Le persone autentiche fanno le cose in modo diverso

Quando si incontra una persona autentica, si incontra qualcuno che ha imparato a vivere pienamente attraverso l’ascolto della propria anima.

Autenticità
Non ha scelto una vita “standard” nella quale l’omologazione e le pressioni sociali hanno preso il sopravvento, condizionando la sua quotidianità in quello che vuole fare.
Le persone autentiche sono quelle persone appartenenti a quello che si definisce il “popolo liberato”, e c’è una buona ragione se sei attratto da queste persone.

Non è facile diventare una persona autentica… Spesso si deve osservare e rivalutare tutta la propria vita in modo consapevole e iniziare a relazionarsi con un nuovo modo di esistere. I vecchi posti di lavoro non andranno più bene, stare con i vecchi amici potrebbe fare sentire fuori luogo, ma non bisogna preoccuparsi per questo, questi segnali indicano che si sta crescendo e si sta diventando una persona autentica.

Le persone autentiche cosa fanno in modo diverso rispetto alle altre?

1. Dicono ciò che è nella loro mente ed esprimono le proprie opinioni con fermezza, ma non con rabbia. Se alcune persone sono in disaccordo con loro, questo non condiziona comunque la loro decisione.

2. Esse scelgono un lavoro e un percorso di carriera che le faccia stare bene, non ciò che i loro genitori o i loro amici credono sia giusto. Fanno le loro scelte sulla base della loro felicità, non in base al denaro o alla posizione socialmente ambita.

3. Esse non hanno paura di prendere un percorso di vita che le allontani da casa. In realtà, essi trovano il viaggio più curioso e stimolante.

4. Si innamorano di se stesse prima di innamorarsi di chiunque altro, e non si sentono in dovere di chiedere il permesso a nessuno di essere come sono. Esse non desiderano essere nessun altro.

Essere se stessi5. Fanno le cose a modo loro. Le persone autentiche non si piegano alla pressione sociale, ma se la società le indirizza verso un modo giusto di fare qualcosa, sono felici di percorrere quella strada. Sono autentiche, ribelli, non religiose, ma spirituali!

6. Non prendono le cose sul personale. Per le persone autentiche, i commenti negativi e le critiche non sono prese a malincuore. Non è che a loro non importa quello che gli altri pensano, ma gli importa di più quello che loro pensano di loro stesse. Le critiche costruttive sono sempre benvenute, ma conoscono bene la differenza tra le critiche costruttive e le persone che cercano di abbatterle e demotivarle. 

7. Vogliono amici e partner che apprezzano le conversazioni profonde e un legame emotivo serio. Non vogliono perdere tempo in chiacchiere inutili, notizie e pettegolezzi in stile sensazionalista.8. Esse seguono il loro cuore. Se tu vuoi, puoi seguire loro e il loro cuore, ma non aspettarti che la persona autentica cada ai tuoi piedi o cambi se stessa per te.

9. Non vogliono che succeda niente di male a nessuno, neanche a chi gli ha fatto del male o le ha fatte soffrire in passato e desiderano veramente che tutta le persone possano essere felici e prosperare nelle loro vite. Dato che è quello che vogliono per loro stesse, puoi scommettere che lo desiderano anche per te.

10. La persona autentica vede l’anima, non la persona. L’apparenza non ha molta importanza per loro!

Fonte: http://www.evoluzionecollettiva.com/10-cose-persone-autentiche-fanno-modo-diverso-dagli-altri/

Libri e varie...

Un Ascolto Profondo

di Thich Nhat Hanh

UN ASCOLTO PROFONDO
di Thich Nhat Hanh

Ascoltare profondamente è sapersi fermare e sapersi far pervadere da ciò che si ascolta, diventando uno con esso, che provenga dall'interno o dall'esterno di noi.
 Ascolto profondo è sapersi fermare e sapersi far pervadere dall'oggetto del nostro ascolto diventando uno con esso, che sia al nostro interno o al nostro esterno.
 Per ascoltare in modo nuovo, insegna Thich Nhat Hanh, è necessario rimuovere le percezioni erronee che si hanno su se stessi e sugli altri: in questo modo si trasforma anche il modo di parlare, e la parola diventa strumento di felicità anziché portatrice di sofferenza.
 Iparare la pratia ll'asolto poono è allora oe imparar ua nuova lingua si ha isogno di mpo pe familiarizzarsi o i nuovi suoni e per potersi ascoltare è importante imparare a conoscere "i propi suoni", cioè gli elementi, al nostro interno, con i quali siamo poco in contatto.
 All'ascolto profondo ci si avvicina tramite la condivisione, una delle pratiche cui Thich Nhat Hanh dà maggiore spazio come strumento di pace. 
In questo libro sono stati raccolti i discorsi che più si soffermano sull'argomento: i temi trattati possono invitarci a riflettere su come ci ascoltiamo e su come ci siamo 'sentiti' fino a oggi, e forse scardinare un po' l'immagine che abbiamo acquisito di noi stessi....

La Mente: dove Scienza e Spiritualità si Incontrano

di Brian Hodel, B. Alan Wallace

LA MENTE: DOVE SCIENZA E SPIRITUALITà SI INCONTRANO
di Brian Hodel, B. Alan Wallace

Cos'è la mente? 
Una domanda antica alla quale stiamo ancora cercando risposta.
 B.Alan Wallace e Brian Hodel tracciano il profilo di una scienza della mente basata sulla saggezza contemplativa di buddhismo, induismo, taoismo, cristianesimo e islam, e lo fanno iniziando con l'esplorare la storia della scienza, la quale tende ad ignorare l'argomento "mente" sebbene sia grazie ad essa che possiamo comprendere il mondo della natura.
 La scienza della mente che propongono Wallace e Hodel si serve, allora, come strumento di indagine, di pratiche meditative millenarie appartenenti alle grandi tradizioni spirituali della Terra.
 Quelle contenute nell'ultima parte del libro sono di grande rilevanza per persone di ogni fede e per gli scienziati che vogliono fare della mente il loro campo di indagine, e rivelano nel contempo nuovi dimensioni di coscienza sperimentabili, superando in un balzo il dogmatismo del dibattito fra Neodarwinismo e Teoria del "grande architetto".
 Indice Hanno scritto
 Prefazione
Ringraziamenti
Introduzione
 Parte Prima - C'è qualcosa che non quadra in questa immagine?
 1. Scienza e Cristianesimo: un matrimonio riparatore
2. Quando meno te lo aspetti: attento al materialismo
3. Quando credere significa vedere come le credenze influenzano la percezione
4. La mente dietro la lente: i limiti dell'oggettività scientifica
5. Un ballo in maschera
 Parte seconda - La coscienza: completare l'indagine
 6. Il cerchio si chiude: incontrare l'Oriente
7. Una mente-diamante
8. Far luce sulle scatole nere della mente e della materia
9. Quando scienza e contemplazione esplorano insieme la mente
10. Una scienza della coscienza?
 Parte Terza - Strumenti e tecnologie per una scienza buddhista e della contemplazione
 11. Shamatha: la quiescenza meditativa
12. Vipashayana: la meditazione della visione penetrante
13. La Grande Perfezione
14. Le pratiche "complementari"...

Sii Solo Te Stesso

Più che farti imparare qualcosa, cerco di farti disimparare

di Yogi Pranidhana

SII SOLO TE STESSO - LIBRO
Più che farti imparare qualcosa, cerco di farti disimparare
di Yogi Pranidhana

Lo yoga non è solo una disciplina olistica per raggiungere il benessere, ma è una vera e propria arte di vivere. Per comprenderlo appieno occorre fare un passo indietro e liberarsi dai nostri preconcetti.
 In questo libro, Sri Yogi Pranidhana sottolinea la necessità di fare un salto sul proprio cammino spirituale. Invita ad abbandonare le mille maschere e i pesi con cui ci si identifica, per una sorta di "percorso in retromarcia" verso ciò che si ha di più vicino e di più prezioso: se stessi. 
 Anziché voler istruire con nuove nozioni, il Maestro fornisce spunti per riflettere sulle proprie credenze erronee più radicate e giungere da soli a superarle; per gioire della bellezza del Mistero della Vita non c'è nulla da cambiare o da raggiungere, ma è sufficiente ripulire la propria visione.
 Il Maestro, dopo lunghissimi anni di pratica dello Yoga tradizionale, suggerisce un approccio più adatto all'uomo contemporaneo: anziché attendere che la propria vita quotidiana consenta di svolgere una certa pratica formale, si può fare della vita quotidiana intera la propria pratica, tramite gli strumenti dell'osservazione e della conoscenza di sé, richiamandoci continuamente alla necessità di aprire gli occhi di fronte alla realtà di sé stessi -osservare sé, conoscere sé, amare sé - invece che inseguire fantasiose idee su una Verità lontana.
 L'Illuminazione non è qualcosa da raggiungere, perché è già la nostra essenza più vera....

Sei Come Pensi di Essere

Supera ansie e paure e ottieni la vita che desideri

di James Allen

SEI COME PENSI DI ESSERE - LIBRO
Supera ansie e paure e ottieni la vita che desideri
di James Allen

"Le circostanze non fanno l'uomo,
 semplicemente ne rivelano le caratteristiche.
 L'uomo, in quanto padrone del proprio pensiero,
 è sempre il creatore di se stesso
 e l'autore di ciò che lo circonda".
 Le efficaci e potenti parole di Allen nascono da una profonda saggezza e competenza e ci permettono di superare le nostre paure e le nostre ansie: nessuno soggiace a un destino, ciascuno ha dentro di sé la possibilità di essere quello che desidera.
 Sei come pensi di essere ha influenzato milioni di persone in tutto il mondo, grazie al suo messaggio semplice e profondo, capace di indurre eccezionali cambiamenti e di far raggiungere traguardi senza uguali a chi si lascia ispirare dalle sue parole.
 Rivolto a tutti coloro che vogliono avere il controllo della propria vita, spiega con chiarezza il legame che intercorre tra pensieri e realtà.
 Tanti suggerimenti per stimolare uomini e donne alla scoperta e alla percezione della verità eterna, secondo la quale noi stessi siamo i creatori del nostro "io", grazie ai pensieri che ci avviliscono o ci incoraggiano.
 L'uomo non attrae quello che desidera, ma quello che è.
 Se la Scienza della Mente e il Nuovo Pensiero hanno raggiunto tante persone, e se l'efficacia dei poteri del pensiero è stata riscontrata da milioni di lettori, lo si deve a libri come Sei come pensi di essere.
 Il piccolo capolavoro di James Allen ha in sé 
l'autorevolezza del classico e la freschezza della modernità.
 Il suo non è un libro infarcito di teorie, ma curato e composto soltanto da messaggi semplici e profondi che guidano alla creazione di noi stessi e dell'ambiente circostante in conformità col nostro essere più vero.
 Sei come pensi di essere è una guida che libera dalle tenaglie del destino e mostra chiaramente i mezzi per scavalcare ansie e paure, e forgiare la vita che vogliamo.
 Scrive Allen: "È sufficiente che un uomo cambi radicalmente i suoi pensieri e si sorprenderà della rapida trasformazione delle condizioni materiali della sua vita. Gli uomini credono che i pensieri si possano mantenere segreti, ma non è così; essi si cristallizzano rapidamente nell'abitudine, e l'abitudine si concretizzerà nelle circostanze".
 L'uomo è un trasformatore di energia e ogni idea della mente tende a diventare realtà nel campo delle possibilità. Per riprendere una frase di Emile Couè: "una volta posto un obiettivo, il subcosciente trova da sé il modo per realizzarlo".
 Facile da capire, facile da applicare. Allen compila un pratico e illuminante vademecum per imparare a gestire i propri pensieri, perché diventino mezzi creativi per plasmare la realtà secondo i nostri desideri.
 "Ricorda: nelle tue mani ci saranno i risultati esatti dei tuoi pensieri; 
riceverai quello che hai guadagnato, né più né meno."....

La Terza Persona - Viaggio nella Spiritualità

di Giovanni Ravani

LA TERZA PERSONA - VIAGGIO NELLA SPIRITUALITà
di Giovanni Ravani

A partire da una ricerca trasversale in scienza, filosofia e religione, questo trattato offre interessanti stimoli di riflessione sulla spiritualità, sulla sua natura e sulle teorie che, nel corso degli anni, ne hanno tratto fondamento.
 Un percorso che comincia intorno alla metà del secolo scorso, quando le filosofie orientali, cariche di misticismo ed esoterismo, cominciarono ad avere risonanza e a influenzare il mondo occidentale....

La Libertà di Essere se Stessi

Il giudice interiore e il conflitto tra dovere ed essere

di Avikal E. Costantino

LA LIBERTà DI ESSERE SE STESSI  - LIBRO
Il giudice interiore e il conflitto tra dovere ed essere
di Avikal E. Costantino

La comprensione dell'onnipresenza del Giudice interiore, sia personale sia come "grande fratello" collettivo, si è diffusa enormemente.
 Sembra ormai quasi accettata universalmente la presenza di questa struttura interna di controllo e sopravvivenza e degli effetti a dir poco ambivalenti che essa produce. Ciò non vuol dire che il riconoscimento diffuso e la comprensione (meno diffusa) di questa struttura psicosomatica si trasformino immediatamente in una diversa maniera di rapportarsi a se stessi e agli altri meno basata su giudizi e pregiudizi.
 "La libertà di essere se stessi" spiega chiaramente che non e sufficiente capire intellettualmente la portata degli effetti limitanti e distruttivi del Giudice interiore, ma come sia assolutamente necessaria una pratica costante di attenzione nella vita di ogni giorno. Ciò significa imparare a riconoscere le emozioni e i sentimenti legati all'attività di giudizio, le tensioni fisiche che li accompagnano, le paure, il senso di colpa, le vergogne, la frustrazione.
 Significa anche integrare interiormente questa comprensione e conoscenza di sé, e di conseguenza familiare i propri comportamenti, i modi di agire, il linguaggio stesso, in modo da cominciare a sostenere in noi stessi e nel mondo intorno a noi una visione e una pratica basate non sul conflitto e la divisione ma su cooperazione e solidarietà e il riconoscimento profondo della ricchezza della diversità....
ESSERE SE STESSI
di Edward Bach

Emozionanti riflessioni e coinvolgenti racconti per comprendere l'indissolubile legame tra salute fisica e benessere interiore. 
 Essere se stessi racchiude nelle sue pagine tutta la filosofia di Edward Bach, ideatore di una delle terapie naturali più diffuse al mondo. Quando il flusso dell'armonia è ostacolato, quando la voce che viene dal nostro cuore non è più chiara, allora si crea lo spazio per la malattia. 
 La Natura, con le sue piante, con i fiori e con gli alberi, può aiutare la persona che soffre a ritrovare l'intimità con la propria anima, donando così nuovo benessere al corpo. Scopri in queste pagine la profonda saggezza di colui che dai fiori ha saputo ricavare il segreto del benessere....

Essere se Stessi

di Edward Bach

Emozionanti riflessioni e coinvolgenti racconti per comprendere l'indissolubile legame tra salute fisica e benessere interiore.

Essere se stessi racchiude nelle sue pagine tutta la filosofia di Edward Bach, ideatore di una delle terapie naturali più diffuse al mondo. Quando il flusso dell'armonia è ostacolato, quando la voce che viene dal nostro cuore non è più chiara, allora si crea lo spazio per la malattia.

La Natura, con le sue piante, con i fiori e con gli alberi, può aiutare la persona che soffre a ritrovare l'intimità con la propria anima, donando così nuovo benessere al corpo. Scopri in queste pagine la profonda saggezza di colui che dai fiori ha saputo ricavare il segreto del benessere.

...

Un commento

  1. Essere tutto ciò che racchiudono i 10 punti è difficile e forse impossibile x noi esseri mortali. Personalmente, mi ritrovo molto nel 5* punto! (g.p.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*