“The Big Reset”, il documentario senza censura sulla Verità della Pandemia

di John Cooper
Un anno dopo la dichiarazione della pandemia globale del Covid-19, la società in cui viviamo ha subito grandi cambiamenti sociali ed economici e quasi nulla è come ci è stato detto.
Il documentario The Big Reset (18 minuti) ha lo scopo di aiutare i cittadini a capire cosa sta realmente accadendo con la “Pandemia”, i vaccini per il Covid 19 ed il Great Reset del World Economic Forum.
La tendenza dominante è quella di sottomettersi alla cosiddetta “Nuova Normalità”,  che è davvero uno stato anormale, antiscientifico e antidemocratico di libertà controllata, con il pretesto di una malattia pandemica che sta devastando il pianeta.
Un’élite ha deciso che la pressione non si fermerà finché non accetteremo le loro condizioni e non diventeremo cittadini “responsabili” ed obbedienti alle loro misure dittatoriali “temporanee”…

Vai all’articolo

È tempo di ricordare la “Carta dei Diritti Umani”

Con i tempi che corrono e il Governo italiota che sostiene i progetti delle Elite globaliste serve dei Rockefeller, dei Rothschild, di Bill Gates, di Soros ecc. (tutti assassini e fautori di crimini contro l’umanità), il mancato rispetto dei diritti umani ci incentiva a rimettere in circolazione la “Carta dei Diritti Umani”.
L’Assemblea Generale proclama la presente “Dichiarazione Universale dei Diritti Umani” come ideale comune da raggiungere da parte di tutti i popoli e di tutte le Nazioni, al fine che ogni individuo ed ogni organo della società, avendo costantemente presente questa Dichiarazione, si sforzi di promuovere, con l’insegnamento e l’educazione,  il rispetto di questi diritti e di queste libertà e di garantirne – mediante misure progressive di carattere nazionale e internazionale – l’universale ed effettivo riconoscimento e rispetto, tanto fra i popoli degli stessi Stati membri, quanto fra quelli dei territori sottoposti alla loro giurisdizione…

Vai all’articolo

Maria Laura non è più schiava dello Stato italiano: “Ecco come ho fatto”

Maria Laura Di Persio

A Dolcedo (Imperia) il primo caso di “Autocertificazione di Legale Rappresentanza”.

“È una rivoluzione, una lotta pacifica. Si sono persi di vista ormai da troppi anni i bisogni umani. La nostra è una sottile forma di schiavitù. Siamo prigionieri dello Stato. Mi chiedo perché non lo facciano tuttiOra io sono una persona umana”.

Maria Laura Di Persio, 50 anni, è la prima imperiese a sottoscrivere l’atto di Certificazione di Legale Rappresentanza. Lo ha fatto presso il suo Comune di residenza, Dolcedo. Un atto di protesta contro lo Stato Italiano, per…

Vai all’articolo