Il business Ong, l’accusa della Corte dei conti europea: miliardi di sovvenzioni senza trasparenza

di Cristiana Mangani
A tenerle in vita sono le donazioni dei privati, delle aziende, le sovvenzioni istituzionali e le campagne di crowdfunding. Le ong vivono di questo, ma anche di tutti quei soldi che vengono stanziati dall’Unione europea e che rappresentano un giro di circa 11,3 miliardi di euro.
Una fetta enorme di denaro che è stata pianificata dalla Commissione Ue, nel periodo 2014-2017, la cui esecuzione è stata affidata direttamente alle organizzazioni non governative.
Le irregolarità
Il business si basa su progetti presentati e non sul soccorso in mare, ma ha fatto scattare l’allarme della Corte dei conti europea che, nella relazione presentata qualche giorno fa, ha rilevato parecchie irregolarità nelle “modalità con le quali i finanziamenti Ue, attuati tramite Ong, per gli aiuti umanitari e allo sviluppo, per la protezione dell’ambiente, la cultura e per altre finalità, vengono tracciate e indicate”. Insomma, non c’è trasparenza e non è chiaro questi soldi dove vadano a finire, come vengano gestiti e anche a cosa vengano destinati…

Vai all’articolo

George Soros: chi sono i 14 deputati italiani al suo servizio…

Italia Oggi, ha fatto i conti in tasca al magnate e messo “nero su bianco” i nomi degli eurodeputati italiani al suo servizio.
Le elezioni europee del 2019 sono già nel mirino di George Soros, il finanziere è infatti il più potente lobbista al Parlamento europeo, dove tramite la sua fondazione “Open Society” controlla un gran numero di eletti.
Gli obiettivi politici di Soros sono chiarissimi: lotta dura a quello che bolla come “populismo”, paesi e confini aperti, frontiere spalancate. Ma Italia Oggi è riuscita a sapere quali sono i nomi degli eurodeputati italiani allineati a Soros. O al suo servizio… fate voi.
La lista è stata pubblicata da un sito di informazione: in totale si tratta di 14 nomi, 13 del Partito democratico più…

Vai all’articolo