Meluzzi: “Funivia, Vaccino, Lockdown, è tutto collegato…”

Meluzzi: “La funivia, il vaccino obbligatorio… È tutto strettamente collegato. È tutto finalizzato a colpire la libertà e la responsabilità. Se non capiamo questo non capiamo niente”.
Non si tratta di complottismi o dietrologie, secondo Alessandro Meluzzi, piuttosto di un modo di prendere coscienza della realtà per come essa si presenta ai nostri occhi. Nel suo intervento a “Un giorno speciale”, ecco cosa ha detto a Fabio Duranti e Francesco Vergovich: “L’obiettivo finale a cui si tende, è quello voluto dai padroni del vapore di questo momento della storia, che sono un gruppo di banchieri ben collegati tra di loro che governano il mondo attraverso la finanza. Il loro obiettivo è quello di realizzare Davos 2021, l’agenda 2030, cioè un mondo senza privacy, microchippato e senza proprietà privata, per cui tutto quello che va in questa direzione è utile. E tutte queste cose sono collegate tra di loro”

Vai all’articolo

A Grandi Passi si procede verso il Nuovo Totalitarismo

Come in una sceneggiatura realizzata in precedenza, il simulacro riparte con nuovi confini e misure sempre più restrittive. I blocchi nel 2020 erano solo una preparazione generale per il prossimo scenario.
Attenzione ai recalcitranti: alcuni Länder tedeschi vogliono allestire “campi di internamento” per individui che violano la quarantena. Un’idea molto mal ispirata vista la storia recente della Germania…
Negli Stati Uniti, dove il deep state politicamente corretto è tornato in vigore con un’inaugurazione presidenziale senza precedenti – protetta da 30.000 soldati della Guardia Nazionale, centinaia di membri delle unità d’élite dell’FBI, della CIA, dell’ATF, dei servizi segreti e dei polizia, su un “suono” di sottofondo fornito da Lady Gaga e Jennifer Lopez – le autorità federali hanno già imposto l’obbligo di indossare la “museruola” umana e stanno studiando per mettere i campi a disposizione della FEMA (Federal Emergency Management Agency), per internare gli scettici e altri pensatori più o meno liberi che non aderiscono alla propaganda ufficiale…

Vai all’articolo