The Economist: Trump sta minacciando di distruggere il “Nuovo Ordine Mondiale”

I Rothschild hanno usato il loro strumento di propaganda – The Economist – per dichiarare che Donald Trump sta minacciando di distruggere il Nuovo Ordine Mondiale.

Trump alone can't dismantle US leadership of the free world

Lo strumento di propaganda del globalismo di proprietà della famiglia Rothschild, The Economist, ha bollato il presidente degli Stati Uniti come un “pericolo attuale” per il “Nuovo Ordine Mondiale” e ha affermato che gli “internazionalisti” che lo hanno formato stanno “girando nelle loro tombe”.

The Economist chiama Trump la più grande minaccia al Nuovo Ordine Mondiale “liberale” al di sopra di altre minacce come il jihadismo e il terrorismo, l’espansione della Cina comunista e l’ostilità nordcoreana. “Forse il pericolo più grande al momento, è l’incombenza di un presidente americano che disprezza le norme internazionali, che denigra il libero commercio e che flirta continuamente con l’abbandono del ruolo essenziale dell’America nel mantenimento dell’ordine legale globale”, scrive The Economist.

Infowars riporta: L’outlet globalista si riferisce a un libro intitolato “The Internationalists”, per spiegare le origini dell’ “Ordine internazionale liberale” come una mossa per “rendere illegale la guerra aggressiva”, motivo per cui deve essere “difeso come mai prima d’ora”. “L’ordine internazionale basato sulle regole e che è emerso dal disastro della seconda guerra mondiale, è stato un enorme miglioramento rispetto a qualsiasi era precedente”, afferma l’articolo.

“Eppure l’internazionalismo liberale è ora sotto attacco da molte parti. La prima dottrina americana di Donald Trump la respinge esplicitamente”. The Economist descrive in questo modo come l’amministrazione Trump vede il palcoscenico mondiale, citando un pezzo scritto da due consiglieri di Trump e pubblicato nel Wall Street Journal.

The Economist, di proprietà dei Rothschild, afferma che Trump è la più grande minaccia per il Nuovo Ordine Mondiale. “Il mondo non è una comunità globale, ma un’arena in cui nazioni, attori non governativi e imprese si impegnano e competono per il vantaggio”, hanno scritto H.R.McMaster e Gary Cohn. “Portiamo a questo forum una forza militare, politica, economica, culturale e morale senza pari. Invece di negare questa natura elementare degli affari internazionali, la abbracciamo”.

L’Economist fa quindi la strana affermazione che, nonostante sia direttamente responsabile di numerose guerre e tentativi di colpo di stato destabilizzanti in tutto il mondo, il Nuovo Ordine Mondiale è “migliore di qualsiasi alternativa”.

“Naturalmente ci sono ancora molte guerre”, afferma. “In un certo senso, il Nuovo Ordine Mondiale, che ha contribuito a rendere le guerre internazionali molto meno immaginabili, ha inavvertitamente reso possibili più guerre internazionali”.

“I paesi fragili che in precedenza avrebbero temuto di essere conquistati da vicini più potenti, possono ora cadere in preda a guerre civili o insurrezioni brutali, senza che i cattivi attori temano la perdita del territorio nazionale che cercano di controllare”. “I gruppi non statali, come lo Stato islamico (un termine improprio), possono prendere e detenere, almeno per un po’, il territorio di governi disfunzionali”. “Le guerre ben intenzionate ma mal concepite per cambiare i regimi odiosi, a volte sono andate male”.

La rivista conclude affermando che gli architetti del NWO del passato “devono girare nelle loro tombe”, considerando quanto Trump è già arrivato a fare, e che deve essere rimosso dall’ufficio per preservare il Nuovo Ordine Mondiale.

Fonte originale: https://fibrohealthnews.com/?p=397

Fonte: https://www.alienagenda.net/rothschild-donald-trump-sta-minacciando-di-distruggere-il-nuovo-ordine-mondiale/

Libri e varie...
N.W.O. NEW WORLD ORDER - L'ALTRA FACCIA DI OBAMA
Il fallimento del sogno americano
di Enrica Perucchietti

N.W.O. New World Order - L'Altra Faccia di Obama

Il fallimento del sogno americano

di Enrica Perucchietti

Con questo saggio scoprirete fino a che punto si spinge il coinvolgimento di Barack Obama nel progetto di costituzione del NWO.

Presentato come l'incarnazione del Sogno Americano, il Presidente si è rivelato invece un'abile pedina dei poteri mondialisti, disattendendo tutte le promesse elettorali. Insignito del Premio Nobel alla Pace, si è dimostrato un guerrafondaio, continuando la politica estera intrapresa dai successori.

Documenti alla mano, conoscerete le vere origini del Presidente americano, il mistero del certificato di nascita, il reclutamento dei suoi genitori nella CIA, le ombre del suo passato, la sua affiliazione alla massoneria americana e il coinvolgimento nel Club Bilderberg. Vi sveleremo le tecniche di PNL e di condizionamento mentale che Obama utilizza nei suoi discorsi pubblici; le ambiguità della sua politica estera e il fallimento delle promesse elettorali.

Un saggio straordinario che svela finalmente i retroscena che si celano dietro la figura del Presidente, tipico esempio di burattino comandato da gruppi occulti. E ancora, i maxi finanziamenti da parte di Wall Street, Multinazionali e uomini corrotti nelle sue campagne elettorali, il benestare alla diffusione degli O.G.M. e all'introduzione di microchip sottocutanei, i veri interessi che si celano dietro la sua riforma sanitaria.

Un viaggio a ritroso nella vita di Obama per capire quali sono gli obiettivi che la sua amministrazione persegue: la costituzione di un Nuovo Ordine Mondiale.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *