Svelata la ‘Sinfonia della Vita’

Come le corde di un violino, le proteine nel corpo umano vibrano in modi differenti, dando luogo a una sorta di sinfonia.

svelata la sinfonia della vitaGli scienziati lo hanno a lungo sospettato, ma ora un nuovo studio fornisce la prima prova del fatto che questo è vero. Usando una tecnica sviluppata appositamente e basata sulla microscopia a terahertz, gli scienziati dell’Università di Buffalo e dell’Hauptman-Woodward Medical Research Institute (Hwi) hanno per la prima volta osservato in dettaglio le vibrazioni del lisozima, una proteina antibatterica presente in molti animali.

Il team ha scoperto che le vibrazioni – che in precedenza si pensava si disperdessero rapidamente – in realtà persistono nelle molecole come il “suono di una campana”, spiega il docente di fisica Andrea Markelz, che ha condotto lo studio. Questi piccoli movimenti consentono alle proteine di cambiare forma rapidamente, in modo da potersi facilmente legare ad altre proteine, in un processo che è necessario per l’organismo proprio per eseguire funzioni biologiche vitali come assorbire l’ossigeno, riparare le cellule e altro ancora. La ricerca apre la strada a un nuovo modo di studiare i processi cellulari fondamentali che permettono la vita.

I ricercatori “hanno cercato di misurare queste vibrazioni nelle proteine per molti anni, fin dal 1960″, ha detto Markelz. “In passato, per arrivare a” spiare i movimenti nelle proteine “si è fatto ricorso ad ambienti e tecnologie costosi, in condizioni estremamente secche e fredde”. “La nostra tecnica invece è più facile e molto più veloce. Non c’è bisogno di raffreddare le proteine sotto lo zero o utilizzare un sincrotrone o un reattore nucleare. Tutti elementi usati in precedenza per cercare di esaminare queste vibrazioni”.

I risultati della ricerca, descritti su ‘Nature Communications’, mostrano che per osservare le vibrazioni, la squadra di Markelz si è basata su una caratteristica interessante di proteine: il fatto che vibrano alla stessa frequenza della luce che assorbono. Un po’ come i bicchieri di vetro che tremano e vanno in frantumi quando un cantante colpisce esattamente la nota giusta. “Ora possiamo cercare di capire i reali meccanismi strutturali alla base di questi processi biologici e come questi ultimi vengono controllati”, ha detto Markelz. “Il sistema cellulare è semplicemente incredibile. Si può pensare a una cellula come a una piccola macchina che fa un sacco di cose diverse: sente, legge e replica il Dna. E per tutte queste cose le proteine devono vibrare e interagire l’una con l’altra”. Componendo una sorta di sinfonia.

Fonte: http://www.notiziarioitaliano.it/index.php/salute/368850-ricerca-svelata-la-sinfonia-della-vita-catturate-vibrazioni-proteine

Libri sull'argomento
Effetto Osservatore di Massimiliano Sassoli De Bianchi
Neuro Quantistica di Ermanno Paolelli
Le Mie Invenzioni di Nikola Tesla
Mente e Cellule di John E. Upledger
Oltre la Particella di Dio di Leon M. Lederman, Christopher T. Hill
La Guarigione Spontanea delle Credenze di Gregg Braden
TECNO-UOMO 2030
Teorie e tecnologie transumaniste per la mutazione della specie
di Maurizio Martucci

Tecno-Uomo 2030

Teorie e tecnologie transumaniste per la mutazione della specie

di Maurizio Martucci

Il giornalista d'inchiesta Maurizio Martucci, già autore di "Stop 5G" e tra le voci più rappresentative dell'informazione italiana senza censura in tema di digitale e tecnologie, analizza il fenomeno del transumanesimo nella sua vasta complessità, smascherando i legami tra multinazionali dell'Hi-Tech, governi centrali e prestigiose università nella decostruzione dell'essenza ontologica, naturale e millenaria dell'essere umano.

Partendo dalle teorie ultra-darwiniane applicate al neo-malthusianesimo fino al Forum Economico Mondiale di Davos, passando dalla DARPA al programma Horizon dell'Unione Europea, dall'Agenda 2030 ONU fino ai finanziamenti per la nanomedicina, la nanorobotica, le neuroscienze e l'internet dei corpi per le connessioni neurali nell'assioma Uomo-Macchina, "Tecno-Uomo 2030" indaga senza preventive chiusure anche sul reale ma segreto contenuto dei vaccini Covid-19, nell'asserita presenza di materiale grafenico denunciato da più ricercatori indipendenti.

Maurizio Martucci scoperchia il vaso di Pandora sui reali obiettivi nascosti nella transizione digitale, obiettivi dettati nell'agenda partorita da centri occulti di potere e organismi sovranazionali che, supportati da agenzie militari, puntano alla creazione del Tecno-Uomo.

Guardare la luna senza fermarsi al dito non è una frase fatta, ma lo scopo di quest'inchiesta, scritta per far del libro un simbolico sasso da scagliare contro l'accettazione acritica per una transizione innaturale e disumana che nessuno ha chiesto né voluto. Ce la stanno imponendo, grazie al nostro silenzio-assenso. Perché pochi sanno e molti fanno fìnta di non sapere.

E lo capirete leggendo queste pagine, frutto non solo di giornalismo investigativo, ma soprattutto dell'impegno di Maurizio Martucci principalmente come cittadino attivo, come Uomo, come persona cosciente dell'importanza dell'Hic et nunc, il qui e ora dei nostri padri, un'espressione meritevole di una risposta in presenza, radicale, netta, senza mezzi termini né ambiguità.

Il Tecno-Uomo 2030 inizia adesso, dove finisce l'indifferenza verso la riprogrammazione del genere umano per far spazio a un grande risveglio spirituale. Per restare umani, in sincronicità olistica tra corpo, anima, mente e spirito, serve un sussulto d'orgoglio collettivo. Perché il fattore umano è il vero nemico dei suoi de-costruttori, l'argine imprevedibile allo strapotere tecnocratico.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *