Promemoria di quello che è Realmente accaduto in Italia

di Claudio Martinotti Doria
Come ho affermato fin dagli albori della narrativa del regime politico sanitario dispotico e distopico, la maggioranza dei morti l’hanno causata con la loro gestione della pandemia.
Se non avessero terrorizzato mediaticamente la popolazione per favorire il business di Big Pharma, se l’avessero trattata come l’influenza del 2016/17 (che aveva fatto più morti), cioè lasciando fare il loro mestiere ai medici con le cure domiciliari e alle strutture sanitarie, senza nessuna ingerenza politica, avremmo avuto molti meno morti, non ci sarebbero stati gli effetti avversi dei “vaccini” (che tali non sono) e non saremmo in questa tremenda crisi economica indotta inizialmente dai lockdown…

Vai all’articolo

Vaccini, Commissario Figliuolo: “Svolta o perderemo tutto. Non buttare dosi, chiunque passa va vaccinato”

Questo articolo del Messaggero mette in evidenza il linguaggio brutale, coercitivo e offensivo ormai usato dal potere (ma non è certo l’unico… tutti i giornali infatti usano ormai il medesimo linguaggio). Si parla dei cittadini italiani come di polli da marchiare e inoculare… a questo siamo arrivati! Se non ci svegliamo non ci sarà più ritorno… È adesso il momento, dobbiamo sottrarci a tutto questo, ribellarci… tutto dipende dal nostro comportamento.
Parla il commissario Figliuolo. “È il momento della svolta o perderemo tutto, gli italiani devono essere straordinari”, dice a Che tempo Che fa, dove sembra mettere anche un punto alle polemiche per i cosiddetti “furbetti” del vaccino: “Voglio approfondire la questione delle dosi buttate. Bisogna utilizzare il buonsenso: se ci sono le classi prioritarie che possono utilizzarlo bene, altrimenti si va su classi vicine o sennò chiunque passa va vaccinato; questo bisogna fare”, afferma.
“A marzo faremo riscaldamento poi dalla seconda decade di aprile ci saranno gradualmente 500 mila vaccinazioni – ha aggiunto. Alcune regioni ora arrivano a 100-150 mila, altre no: il mio compito sarà quello di portare bilanciamento anche su altre regioni e andrò di persona a vedere”, ha aggiunto. “Dobbiamo accelerare, a settembre dobiamo arrivare all’80% di italiani vaccinati. Bisogna cambiare passo: più vaccini e più vaccinatori”

Vai all’articolo

Roma: Treno “sanitario” per “deportare” Malati Covid in altre zone d’Italia o all’estero!

Il “Treno sanitario” è dotato di personale medico ed è equipaggiato con specifiche attrezzature mediche e potrà essere messo a disposizione per la gestione di emergenze.
Nell’hub ferroviario di Roma Termini, ora abbiamo anche il “Treno sanitario”, equipaggiato per la cura e il trasporto dei pazienti durante emergenze o calamità, e il polo per le vaccinazioni per contrastare la diffusione del Covid-19. Due progetti con cui il Gruppo Fs Italiane, in collaborazione con Dipartimento della Protezione civile, Regione Lazio, Croce rossa italiana e Agenzia regionale emergenza urgenza della Lombardia (Areu), vuole contribuire alla “ripartenza” (per andare dove?…) del Paese…

Vai all’articolo

Morbillo: anche in Germania vaccinare i figli sarà obbligatorio, multe salate per chi si rifiuta

Il provvedimento di legge al vaglio del Parlamento afferma che i bambini non coperti non potranno andare a scuola. Il ministro della Salute: “Obiettivo è debellare la malattia”.
Ci si vaccina, punto e basta. In Germania non si va troppo per il sottile, decidono le autorità. I genitori che rifiutano di immunizzare i loro bambini contro il morbillo vanno incontro a multe, anche salate. La sanzione può arrivare anche a 2.500 euro. Così prevede un disegno di legge federale presentato dal ministro della salute, Jens Spahn. L’obiettivo del governo è fare in modo che il provvedimento sia approvato dal Parlamento entro fine anno, così da averlo in vigore dall’1 marzo 2022.
Cosa prevede la legge

Vai all’articolo

Obbligo Vaccinale: a Rimini 50 euro al giorno per chi non è in regola!

Ci risiamo con la “Caccia alle Streghe” e il “Totalitarismo Sanitario”… e al consiglio comunale di Rimini si sono accaniti contro i “disubbidienti”.
L’assessore Morolli: “La prossima scadenza è quella del 10 luglio e chi non vaccina il bambino potrà perdere il posto nella graduatoria”. Con 22 voti favorevoli, 4 contrari e nessun astenuto, il Consiglio comunale di Rimini ha approvato l’integrazione al “Regolamento per la definizione delle sanzioni relative alla gestione dei servizi ricreativi ed educativi per la prima infanzia 0/6 anni” delle sanzioni per chi non rispetta gli obblighi vaccinali…

Vai all’articolo

Donazione organi: 10 motivi per non firmare il modulo all’Anagrafe quando chiedi o rinnovi la carta di identità

di Marcello Pamio, a cura di Nerina Negrello
La “Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi e la Morte a Cuore Battente”, indica i motivi per non firmare il modulo all’anagrafe quando chiedi o rinnovi la carta di identità.
– Perché firmando implicitamente accetti il concetto fasullo di “morte cerebrale” a cuore battente.- Perché il modulo omette l’informazione base che l’espianto è su un vivo che ha perso la coscienza, dichiarato “morto cerebrale” sulla base di protocolli di Stato utilitaristici.
– Perché è contro la legge 91/99 art.5, che prevede un Decreto attuativo per la dichiarazione di volontà, mai emanato da 20 anni, ma sostituito con un Decreto temporaneo (Bindi, 8 aprile 2000) che ha aperto ad ogni sorta di abusi, tra cui “una scelta in comune”.
– Perché sono tuttora in vigore le Disposizioni Transitorie art.23, ovvero è consentito il prelievo, salvo dichiarazione autografa d’opposizione personale o esplicita opposizione scritta della famiglia.
– Perché la firma in Comune è per decreto facoltativa e non obbligatoria, ma nella pratica è richiesta con ricatto: “se non firmi non procede il rilascio della Carta d’Identità”. Si chiama estorsione.
– Perché a detta del Garante non firmi una dichiarazione autografa ma un “modulo-ricevuta”!?…

Vai all’articolo