Troppo silenzio: 4 situazioni in cui tacere è negativo

di Valerio Guiggi

Capire quando parlare e quando tacere può essere tutt’altro che semplice, nelle diverse situazioni che ci troviamo ad affrontare.

In alcuni casi il silenzio parla, infatti, e dice qualcosa di noi, ma quello che trasmette può non essere positivo: per capire meglio, in questo articolo abbiamo raccolto quattro situazioni in cui il silenzio eccessivo può essere dannoso; in altre parole, situazioni in cui per il nostro bene non è corretto tacere.

1. Quando ci sono dei conflitti

Quando ci sono dei conflitti con altre persone, tacere non è mai una buona idea. Non parlare, infatti, equivale ad una sottomissione, e se sappiamo di avere ragione potremmo passare dalla parte del torto.

Certo, è importante naturalmente anche come si parla; se dobbiamo arrabbiarci e passare quindi ad un dialogo emotivo e non razionale è meglio lasciar perdere, ma nei conflitti, parlare con razionalità e spiegare le nostre ragioni è la soluzione in generale migliore.

Libri e varie...

2. Quando possiamo fornire informazioni importanti

L’omertà è uno dei problemi più gravi in tutti gli ambiti, spesso dettata dalla paura per le conseguenze che possiamo avere.

Tuttavia, quando sappiamo delle informazioni importanti, è utile fornirlea chi sono utili, specialmente se tenerle per sé può portare ad un’ingiustizia. Sse non lo facciamo, inoltre, le conseguenze saranno non solo per gli altri, ma anche per noi, sotto forma di rimorso, un peso che può durare anche anni e influire in modo pesante sulla nostra vita.

3. Quando pensiamo che quello che abbiamo da dire non sia importante

Spesso questo dipende da una mancanza di autostima, situazione in cui si pensa che le nostre parole non siano importanti.

Se le parole siano importanti o meno lo devono stabilire gli altri, non dobbiamo deciderlo noi: lo devono stabilire loro, per cui tacere non è mai una buona idea.

4. Quando dobbiamo dichiarare l’amore che proviamo

L’amore verso una persona non dovrebbe essere mai taciuto per paura di un rifiuto. Il rifiuto è un aspetto che deve essere considerato, e fa male, ma con il tempo la ferita si ricuce, mentre non parlare e non dichiararsi porta sicuramente ad un fallimento, non ha mai una conseguenza positiva. Meglio correre il rischio e avere una possibilità.

Articolo di Valerio Guiggi

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: https://psico.it/troppo-silenzio-4-situazioni-in-cui-tacere-e-negativo/2018/11/4/

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *