Un semplice Trattamento Dentale può curare la Carie senza otturazioni!

Alcuni scienziati hanno creato un prodotto in grado di indurre la crescita dello smalto dei denti, il che significa che potremmo finalmente avere un trattamento rivoluzionario per il trattamento delle carie.

Nel 2018, i ricercatori dell’Università di Washington hanno annunciato lo sviluppo di un trattamento a base di peptidi; brevi catene di amminoacidi che non sono sufficientemente lunghe per essere considerate proteine ​​complete.

Applicato su lesioni dentali create artificialmente in laboratorio, il prodotto rimineralizzava lo smalto dei denti, “guarendo” la lesione. “La remineralizzazione guidata dai peptidi è una sana alternativa all’attuale assistenza sanitaria orale”, ha affermato lo scienziato dei materiali, Mehmet Sarikaya.

Lo smalto dentale è prodotto da un tipo di cellula chiamata “ameloblasto” che secerne le proteine ​​che formano lo smalto mentre il dente è ancora nelle gengive. Sfortunatamente, una volta che il processo di formazione dello smalto dei denti è completo e il dente è emerso, i nostri ameloblasti muoiono e continuiamo a perdere smalto per tutta la vita.

“I batteri metabolizzano lo zucchero e altri carboidrati fermentabili negli ambienti orali e, come sottoprodotto, demineralizzano lo smalto dei denti”, ha affermato il ricercatore di odontoiatria Sami Dogan. In piccola parte, i nostri denti possono essere rimineralizzati con l’aiuto di saliva, dentifricio al fluoro (il fluoro però è tossico per l’organismo) e additivi nell’acqua potabile. Ma quando c’è carie visibile nel dente, esso deve essere trattato da un dentista… che di solito significa forare e riempire il foro con la resina.

Per sviluppare il loro nuovo trattamento, il team si è rivolto a una delle proteine ​​prodotte dagli ameloblasti. Chiamate “amelogenine”, queste proteine ​​svolgono un ruolo chiave nella regolazione della formazione dello smalto dei denti.

Il team ha perciò progettato peptidi basati su questa proteina e ha creato un trattamento con il peptide come ingrediente attivo. Lo hanno applicato alle lesioni dentali in un ambiente di laboratorio e hanno scoperto che aiutava a formare un nuovo strato mineralizzato nelle aree demineralizzate, integrandolo con lo smalto naturale. Hanno anche trattato lesioni simili con fluoro, ma solo il trattamento con peptidi ha portato alla remineralizzazione di uno strato relativamente spesso, simile alla struttura dello smalto sano.

Saranno necessari ulteriori esperimenti per vedere come funziona la soluzione peptidica in pazienti reali e se i risultati sono solidi come quelli del laboratorio. E per le cavità profonde che raggiungono lo strato di dentina sotto lo smalto, sarebbe comunque necessaria un’otturazione.

Ma i ricercatori ritengono che il loro prodotto potrebbe ancora essere venduto come parte di una routine quotidiana di cure dentistiche preventive, sotto forma di dentifrici o gel, per ridurre al minimo le costose visite dentistiche per la carie più superficiale.

“Le formulazioni di peptidi saranno semplici da implementate in prodotti clinici o da banco”, ha affermato Sarikaya. Il team ha pubblicato la propria ricerca sulla rivista scientifica ACS Biomaterials Science & Engineering.

Fonte originale: hypescience.com

Fonte: https://www.pianetablunews.it/2021/07/09/un-trattamento-dentale-incredibilmente-semplice-puo-curare-la-carie-senza-otturazioni/

LE EMOZIONI CHE CURANO
Stare bene con la nuova medicina delle emozioni
di Erica Francesca Poli

Le Emozioni che Curano

Stare bene con la nuova medicina delle emozioni

di Erica Francesca Poli

Molti dei nostri disagi fisici e psicologici derivano dall’incapacità di relazionarci con le nostre emozioni profonde.

Questo libro ci insegna ad affrontarle e ci guida verso un percorso di guarigione attraverso esercizi ed esperienze dirette.

Un libro empatico, illuminante e pratico. Una nuova via al benessere.

Perché leggere questo libro:

  • Per imparare a distinguere le emozioni che proviamo.
  • Per capire come usare le nostre emozioni per curare i traumi passati nella mente e nel fisico.
  • Per scoprire quali esercizi fare per "sentire" le emozioni nel nostro corpo.

Dalla quarta di copertina

Partendo dalle ricerche più aggiornate nell'ambito della neurofisiologia e delle scienze della psiche, Erica Francesca Poli, psichiatra specializzata in medicina integrata, indaga la potente interazione tra mente e corpo nei processi di guarigione, elaborando una "medicina delle emozioni" in grado di curarci.

Un campo pieno di fascino che ha mutato il paradigma medico e psicoterapico ponendo al centro della comprensione della salute e della malattia una intelligenza corporea integrata a più livelli, tra la biologia e la biografia.

In questo libro la dottoressa Poli ci mostra come le emozioni giocano un ruolo cruciale nelle decisioni che gli individui prendono e nel loro modo di relazionarsi con gli altri, influenzando anche il modo di ammalarsi, di curarsi, di guarire e di morire persino.

Un libro teorico e pratico che ci permette di sviluppare progressivamente il nostro sentire, in un percorso di scoperta del potere trasformativo che le emozioni, vissute liberamente e accolte, hanno per ciascuno di noi.

Con la sua voce calda ed empatica, la dottoressa Poli ti guida alla scoperta di questo nuovo approccio terapeutico, regalandoti anche una serie di esercizi da provare in prima persona per sviluppare progressivamente il tuo sentire e sperimentare così il potere trasformativo che le emozioni, vissute apertamente e accolte, hanno per ciascuno di noi.

Estratto dal libro

Sentire le emozioni, incontrarle, attraversarle, sperimentarle primariamente nel corpo, dare loro un nome, quindi comprenderle nei molteplici significati che veicolano e utilizzarle come strumenti di consapevolezza di sé, dell’altro, della relazione, della malattia e della salute: questo è il percorso che può condurre dalla prigione dei copioni che si ripetono alla libertà di poter finalmente affrontare quel che si sente e quel che accade.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *