Basta un piccolo ricordo

di Mauro Vanzini
Andando verso sud, percorrevamo alcuni chilometri sulla vecchia Aurelia. Il mare era sulla destra, ci aspettava.
Era già sera, erano i profumi degli arbusti, e la nostra musica interiore, le cicale. Le file serene di alberi, ci indicavano la strada verso il nostro paradiso di sale, e i pini marittimi ci parlavano, offrendoci i loro enormi ombrelli, la loro compagnia. Eravamo insieme. Ogni istante di quel sogno, era vero, ed era eterno. Abbiamo fermato il tempo in quel luogo, in quelle sere.
Non è facile fermare il tempo. Il tempo è come una molla che oscilla avanti e indietro, senza riposo. Il tempo prima ti precede, poi ti segue veloce, attaccandosi ai tuoi pensieri esausti, trascinandoli con sé. In quel luogo, in quelle sere, volavamo sopra la sabbia…

Vai all’articolo

3 Ragazzi chiedono il secchio a un Barbone e… Guardate poi cosa accade!

Emozionante!
Un senza tetto è seduto, come al solito, per terra a chiedere l’elemosina, quando accade qualcosa di inaspettato. Un ragazzo gli si avvicina e gli chiede se può usare il suo secchio, il barbone acconsente, e inizia a suonarlo.
Poi si aggiunge un altro ragazzo e poi ancora una ragazza…. ma non vi tolgo la sorpresa. Ciò che ne viene fuori è davvero emozionante…

Vai all’articolo

La Bellezza salverà il mondo

uomo simpatico con la barba che sorride, bellezza interiore

Prendiamo in prestito la citazione del titolo da: “L’Idiota” di Fëdor Dostoevskij . In questo articolo ciò che deve essere compreso in primis, è il fatto che il termine “bellezza” non è da intendere come grazia esteriore ma come qualità interiore.
Qualità che spesso non emerge o che non viene ricercata in una persona. Per giudicare gli altri, per cercare nuovi amori, spesso ci si basa solo sull’aspetto esteriore. Ma è piuttosto la parte più nascosta e intima che cela la nostra reale bellezza. Quest’ultima si può riflettere all’esterno di ognuno di noi, donandoci un’aura positiva, rendendoci così anche più belli…

Vai all’articolo