Malati di farmaci

Per parlare dell’abuso di farmaci, prendiamo spunto dall’ultima puntata della stagione 2018-19 della trasmissione Presadiretta, che è stata dedicata proprio a questo argomento. Il servizio di Danilo Procaccianti è partito da un allevamento di maiali, nel quale un’intera stanza è dedicata ai medicinali per gli animali, tra cui molti, troppi antibiotici.

“Gli antibiotici consumati in Italia si consumano per lo più in zootecnia: il 70% del venduto è usato negli allevamenti, in misura tripla rispetto, ad esempio, a quelli francesi e sono usati non per gli animali malati, ma somministrati a tutti gli animali”, raccontava al giornalista, Simone, dell’associazione “Essere animali”.
Si danno antibiotici ai cuccioli più deboli, a quelli che sembrano più spossati, senza nessuna indicazione da parte di veterinari. L’abuso di antibiotici non avviene solo negli allevamenti di maiali, gli antibiotici si somministrano anche alle mucche, ai polli… ed è a causa di questo abuso che abbiamo creato il fenomeno della “antibiotico resistenza”

Vai all’articolo

Gli analgesici uccidono più della cocaina e dell’eroina

Abuso di analgesici

Negli Stati Uniti, i funzionari della sanità denunciano una vera e propria epidemia di decessi, provocati da overdose di analgesici oppiacei prescritti dai medici.
Negli Usa, il numero dei morti da overdose di analgesici è triplicato negli ultimi dieci anni, superando quello dei morti da overdose di cocaina e eroina. Quasi 15.000 persone sono morte nel 2008 per overdose di antidolorifici, contro i 4.000 morti del 1999, riporta il Centro federale per il controllo e la prevenzione (CDC), che ha condotto lo studio.
L’aumento della mortalità per abuso di analgesici oppiacei è diventata una vera epidemia, ha deplorato Thomas Frieden, direttore del CDC: “Questi antidolorifici, che sono in realtà dei veri narcotici, sotto un nome diverso, vengano normalmente prescritti dai medici”. “40 americani muoiono ogni giorno per overdose di analgesici, ovvero più di quelli che muoiono per abuso di eroina e cocaina”

Vai all’articolo