Quello che gli altri pensano di te riflette ciò che sono loro, non chi sei tu!

Quello che gli altri pensano di te

di Jennifer Delgado Suárez
I Sioux avevano un proverbio molto interessante: “Prima di giudicare una persona cammina tre lune nelle sue scarpe”. Si riferivano al fatto che giudicare è molto facile, capire è un po’ più difficile, ed essere empatici è molto più complicato. Questo si ottiene solo se si sono vissute esperienze simili.
Spesso affermiamo che gli altri ci capiscono, comprendono le nostre decisioni e le condividono, o almeno ci appoggiano. E quando non lo fanno, ci sentiamo male, incompresi e anche respinti. Naturalmente, non è colpa nostra, tutti abbiamo bisogno che in alcune situazioni qualcuno convalidi le nostre emozioni e decisioni, è perfettamente comprensibile. Ma subordinare la nostra felicità all’accettazione degli altri o prendere decisioni basandoci sulla paura che gli altri non ci capiscano, è un grosso errore…

Vai all’articolo

L’attenzione, come concentrazione o consapevolezza

Consapevolezza

di Tenzin Palmo
L’attenzione può essere interpretata in due modi: come “concentrazione”, ristretta e affilata come un raggio laser, o come “consapevolezza”, dove si ha una visione più panoramica.

Si potrebbe prendere ad esempio l’ascolto della musica. Se stiamo veramente ascoltando la musica, è come se ne fossimo assorbiti. Per dirla con T.S. Eliott, “la musica udita a fondo non viene udita affatto, bensì noi stessi siamo la musica finché la musica dura.” Questa è la concentrazione. Sapere invece che siamo assorbiti dalla musica, è consapevolezza. Capite la…

Vai all’articolo

Giudizio, critica, lamento. La fine.

sun light trees forest bush snow

di Giulio Achilli

Una delle pratiche di più profondo impatto che un essere umano può intraprendere al fine di riconfigurare armoniosamente l’Energia del suo Campo di Consapevolezza si costruisce e sorregge intorno a tre pilastri fondamentali.

Si tratta di una pratica che porta con sè una tale quantità di benefici che è impossibile riportarli tutti nelle poche righe di un suggerimento come questo. Una pratica che trasforma lentamente un essere umano da un ammasso limaccioso di immortale presuzione ad un Essere fiero, potente, degno di questo nome.

Non giudicare. Non…

Vai all’articolo