Futuro senza figli… Italia senza futuro

di Mario Bozzi Sentieri
Crisi economica e andamento demografico sono inscindibilmente collegati: se la popolazione non cresce, il paese si impoverisce, venendo a decrescere il prodotto interno lordo.
Intorno a questo rapporto Ettore Gotti Tedeschi, economista di area cattolica, da anni ha costruito le sue analisi sulla crisi italiana, arrivando a denunciare l’ideologia della denatalità e l’ambientalismo neomalthusiano, secondo cui  l’uomo sarebbe il cancro della natura e bisognerebbe ridurne la crescita.
Sulla stessa linea il premio Nobel, nel 1971, per l’economia Simon Kuznets, che ha studiato – già dagli anni Sessanta del ‘900 – il legame tra dinamica della popolazione e crescita economica. Ancora prima era stato un guru dell’economia del XX Secolo, John Maynard Keynes, a mettere in rapporto andamento del Pil e andamento demografico…

Vai all’articolo

I Potenti del mondo vogliono che gli esseri umani muoiano presto

Credono che la sovrappopolazione sia una piaga sulla terra e la principale causa di tutti i problemi.
Le persone più potenti al mondo, e i loro più diretti servitori, sono convinte che la sovrappopolazione sia la causa principale dei problemi della terra. Alcuni di loro hanno fatto dichiarazioni pubbliche che non lasciano dubbi sul proprio credo: gli esseri umani sono una piaga sulla terra.
Qui di seguito riportiamo alcune delle citazioni più controverse dei leader dei diversi paesi, nelle quali si promuovono idee sul da farsi per affrontare la sovrappopolazione. Eccone alcune:
L’ex consulente alla Salute del presidente Barack Obama e uno dei costruttori del progetto “Obamacare”, Ezekiel Emanuel: “Le società sarebbero migliori se la gente non vivesse più di 75 anni. È inutile sprecare risorse mediche su coloro che non possono avere un’elevata qualità della vita”

Vai all’articolo