“Orbs”, il fenomeno delle Sfere di luce… tra scientifico e paranormale

di Eva Forte
Avete mai sentito parlare di Orbs? O magari anche senza saperne il nome, di quelle piccole sfere luminose che spesso appaiono nelle fotografie o nei video, senza però essere state percepite ad occhio nudo?
Partiamo dal nome e poi parleremo di alcune differenti teorie su questo fenomeno, che spaziano dal paranormale allo scientifico. Orb, è un termine di lingua inglese che definisce un effetto ottico che si presenta con piccole sfere (somiglianti a globi di luce) che talvolta appaiono nelle immagini fotografiche o nei filmati, pur non corrispondendo ad oggetti visibili ad occhio nudo.
Le teorie che nascono intorno a queste piccole sfere sono svariate. Le prima fotografia che le ritraeva risale a metà del 1900. Spesso, anch’io nelle mie fotografie ho trovato queste palline, pensando però fosse semplicemente il pulviscolo nell’aria. Mi sono incuriosita maggiormente vedendo un video fatto da una mia zia, in una stanza al buio…

Vai all’articolo

IL PERCORSO DI RINASCITA SPIRITUALE DI UN'ALLIEVA VICINA A MAMANI, CURANDERO ANDINO!
Hernàn Huarache Mamani, Curandero e grande divulgatore della cultura andina, ci ha lasciato importanti insegnamenti. Tra questi, il legame intenso con Pachamama (la madre Terra), la sacralità dell'elemento femminile, la donna come maestra dell'amore, la capacità di dirigere l'energia e la connessione con le proprie radici.
Lisa Corrao, l'allieva a lui più vicina, ripercorre in questo nuovo libro il proprio percorso di rinascita spirituale grazie agli insegnamenti del maestro.
È un percorso di iniziazione al seguito degli insegnamenti di Mamani.
È un invito, rivolto a tutti coloro che cercano la guarigione emotiva, mentale e spirituale, ad avvicinarsi al patrimonio di sapienza antica che costituisce la preziosa eredità ricevuta da Mamani... ›››

Ops… gli Orbs!

di Hope Mead
Non avrei mai immaginato che la mia fotocamera digitale potesse diventare un simile strumento, permettendomi di catturare in una fotografia un barlume di una realtà più grande, che è possibile sbirciare attraverso il velo del nostro tridimensionale, nonché limitato, modo di vedere.

Le macchine fotografiche (specialmente quelle digitali), riescono ad immortalare dei fenomeni che esistono in diverse parti dello spettro della luce, ma che normalmente non sono visibili ad occhio nudo. Questi fenomeni si manifestano in forme diverse, ma ciò che più comunemente appare…

Vai all’articolo