Il fisico Sean Carroll: “esistono Universi Paralleli e li esploreremo”

di Gianluca Riccio
Il fisico teoretico Sean Carroll è convinto che presto avremo gli strumenti per esplorare adeguatamente il Regno Quantico e gli infiniti universi che cela.
Le regole della fisica che studiamo a scuola e a cui ci riferiamo ogni giorno possono avere senso per noi, ma su scala molto ridotta quel senso si rompe del tutto. A livello quantico, il vuoto dello spazio sta bollendo con minuscole particelle che spuntano costantemente dentro e fuori l’esistenza.
Particelle minuscole che compongono i mattoni di tutto non hanno neanche una posizione prestabilita, solo un range di possibili posizioni, dettate da complesse regole di probabilità. Il fisico teorico Sean Carroll afferma che il fatto che minuscole particelle come elettroni e fotoni non abbiano un posto fisso nell’universo, è la prova che ci sono molti universi paralleli. Gli universi paralleli esiston, dice convintamente…

Vai all’articolo

Le Piramidi e la Fisica Quantistica

Dr. Cascini Sergio
Esiste un nesso tra le Piramidi e la fisica quantistica? Proviamo a spiegarlo grazie alla sincronizzazione dei metronomi.
Le forme piramidali inducono uno strano fenomeno sull’acqua: la produzione di ultrasuoni con tono puro. Questo è quello che avviene quando l’acqua scorre sotto le formazioni piramidali, ma per quale motivo si possono fare solo ipotesi. Per spiegare questo fenomeno dobbiamo introdurre il concetto di fisica quantistica, in quanto la fisica attuale la “fisica classica” non riesce nell’intento. Per questo, sono partito da un semplice esperimento che visivamente può introdurre il concetto di fisica quantistica.
Se prendiamo 5 metronomi e li facciamo oscillare su un piano fisso, per esempio un tavolo, ognuno dei 5 avrà una sua propria oscillazione autonoma ed avremo solo la produzione di un tic tac ripetuto per tempi diversi in maniera sfasata. Ma se prendiamo i 5 metronomi e li poniamo su un una barra di legno con base oscillante, notiamo che dopo pochi secondi non abbiamo un rumore, ma tutti i metronomi oscillano con la stessa frequenza, è un miracolo? No, da un rumore abbiamo ottenuto una frequenza pura che accomuna tutti e 5 i metronomi; ciò è dovuto al fatto che il primo metronomo comunica la sua oscillazione al pezzo di legno della base oscillante, che lo ritrasmette agli altri metronomi, finché l’oscillazione di tutti i metronomi risultea essere in fase. Ecco la creazione spontanea di coerenza…

Vai all’articolo

“Il mondo danza” – intervista a Emilio Del Giudice

Intervista a Emilio Del Giudice
Vi proponiamo il testo ed il video di una breve intervista fatta a Emilio Del Giudice nel 2013, che abbiamo intitolato “Il mondo danza”, dove emerge il senso profondo del suo animo di Scienziato e Filosofo.
Il mondo danza
In effetti il concetto di immobilità è un’astrazione, perché l’immobilità nella natura non esiste. In natura esiste il movimento. Tutto ciò che esiste si muove. L’immobilità intesa come assenza di movimento è un’astrazione mentale, che corrisponde al limite di movimenti infinitamente lenti, infinitamente piccoli.
Soli o insieme
Il paradigma della fisica classica, inaugurato nel Rinascimento da Galileo e da Newton, è un paradigma che si fonda sul concetto di corpo isolato e quindi di corpo privo di movimento. Questo paradigma è in contrasto già, per esempio, con il filone Epicureo della cultura greca, ne cito solo uno… ma non è l’unico, in cui invece materia e movimento sono intrinsecamente legati. Questo filone viene recuperato con la moderna fisica quantistica, nata all’inizio del “900, in cui la materia non è separabile dal movimento…

Vai all’articolo

I fenomeni di Sincronismo secondo la Fisica Quantistica

Quando si verificano coincidenze sorprendenti, ci sembra di essere connessi con il mondo intorno a noi in modo misterioso.
Ad esempio, come quando pensi ad una canzone che non senti da anni, e in quel preciso istante la danno alla radio. In questo caso, la tua mente sembra connessa con il mondo che ti circonda, la coincidenza si verifica cioè tra uno stato mentale e uno stato fisico. Le coincidenze si verificano però anche tra la psiche di due persone. Ad esempio: tu e un tuo amico comprate nello stesso momento involontariamente la stessa camicia.

“I fenomeni di sincronismo sono caratterizzati da una coincidenza significativa che si verifica tra uno stato mentale (soggettivo) e un evento del mondo esterno (oggettivo)”, spiegano il dottorando Francois Martin, del Laboratorio di…

Vai all’articolo