Strade sicure in Italia? Sembra una battuta!

di Vanessa Seffer

Si rivedono i militari per le vie delle nostre città. Sarà una nuova riedizione dell’operazione “Strade Sicure”? Ma neanche per sogno!

Obbligo mascherina, multe e divieti: tutte le nuove regole in vigore oggi

L’operazione “Strade Sicure” era iniziata il 4 agosto 2008, sulla base della Legge 24 luglio 2008, nr. 125, che prevedeva la possibilità di impiego di personale militare appartenente alle forze armate per specifiche ed eccezionali esigenze di prevenzione della criminalità, in aree metropolitane o densamente popolate. Esigenze di di prevenzione della criminalità, appunto. Il personale delle forze armate era stato posto a disposizione dei prefetti che poteva impiegare i militari per servizi di vigilanza a siti e obiettivi sensibili, nonché in perlustrazione e pattuglia congiuntamente alle forze di polizia.

Oggi in tempi di lockdown, i militari avranno il compito di vigilare sui cittadini comuni, per inciso su quelli che non si sono messi la mascherina per strada (pericolosi criminali e untori), magari per una semplice dimenticanza. L’ “avvocato del popolo” intanto si destreggia come un campione tra troppi decreti che almeno un obiettivo lo hanno raggiunto: impaurire i cittadini e mettere alla gogna ogni comportamento non in linea con la volontà di questo governo.

Dunque nel nuovo Dpcm viene prorogato lo stato d’emergenza per la pandemia al 31 gennaio 2021, l’obbligo di mascherina all’aperto sarà esteso su tutto il territorio nazionale e per i controlli arriveranno i soldati ai quali sarà affidato il compito di multare i trasgressori con sanzioni dai 500 ai 3mila euro.

Niente militari dunque per rendere più sicure le nostre città ormai insicure, anche grazie all’aumentato numero di “risorse” non richieste, ma ben presenti sul territorio. A noi cittadini comuni obbligo di mascherine. E i comportamenti delle “risorse” chi li sanzionerà, magari in attesa di una espulsione dal suolo patrio, che ovviamente tarderà ad arrivare?

Articolo di Vanessa Seffer

Fonte: http://www.opinione.it/societa/2020/10/08/vanessa-seffer_strade-sicure-obbligo-mascherina-multe-polizia-dpcm/

COME PENSANO I RICCHI
La verità senza fronzoli
di Steve Siebold

Come Pensano i Ricchi

La verità senza fronzoli

di Steve Siebold

"Come Pensano i Ricchi" è un libro di Steve Siebold che ti svela il segreto della cosiddetta élite: le persone più ricche del pianeta!

Tra queste pagine sono spiegati il pensiero, la filosofia e l'atteggiamento delle persone che nella vita hanno avuto successo, riuscendo ad accumulare una grande fortuna.

Dopo anni di interviste agli uomini più ricchi del pianeta e di ricerche sui super ricchi di sempre, l'autore ha distillato la mentalità, le strategie e le tattiche che definiscono e costruiscono la consapevolezza della ricchezza.

Nel libro trovi 100 strategie che ti aiuteranno a sviluppare il tuo asset più importante: la mente del successo. Con quella, puoi riscrivere le regole della tua vita.

L'autore ritiene che la classe media, intesa come la stragrande maggioranza delle persone comuni, non riesce a compiere il salto di qualità necessario per vivere nell'agio a causa di uno schema mentale, acquisito durante l'infanzia, che non permette di pensare in grande e fare le mosse giuste per arricchirsi.

Pertanto, Siebold ti illustra la strategia vincente per riuscire a dare una svolta alla tua vita in termini economici, appresa dopo anni e anni di interviste e analisi degli uomini più ricchi del pianeta: capire come pensano i ricchi, fare lo stesso, e agire di conseguenza.

Con uno stile irriverente e diretto, senza censure, Steve Siebold racconta la "sua" verità su come si genera la ricchezza; mette a confronto in maniera nuda e cruda la mentalità di seconda classe, tipica della media, con quella di prima classe… l'élite!

Le differenze sono tanto numerose quanto estreme. L'élite genera profitti altissimi, perché altissimo è il suo livello, e altissimi sono i risultati che produce. Se vuoi trasformare la tua vita, devi fare un salto di paradigma che ti porti a far parte di quell'1% che fa la differenza.

L'asset più importante dei ricchi... è la loro mente!

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *