Trovato Morto in Trentino l’Orso “M62”

Anche lui era stato condannato a morte da Fugatti.

La notizia è di ieri. L’orso conosciuto come “M62” è stato rinvenuto cadavere da alcuni escursionisti. Aveva appena 5 anni.

Riconosciuto dalle marche auricolari, il suo corpo era in avanzato stato di decomposizione. La causa della morte sarà determinata dalla necroscopia che sarà effettuata nei prossimi giorni.

Maurizio Fugatti lo aveva definito ‘problematico’ e ne aveva disposto la cattura e l’abbattimento. M62 non aveva mai attaccato l’uomo, ma era stato sorpreso a cercare cibo nei cassonetti (in Trentino i cassonetti anti orso sono rarissimi) e a predare dei vitelli rinchiusi in una stalla. Inoltre, era stato avvistato da un fungaiolo. E l’essersi addormentato a 20 metri da quest’ultimo gli è valso il titolo di ‘confidente’, ergo ‘pericoloso’, ergo da abbattere.

Fugatti starà festeggiando la morte di un altro orso, un’altra tacca nell’elenco dei plantigradi da eliminare. Attendiamo con ansia l’esito della necroscopia per conoscere le cause della sua morte.

M62 era uno dei quattro cuccioli (cucciolata eccezionale per numero) di cui faceva parte anche l’orsa F43, morta nel settembre 2022 per una dose sbagliata di anestetico somministratole per sostituire il radiocollare che portava dal luglio 2021. In quella cucciolata c’era anche il maschio M57, che la sera del 22 agosto 2020, verso le ore 22.30, aveva aggredito un carabiniere sulla passeggiata illuminata che dalla zona sportiva di Andalo porta al vicino laghetto ed è stato quindi catturato e rinchiuso al Centro faunistico del Casteller, insieme all’orsa JJ4 appena catturata un paio di settimane fa… e di cui Fugatti ha già firmato il decreto di abbattimento.

Una strage e… un chiaro intento omicida… (nota di conoscenzealconfine)

Riferimenti: https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2023/04/30/trovato-morto-lorso-m62.-gli-animalisti-fare-chiarezza_5a70edf8-cfc7-4f83-9d1a-0a2ec32a38bb.html

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: https://t.me/RadioGregInfo

ANGELI IN ASTRONAVE
di Giorgio Dibitonto

Angeli in Astronave

di Giorgio Dibitonto

Questo libro susciterà certamente, ad una prima lettura, incredulità e stupore.

Occorrerà leggerlo una seconda volta, per poi domandarsi:

"E se fosse vero?".

Perché in realtà tutto potrebbe essere vero. E in effetti lo è.

Tutto ciò che è descritto in questo libro è realmente avvenuto.

Tuttavia a parte le affermazioni dell'autore e le conferme dei suoi compagni di avventura, le "prove" sono talmente esili da far dubitare; ma è proprio questo a dimostrare -una volta ancora - che il messaggio è affidato agli uomini di buona volontà, a coloro i quali "vogliono" credere perché "sentono" nel loro cuore che tutto è profondamente vero.

Ed ecco i fatti: Giorgio, Tina, Paolo ed altri amici hanno avuto alcuni incontri "ravvicinati" con dei Fratelli dello Spazio, i quali hanno svelato di essere loro i cosiddetti "angeli" della Bibbia, ossia quegli intermediari e "messaggeri" di cui la Divina Volontà si è servita e si serve tuttora per manifestarsi agli uomini della Terra e per indirizzarli sulla via dell'evoluzione attraverso l'amore.

Nel corso di tali incontri, il gruppo ha ricevuto importanti rivelazioni e messaggi di estrema gravità, che toccano tutti gli abitanti del nostro travagliato pianeta. Non mancano le esortazioni a seguire le vie del bene, poiché è vicina l'ora di grandi catastrofi, dei terribili eventi di uci parla l'Apocalisse, del giorno in cui "alcuni saranno presi ed altri lasciati".

In a alcuni di questi incontri straordinari, gli amici terrestri, ai quali sono stati affidati messaggi e insegnamenti, sono stati anche ospiti dei dischi volanti e delle astronavi, che li hanno contati a visitare un lontano pianeta e a vivere esperienze meravigliose, proprio come era accaduto trent'anni prima e George Adamski.

Questi incontri e queste rivelazioni assomigliano per tanti versi - nella fenomenologia e nei contenuti - a quelli di Fatima, Lourdes, Grabandal, La Salette ed altri simili: ne rappresentano anzi, una versione adeguata ai tempi di oggi; e la lettura (ma sopratutto la comprensione) di quest'opera è importante e forse decisiva per ogni essere umano.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *