principale di questa vera e propria epidemia è di tipo ambientale.
 In particolare per la presenza di decine di molecole chimiche che hanno invaso il nostro ambito quotidiano e l'alimentazione dalla fine della Seconda guerra mondiale.
 Per questo, l'autrice ripercorre l'intera catena produttiva del cibo: dall'utilizzo dei pesticidi nei campi fino all'impiego di additivi e plastiche per uso alimentare nei nostri piatti. Nel fare ciò mette a nudo il sistema di valutazione e omologazione dei prodotti chimici, attraverso gli esempi emblematici dei pesticidi, dell'aspartame e del bisfenolo A. E infine descrive le pressioni e le manipolazioni messe in atto dall'industria chimica per mantenere sul mercato prodotti altamente tossici....

Il Trattato Transatlantico

L'accordo commerciale USA-UE che condizionerà le nostre vite

di Alain De Benoist

IL TRATTATO TRANSATLANTICO - LIBRO
L'accordo commerciale USA-UE che condizionerà le nostre vite
di Alain De Benoist

Un libro di scottante attualità che spiega con chiarezza di linguaggio e di contenuti argomenti spesso ritenuti "troppo complessi" per la gente comune, e ci apre gli occhi sui meccanismi occulti che subiamo a nostro discapito!
 Il Trattato transatlantico per il commercio e gli investimenti (Transatlantic Trade and Investment Partnership ossi TTIP), rappresenta un pericolo senza precedenti per tutti i Paesi d'Europa e forse, proprio per questo, le trattative tra l'Unione Europea e gli Stati Uniti d'America si svolgono all'insaputa della maggioranza dell'opinione pubblica.
 L'obiettivo di tale trattato è quello di dare vita a un accordo commerciale intercontinentale tra l'Europa e il Nord America, che abolisca i dazi doganali e uniformi i regolamenti dei due continenti, in modo che non vi sia più alcun ostacolo alla libera circolazione delle merci: creare insomma un grande libero mercato.
 Uniformando il nostro regolamento agli standard americani - volutamente meno restrittivi - verrà meno non solo la tutela dell'ambiente, della salute, dei livelli salariali e dei consumatori, ma anche quella delle aziende europee. Per quanto riguarda l'agricoltura, infatti, negli Stati Uniti è possibile coltivare prodotti OGM e utilizzare gli ormoni nell'allevamento degli animali destinati all'alimentazione, così come non è riconosciuta alcuna denominazione di origine controllata, tanto per dirne una.
 Alain de Benoist illustra con chiarezza il pericolo mortale che corrono a causa del Trattato transatlantico la giustizia sociale, la nostra libertà e la nostra autodeterminazione, invitando le persone e le comunità a ribellarsi....

Cimiteuro - Uscirne e Risorgere

Come ripartire dopo il collasso globale dell'economia

di Marco Della Luna

CIMITEURO - USCIRNE E RISORGERE  - LIBRO
Come ripartire dopo il collasso globale dell'economia
di Marco Della Luna

In questa nuova e straordinaria opera Marco Della Luna, famoso esperto di politica economica e autore dei bestseller Euroschiavi e Neuroschiavi, ci presenta in maniera chiara e completa l'origine e le motivazioni dietro la crisi.
 Finalmente una mappa completa dei diversi meccanismi – alcuni ancora non resi noti – che stanno generando la crisi sistemica, con le loro implicazioni sui piani monetari, finanziari, economici e sociopolitici. 
 Un nuovo e indispensabile strumento con cui orientarsi per capire e affrontare la crisi. 
 Il mondo è diventato un grande Schema Ponzi dove gli interessi sul debito già emesso vengono pagati contraendo continuamente nuovi debiti: lo scoppio è inevitabile.
 Grazie a Cimit€uro apprenderete che sono bastati due principi contabili falsi per far precipitare l'economia e la società nel buco nero di un indebitamento che non dovrebbe esistere. Quella che noi percepiamo come una crisi economico-finanziaria è invece una nuova strategia dei potenti della terra per concentrare il potere, dominare e sfruttare tutti noi, che abbiamo sempre meno potere di contrattazione, controllo e partecipazione. 
 Lo sporco lavoro dell'€uro per il predominio tedesco.
 Per i paesi "euro deboli", con l'appoggio di falsi amici (come la Germania), si varano norme e istituzioni coercitive, attraverso cui il capitale finanziario, dietro l'etichetta "Europa", li asservisce in una stabile depressione, privandoli di ogni residua libertà e autonomia, e "prendendosi" i loro soldi, la loro capacità industriale e occupazionale. In questa luce divengono comprensibili i troppi, clamorosi "errori" di politica economico-finanziaria che hanno portato all'attuale situazione, e le scelte recessive, adottate anche dal governo Monti per gestirla, che hanno messo l'Italia nella condizione di non poter risollevarsi.
 Sullo sfondo, risalta la stupidità e la corruzione della classe politica italiana. 
 Cimit€uro svela in maniera chiara e completa cosa e chi sta dietro a questa terribile crisi Le crisi economico-finanziarie sono sempre più chiaramente uno strumento costruito dai potenti della terra, per ridurre i diritti civili e politici dei cittadini, i loro redditi e la loro possibilità di partecipazione alle scelte istituzionali.
 La crisi cronica, la finanza informatizzata e il monitoraggio cibernetico della vita delle persone sono sempre più uno strumento di centralizzazione del potere e di ingegneria sociale.
 Cimit€uro ci spiega in maniera chiara e completa:
 
 - il signoraggio, la natura del debito, del credito e del denaro, e le loro origini, i falsi principi contabili delle banche, il loro impiego per dominarci;
 - come finanziare investimenti produttivi senza indebitare lo Stato e senza tassare;
 - come la produzione-regolazione del denaro (sovranità monetaria) potrebbe essere usata praticamente per il bene generale di lungo termine;
 - che ruolo hanno le illusioni, la disinformazione e gli equivoci nel sistema politico-economico in cui viviamo e in particolare nell'attuale crisi;
 - il grande inganno dell'austerità, del mercatismo, del liberismo, ma anche l'impraticabilità delle alternative economiche keynesiane e socialiste.
  Esiste una via di uscita da questa situazione? Scopri in queste pagine una possibile nuova strada, che passa per la riforma della natura della moneta e dei principi contabili.
 Anteprima - Cimiteuro Libro di Marco Della Luna Leggi in anteprima l'introduzione al libro Vi possono far pensare che la crisi "passi" o che se ne possa uscire mediante sacrifici e sviluppo, soltanto se siete inconsapevoli dei rapporti tra le grandezze in gioco e dei meccanismi sottostanti. Quando conoscerete questi e quelle, penserete molto diversamente. Iniziamo con le grandezze. Nell'agosto del 2012, l'indebitamento generante interessi passivi, nel mondo, è stimato a 1,2-1,4 milioni di miliardi di Dollari; ad esso si aggiungono debiti non direttamente produttivi d'interessi (debiti previdenziali e assicurativi, capitali sociali, circa 1,2 milioni di miliardi in derivati finanziari); questi importi sono molto incerti, perché trattasi di titoli non registrati; i titoli tossici sono stimati in oltre 1,5 milioni di miliardi).
 Il debito pubblico esplicito ammonta a circa 50.000 miliardi, e in 215.000 è stimato quello implicito (si vedrà in seguito che cosa è); il resto è debito del settore privato, finanziario, commerciale. Gli interessi annui da pagare per sostenere quanto sopra, per reggere quindi il sistema finanziario e bancario mondiale, superano ampiamente i 100.000 miliardi, mentre il prodotto lordo globale, cioè la somma di tutti i pil nazionali, è di soli 70.000 miliardi. Da qui la famelica ricerca, da parte del settore bancario e parabancario (shadow banking), di denaro, depositi, investimenti, da gettare nel fuoco del debito per reggere il gioco, evitando o rinviando lo scoppio di questa superbolla.
  Continua a leggere - Anteprima - Cimiteuro Libro di Marco Della Luna
 INDICE Cimiteuro - Uscirne e Risorgere PREFAZIONE di Claudio Pioli
 INTRODUZIONE
 PARTE PRIMA: LA SOCIETA' DELL'INFERNO FINANZIARIO
 
 - MONETA ANGELICA, MONETA DIABOLICA
 - MOSTRI DI FINANZA E DI GOVERNO
 - LA VIOLENZA DEGLI ERRORI INTENZIONALI
 - BUCHI NERI E STUPRO FINANZIARIO
 - QUANDO CEDEMMO LA SOVRANITA'
 - CINA: UN CENNO
 - LA QUESTIONE DEL TRADIMENTO
 - MONTI E IL NUOVO MODELLO SOCIALE
 - BUDGETISM, SHORT TERMISM E ALTRO
 - IL MES E L'€UROLAGER
 - GERMANIA: SCONTRO O COOPERAZIONE?
 - IL VERTICE DI BRUXELLES: ESITO PERVERSO
 - DA VERSAILLES AL MES
  PARTE SECONDA: I MECCANISMI DELL'INFERNO FINANZIARIO
 
 - IL VIVAIO DEI MOSTRI
 - I MECCANISMI IN AZIONE
 - CHE COSA DA' VALORE AL DENARO
 - TIPI DI MONETA
 - COME VIENE IN ESSERE IL DENARO
 - I QUATTRO CIRCUITI MONETARI
 - L'INFLAZIONE CHE NON C'E'
 - LA FINANZA MONCA PER L'ITALIA IN LIQUIDAZIONE
  PARTE TERZA : LA CRISI DELL'INFERNO FINANZIARIO
 
 - TECNOCRAZIA A SANGUE FREDDO
 - IL FALLIMENTO DELLE SOLUZIONI PERFETTE
 - CRITICA DELLE SPERANZE COMPARATE
 - ANCHE L'INFERNO PUO' FALLIRE
  APPENDICE
 
 - 1- LIVELLI DECISIONALI dell'Autore
 - 2- PARADIGMI A CONFRONTO di Antonino Galloni
   ...
IL TRATTATO TRANSATLANTICO - LIBRO
L'accordo commerciale USA-UE che condizionerà le nostre vite
di Alain De Benoist

Un libro di scottante attualità che spiega con chiarezza di linguaggio e di contenuti argomenti spesso ritenuti "troppo complessi" per la gente comune, e ci apre gli occhi sui meccanismi occulti che subiamo a nostro discapito!
 Il Trattato transatlantico per il commercio e gli investimenti (Transatlantic Trade and Investment Partnership ossi TTIP), rappresenta un pericolo senza precedenti per tutti i Paesi d'Europa e forse, proprio per questo, le trattative tra l'Unione Europea e gli Stati Uniti d'America si svolgono all'insaputa della maggioranza dell'opinione pubblica.
 L'obiettivo di tale trattato è quello di dare vita a un accordo commerciale intercontinentale tra l'Europa e il Nord America, che abolisca i dazi doganali e uniformi i regolamenti dei due continenti, in modo che non vi sia più alcun ostacolo alla libera circolazione delle merci: creare insomma un grande libero mercato.
 Uniformando il nostro regolamento agli standard americani - volutamente meno restrittivi - verrà meno non solo la tutela dell'ambiente, della salute, dei livelli salariali e dei consumatori, ma anche quella delle aziende europee. Per quanto riguarda l'agricoltura, infatti, negli Stati Uniti è possibile coltivare prodotti OGM e utilizzare gli ormoni nell'allevamento degli animali destinati all'alimentazione, così come non è riconosciuta alcuna denominazione di origine controllata, tanto per dirne una.
 Alain de Benoist illustra con chiarezza il pericolo mortale che corrono a causa del Trattato transatlantico la giustizia sociale, la nostra libertà e la nostra autodeterminazione, invitando le persone e le comunità a ribellarsi....

Il Trattato Transatlantico

L'accordo commerciale USA-UE che condizionerà le nostre vite

di Alain De Benoist

Un libro di scottante attualità che spiega con chiarezza di linguaggio e di contenuti argomenti spesso ritenuti "troppo complessi" per la gente comune, e ci apre gli occhi sui meccanismi occulti che subiamo a nostro discapito!

Il Trattato transatlantico per il commercio e gli investimenti (Transatlantic Trade and Investment Partnership ossi TTIP), rappresenta un pericolo senza precedenti per tutti i Paesi d'Europa e forse, proprio per questo, le trattative tra l'Unione Europea e gli Stati Uniti d'America si svolgono all'insaputa della maggioranza dell'opinione pubblica.

L'obiettivo di tale trattato è quello di dare vita a un accordo commerciale intercontinentale tra l'Europa e il Nord America, che abolisca i dazi doganali e uniformi i regolamenti dei due continenti, in modo che non vi sia più alcun ostacolo alla libera circolazione delle merci: creare insomma un grande libero mercato.

Uniformando il nostro regolamento agli standard americani - volutamente meno restrittivi - verrà meno non solo la tutela dell'ambiente, della salute, dei livelli salariali e dei consumatori, ma anche quella delle aziende europee. Per quanto riguarda l'agricoltura, infatti, negli Stati Uniti è possibile coltivare prodotti OGM e utilizzare gli ormoni nell'allevamento degli animali destinati all'alimentazione, così come non è riconosciuta alcuna denominazione di origine controllata, tanto per dirne una.

Alain de Benoist illustra con chiarezza il pericolo mortale che corrono a causa del Trattato transatlantico la giustizia sociale, la nostra libertà e la nostra autodeterminazione, invitando le persone e le comunità a ribellarsi.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*