Litigare provoca uno stress che triplica il rischio di morte per qualsiasi causa

Litigare non fa bene alla salute…
Un nuovo studio pubblicato sul Journal of Epidemiology & Community Health ha dimostrato che le frequenti discussioni con partner, amici e familiari raddoppiano (e talvolta triplicano) il rischio di morire per qualsiasi causa nella mezza età.
I più vulnerabili sono gli uomini e le persone che non hanno un lavoro. Dati che indicano che reti sociali positive e relazioni di sostegno sono ottimi promotori della salute e del benessere generali. La ricerca ha intervistato quasi diecimila persone. Nello studio sono stati coinvolti uomini e donne dai trentasei ai cinquantadue anni di età, monitorati dal 2000 al 2011…

Vai all’articolo

“Litigare fa male alla salute”… imparate ad arginare le liti

di Enza Angela Massaro
Quante volte l’ho ripetuta a me stessa questa frase, quando mi trovavo davanti una persona che mi faceva arrabbiare, mi dicevo “mantieni la calma… conta fino a dieci” e poi puntualmente, mi ritrovavo a litigarci, a perdere tempo e a volte anche la salute.
Salute a parte… si fa per dire, a volte, mi è capitato di restarci parecchio male per qualche litigio o conflitto, che è poi sfociato nella rottura della relazione, sia amicale che parentale. Più si conosce una persona, più si dovranno, quindi, cercare di evitare litigi perenni che distruggono tutto.
Le liti sono come un fiume in piena, un concentrato di aggressività repressa, in alcuni individui è facile che tale aggressività venga fuori con maggior facilità, rispetto ad altri più miti, ma non è detto che i più calmi non reagiscano… a volte, anche peggio dei “nervosi”…

Vai all’articolo

Perché le coppie litigano?

La Guerra dei Roses

Le coppie litigano perché sono convinte che si possano contrastare i comportamenti non graditi del partner attaccandolo, sgridandolo o peggio, punendolo con un atteggiamento di contrariata passività. Nulla di stupefacente. È l’imprinting genitoriale.
Prima di indagare perché le coppie litigano è doveroso fare due premesse:
1) Il litigio è una modalità comunicativa normale, diffusa e altrettanto dignitosa come qualsiasi altra. Viene osteggiata perché prevede un’apertura emotiva maggiore e quindi aumenta la vulnerabilità e la schiettezza degli individui durante la comunicazione. Litigare ha conseguenze disastrose solo nelle coppie dove la verità è nascosta dall’ipocrisia, dove si finge che tutto vada bene tranne durante i litigi quando la verità viene tirata fuori in modo violento e accusatorio. Per tutte le coppie in cui i coniugi sono onesti, tra loro il litigio non è nulla di grave o difficile da sopportare.
2) I motivi per cui…

Vai all’articolo