Quello che gli altri pensano di te riflette ciò che sono loro, non chi sei tu!

Quello che gli altri pensano di te

di Jennifer Delgado Suárez
I Sioux avevano un proverbio molto interessante: “Prima di giudicare una persona cammina tre lune nelle sue scarpe”. Si riferivano al fatto che giudicare è molto facile, capire è un po’ più difficile, ed essere empatici è molto più complicato. Questo si ottiene solo se si sono vissute esperienze simili.
Spesso affermiamo che gli altri ci capiscono, comprendono le nostre decisioni e le condividono, o almeno ci appoggiano. E quando non lo fanno, ci sentiamo male, incompresi e anche respinti. Naturalmente, non è colpa nostra, tutti abbiamo bisogno che in alcune situazioni qualcuno convalidi le nostre emozioni e decisioni, è perfettamente comprensibile. Ma subordinare la nostra felicità all’accettazione degli altri o prendere decisioni basandoci sulla paura che gli altri non ci capiscano, è un grosso errore…

Vai all’articolo

La Proiezione: ciò che vediamo negli altri quanto ci appartiene?

Meccanismo della proiezione

Il meccanismo psichico della Proiezione. Che cos’è? È uno dei fenomeni più discussi e rivoluzionari della mente umana scoperti dalla psicologia.
Come molti altri fenomeni psicologici, anche questo ha un fortissimo correlato neurofisiologico, legato anche ai nuclei di personalità, più o meno autonomi, chiamati in psichiatria e psicologia “Complessi a tonalità affettiva” .

Qui di seguito vari estratti molto esaustivi di noti autori, che descrivono il fenomeno della proiezione in maniera brillante, con relativi esempi.

«Se provate a indicare qualcuno, tenendo la mano dritta

Vai all’articolo