Sul MES gli accademici italiani sono autentici ingenui… o fanno finta di esserlo

di Pasquale Cicalese

Gli accademici degli ultimi 25 anni sono autentici ingenui o fanno finta di esserlo; in questo senso, l’economista Alberto Quadro Curzio la fa da padrone da decenni. Questi, sull’Huffington Post sostiene che non bisogna avere paura del MES, purché accompagnato da Eurobond.

https://www.money.it/local/cache-gd2/4c/f3198a732ed0b3b37cdacf057d574f.jpg?1574858640

È la famosa questione del safe asset, l’asset sicuro obbligazionario che manca a livello europeo. Ora, Quadro Curzio, Prodi, lo stesso Savona, non vogliono capire che la Germania non consentirà mai la creazione di un Eurobond, perché vuole che tutti nell’eurozona comprino il bund, il titolo di Stato tedesco, da considerarsi il più sicuro e perciò stesso unico safe asset.

Un altro safe asset è quello olandese, segue quello francese, ma solo perché la Germania lo sostiene finanziariamente, tant’è che ha un’alta percentuale di debito pubblico francese. Quello italiano è in balia delle onde e così viene strutturato in modo da convincere banche italiane e risparmiatori italiani a comprare titoli di Stato tedeschi e olandesi. Titoli di Stato che hanno rendimenti negativi, cioè compri 100 ti ridanno in un decennio 77. La gente lo sa che ci perde ma compra lo stesso perché è terrorizzata dal crollo italiano ed europeo.

L’imprenditore veneto o lombardo porta i milioni in Olanda o in Germania ben sapendo che ci perde, ma almeno una buona parte è al sicuro. Con questo giochetto, la Germania ha ridotto tantissimo il debito pubblico, perché non paga interessi, anzi sono gli altri a pagare. Ma tre settimane fa è intervenuta, pare, una novità. Sembra che le banche italiane abbiano spostato 50 miliardi dalle banche tedesche, che offrono rendimenti negativi, alla Banca Centrale Europea, con rendimenti zero, dunque di per sé positivi rispetto al dato negativo.

https://img.gruppomol.it/articoli/image/soldi/1200x1200_Depositphotos_21935173_original.jpg

Ora, occorre vedere se i risparmiatori italiani, date le banche tedesche malconce, facciano lo stesso spostando i capitali, che so, dalla Germania all’Inghilterra o in Usa. Questo sarebbe un terremoto ed è per questo che l’Italia verrà ancora terrorizzata, con l’aiuto dei collaborazionisti di casa nostra. Altro che Eurobond, è una guerra tra capitali.

Articolo di Pasquale Cicalese

Fonte: https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-sul_mes_gli_accademici_italiani_sono_autentici_ingenui_o_fanno_finta_di_esserlo/29785_31887/

Libri e varie...
Il Giardino dei Libri: "Al Giardino dei Libri siamo operativi e spediamo regolarmente tutti gli ordini come sempre, anche in questo periodo".
NEUROSCHIAVI
Liberiamoci dalla manipolazione psicologica, politica, economica e religiosa (Nuova edizione aggiornata)
di Marco Della Luna, Paolo Cioni

NeuroSchiavi

Liberiamoci dalla manipolazione psicologica, politica, economica e religiosa (Nuova edizione aggiornata)

di Marco Della Luna, Paolo Cioni

Gli strumenti attraverso cui l'uomo viene dominato e sfruttato sono essenzialmente di tre tipi: giuridici, psicofisiologici e economici. Conoscerli è condizione per diventare liberi e coscienti, soprattutto ora che nuovissime tecnologie consentono ai centri di poteri che le possiedono di "craccare" il cervello e la mente.

Siete pronti a mettere di nuovo in gioco ogni vostra certezza?

Un'opera basata su aggiornatissimi progressi scientifici e su conoscenze dirette. Un indispensabile manuale di sopravvivenza e autodifesa in uno scenario di vita sempre più aggressivo e subdolo. Neuroschiavi è un'opera unica per l'ampiezza e l'esaustività delle informazioni che offre sulle tecniche di manipolazione della mente. Impossibile farne a meno. 

La premessa
La società non si autogoverna, ma è gestita - dall'esterno - attraverso strumenti sempre più evoluti. Fin dall'inizio di questo secolo, già colpito da recessione strutturale e da crescente povertà, gli Stati hanno iniziato ad attrezzarsi con strumenti psicologici ed elettronici di controllo e repressione, capaci di gestire un ampio e turbolento malcontento. Il recente progresso tecnologico aumenta sempre più il divario tra il vertice e la base della piramide sociale, dando al primo un ampio spettro di mezzi per un controllo centralizzato dell'opinione pubblica. 

La controffensiva
In uno scenario dove libertà e consapevolezza sono sempre più minacciate, è indispensabile conoscere gli strumenti che le attaccano. Neuroschiavi ha questo scopo. Il libro descrive i meccanismi di condizionamento adoperati nella storia - dal plagio religioso alla propaganda politica, dal marketing e pubblicità fino al controllo elettromagnetico - integrando il piano psicologico con quelli neurofisiologico e sociologico, ponendosi l'esigenza di studiare, comprendere e contrastare l'opera di tali mezzi, a tutela della libertà e del (possibile) benessere proprio e altrui.

Quarta Edizione Aggiornata con numerosi approfondimenti, frutto del continuo confronto scientifico e professionale tra gli autori, il pubblico e altri ricercatori.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *