Ospedale Pediatrico di Kiev: Quello che Sappiamo Finora e a Chi Giova il “Terrorismo dell’Indignazione”

di Alberto Fazolo
I tragici fatti dell’ospedale pediatrico di Kiev impongono una ferrea presa di posizione e il netto rifiuto di ogni strumentalizzazione. Proprio per questo motivo bisogna analizzare i fatti e disarticolare le narrazioni distorte.
La quasi totalità dei media mainstream ha parlato di una giornata di bombardamenti su Kiev in cui sarebbe stato colpito un’ospedale pediatrico causando decine di morti. I media più spregiudicati hanno raccontato di decine di bambini ricoverati uccisi dai russi. Ciò è assolutamente falso.
La notizia corretta è che c’è stato un attacco missilistico russo su Kiev che ha causato decine di morti, quasi tutti addetti di una industria militare (colpita e distrutta), poi un missile – che al momento non si sa se sia russo o della contraerea ucraina ricaduto al suolo dopo aver mancato l’obiettivo – ha colpito dei locali tecnici di un complesso ospedaliero. In questo secondo episodio (ben distinto dall’altro, cioè il bombardamento dell’industria militare) sono morti due tecnici dell’ospedale e sono rimasti feriti tre bambini ricoverati. Nessun bambino ricoverato nell’ospedale è morto. I media italiani che dicono il contrario stanno mentendo…

Vai all’articolo

Willy Duarte: stavolta il Razzismo è faticoso perfino da inventare

di Stelio Fergola
Willy Duarte è morto, e la corsa a tentare di renderlo vittima del razzismo e del fascismo è stata, come di consueto, frenetica, energica, prepotente.
Willy Duarte muore pestato a sangue da alcuni teppisti di quartiere. È di pelle scura Willy Duarte, e sono bianchi (e fanno Bianchi anche di cognome… ) i presunti aggressori, che per ora negano ogni responsabilità. Il razzismo e il fascismo vengono prepotentemente alla mente. Non per la loro esistenza, ma perché già si immagina la stampa mainstream che fa di tutto per farli sorgere dal nulla. Ma la sensazione è che stavolta ci sia poco materiale perfino per inventare.
Willy Duarte, il razzismo impossibile da tirare fuori
Willy Duarte era un ragazzo di pelle scura, come abbiamo appena detto. E a poca distanza dall’omicidio, pare l’unico elemento a cui ci si possa appellare per tirare fuori le solite manfrine sul razzismo da combattere e debellare. Ma il materiale è talmente esiguo che i giornaloni sembrano girarci intorno senza giungervi – quasi – mai…

Vai all’articolo

Fenomenologia dell’Uovo Razzista

È vero, c’è un’emergenza in Italia. È l’emergenza demenza, che ormai dilaga ovunque…
È stato rintracciato l’uovo responsabile di quello che Renzi ha definito un “brutale pestaggio razzista”, eccolo:
Ha confessato. L’ha mandato Salvini. È lui che voleva impedire alla discobola Daisy Osakue di mietere record su record e così entusiasmare Saviano e il suo clan.
L’uovo razzista sarà indagato per odio razziale dal procuratore Spataro, nota firma di “Repubblica” e poi giustiziato in padella da Mentana in diretta televisiva.
È vero… c’è un’emergenza in Italia. È l’emergenza demenza che ormai dilaga a sinistra e nei media. Solo dei deficienti, infatti, potevano trasformare il lancio di un uovo in “brutale pestaggio razzista”.
Eccone uno:…

Vai all’articolo