• Se cerchi un libro o un prodotto BIO, prova ad entrare nel sito di un nostro partner, Macrolibrarsi, il Giardino dei Libri, sosterrai così il nostro progetto di divulgazione. Grazie, Beatrice e Mauro
    Canale Telegram

Bertolaso: 2000€ per ricoverato Covid, come si può pensare che gli ospedali se ne privino?

di Pasquale De Marte

Coronavirus, Bertolaso: “2000 euro per ricoverati Covid, come si può pensare che gli ospedali se ne privino?”.

Emergenza Coronavirus: Bertolaso ricoverato al San Raffaele di Milano

Per Bertolaso sarebbe necessario alleggerire i reparti Covid con la redistribuzione (in questo modo però non avrebbero il pretesto di dire che i reparti sono intasati! – ndr), ma segnala come l’attuale sistema non spinga a farlo. Bertolaso ha evidenziato come ogni paziente ricoverato per Covid-19 porti finanziamenti agli ospedali. Questo, a suo avviso, metterebbe i bastoni tra le ruote all’idea di praticare una redistribuzione per alleggerire il carico sui presidi presenti in zone più colpite di altre. Secondo quelle che sono le informazioni fornite da Bertolaso, gli ospedali riceverebbero 2000 euro per ogni giorno di degenza di un paziente definito Covid 19.

 “La carenza di personale – ha spiegato – è un problema cronico da anni in tutta Italia”. Oggi, però, esiste un altro problema e sarebbe il frutto di ciò che è accaduto durante la prima ondata che aveva interessato il Nord. Ricorda, infatti, come in quella circostanza la Protezione Civile si attivò per assumere in fretta e furia medici ed infermieri da impiegare nelle zone maggiormente colpita dall’epidemia Covid. “Ognuno di questi medici – ha rivelato Bertolaso – guadagnava 300 euro al giorno, più vitto e alloggio pagato, contro una media nazionale di 100 euro al giorno”. Questo, nella ricostruzione di Bertolaso, avrebbe innescato una sorte di migrazione verso quelle aree, sia per spirito di solidarietà che per motivi economici, finendo per sguarnire alcune strutture del centro-sud.

Bertolaso spiega la questione dei finanziamenti sui reparti Covid

“Con la redistribuzione gli ospedali italiani potrebbero alleggerire i reparti Covid”. La soluzione permetterebbe di poter curare meglio chi ne ha bisogno. Poi, però, arriva la puntualizzazione sul fatto che spesso questo non avverrebbe, appunto per motivi economici.

Coronavirus, lieve calo dei contagi: sono 1.458 in 24 ore. Ma con 20mila tamponi in meno. Altre 7 vittime - Il Fatto Quotidiano

“Il Drg riconosce infatti 2000 euro al giorno per ogni paziente Covid-19. Ciò vuol dire che un ospedale con 100 malati di Covid in reparto, riceve dalla propria Regione, e quindi dallo Stato, 200.000 euro quotidiani”. Una considerazione che porta Bertolaso a chiedersi come si possa immaginare che gli ospedali si privino dei loro pazienti per mandarli altrove… (e ne vorranno sempre di più! – ndr)

Articolo di Pasquale De Marte

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: https://it.blastingnews.com/politica/2020/10/coronavirus-bertolaso-2000-euros-per-ricoverati-covid-come-si-puo-pensare-che-ospedali-se-ne-privino-003219108.html

SPYCHIPS (EBOOK)
Le multinazionali e i governi progettano di sorvegliare ogni nostra mossa. Ecco come.
di Katherine Albrecht, Liz McIntyre

SpyChips (eBook)

Le multinazionali e i governi progettano di sorvegliare ogni nostra mossa. Ecco come.

di Katherine Albrecht, Liz McIntyre

Cosa si nasconde dietro la tessera sanitaria elettronica che ha da poco fatto capolino nel portafoglio di tutti gli italiani? Oltre al nobile intento di salvaguardare la salute nazionale attraverso un capillare monitoraggio, non potrebbe celarsi l'ennesima incursione del sistema nella privacy dei cittadini? E, scavando più a fondo, quanto è fitta la rete che controlla le nostre vite?

Secondo l'inquietante scenario descritto dalle due autrici, il Grande Fratello è ovunque: carte di credito, tessere di fedeltà, telepass, confezioni dei prodotti e simili, altro non sono che minuscole spie tecnologiche che hanno il compito di tracciare e registrare i nostri spostamenti, i nostri acquisti, le nostre tendenze sociali, alimentari e culturali.

Quest'occhio indiscreto agisce per conto dell'insaziabile società di mercato, che per sopravvivere ha bisogno di sempre più dettagliate informazioni sulle nostre abitudini di consumatori. Il risultato è che siamo continuamente osservati attraverso particolari microchip chiamati RFID (Radio Frequency IDentification), una tecnologia semplice e di basso costo, della quale però non sono stati ancora sufficientemente indagati i pericoli per la salute umana.

Come salvarsi dal perverso intreccio tra marketing e tecnologia? 
Un'informazione completa, aggiornata e oggettiva come quella offerta dalle due autrici di questo saggio rappresenta uno strumento potente a tua disposizione. 

Non lasciartelo sfuggire. Il testo è arricchito da un'esauriente appendice che inquadra il problema nel contesto della società italiana ed europea e delle relative legislazioni in materia.

...

3 commenti

  1. Riccardo Cantamessa

    … se le condizioni sono queste … i contagiati di corona-virus continueranno ad aumentare… e così il terrore della pandemia aumenterà… e aumenteranno pure le patologie per paura di morire di…
    …così avremo pure condizioni psico-fisiche deficitarie diffuse da richiedere un coprifuoco permanente….
    … il progetto di affondare l’Italia sarà raggiunto…
    BUON LAVORO A TUTTI

    • Ma un dubbio non ti viene? In quale zona del pianeta sono immuni dal coronavirus? Tutto creato ad arte per far guadagnare gli ospedali? In Spagna, Russia, Slovenia, Argentina ecc. tutti d’accordo per mettere terrore a noi italiani…

      • Riccardo Cantamessa

        Grazie… non ci avevo pensato (… sto perdendo i colpi); … Bertolaso lo aveva denunciato … 2000 euro al giorno per ogni ospedalizzato di Corona-Virus (ma è stato oscurato, più nessuno ne ha parlato)… sempre e comunque povera ITALIA!
        L’unica speranza è e sarà CRISTO GESU’ NOSTRO SIGNORE E NOSTRO DIO!
        Lode e gloria a TE Signore Gesù!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *