Stanno boicottando i Tamponi Salivari perché inficerebbero lo scopo del Green Pass…

di Claudio Martinotti Doria

Prima hanno soppresso le cure domiciliari, ora stanno impedendo l’uso dei tamponi salivari perché inficerebbero lo scopo del Green Pass.

Prima hanno soppresso le cure domiciliari e perseguitato e boicottato i medici che le praticavano, perché dovevano far autorizzare e inoculare i vaccini genici alla popolazione (uccidendo in tal modo svariate decine di migliaia di persone che si potevano salvare), favorendo in tal modo il business di Big Pharma e, contemporaneamente incrementando il potere dispotico di cui dispongono, grazie alla paura sociale artificialmente indotta da una pseudo-pandemia e da un virus creato in laboratorio.

Ora con lo stessa metodologia stanno impedendo l’uso dei tamponi salivari, che sono molto meno invasivi e costosi dei nasali, perché se si diffondessero non funzionerebbe più il ricatto del Green Pass, che negli scopi originali doveva indurre anche gli scettici e recalcitranti a farsi inoculare il cosiddetto vaccino genico sperimentale (chiedetevi come mai tanta insistenza a inoculare sto intruglio OGM quando ci sono le cure che funzionano).

Alle prossime elezioni, se ci saranno, evitate di recarvi a votare, piuttosto invocate a viva voce direttamente a Big Pharma di rinunciare a qualche suo manager e inviarlo a governare l’Italia. Avremmo meno ipocrisia e ambiguità, ma soprattutto ci libereremmo di questi yes man e quaquaraquà, che non sapendo fare nulla nella vita sono divenuti politicanti, o si prostituiscono sui mass media simulando di essere giornalisti, quando tuttalpiù sono addetti stampa.

Quello che infastidisce nelle dittature moderne è l’ambiguità e ipocrisia delle classi intermedie, che corrispondono esattamente ai politicanti e affini cui ho accennato. Sono solo utili idioti e servi sciocchi, ben remunerati ma inutili una volta raggiunto l’obiettivo dell’Elite dominante, e sono molto fastidiosi per noi vittime pensanti del totalitarismo.

Con le tecnologie all’avanguardia di cui dispone il vero sistema di potere per controllare i propri sudditi o schiavi (secondo il punto di vista), non occorreranno più i servi sciocchi o gli utili idioti, che saranno pertanto congedati. Siccome non sanno pensare neppure loro (l’incapacità di pensare del popolo è il presupposto essenziale di ogni totalitarismo), esattamente come le loro vittime, non lo capiranno finché non sarà troppo tardi. Quos Deus perdere vult, dementat prius.

Riferimenti: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2021/08/27/tamponi-salivari-antigenici-per-il-rilascio-del-green-pass/

Articolo del Cav. Dott. Claudio S. Martinotti Doria – blogger presente in rete dal 1996, ricercatore e divulgatore

Blog di Claudio Martinotti Doria: http://www.cavalieredimonferrato.it/

Claudio Martinotti Doria

Claudio Martinotti Doria

Claudio Martinotti Doria è un creativo specializzato in progetti turistico culturali e sociali, fin dall’adolescenza impegnato nel volontariato, dispone di una sensibilità umana ed una formazione piuttosto ecclettica che lo hanno indotto ad occuparsi soprattutto di scienze umane e di frontiera applicate alla vita quotidiana, per motivare e sostenere le persone, soprattutto in difficoltà, per aiutarle tramite l’arte maieutica a riscoprire le proprie radici e le vere cause del proprio malessere, per recuperare le energie latenti e reindirizzare le potenzialità verso nuovi orientamenti e traguardi vitali, al di fuori del giogo del condizionamento massivo cui tutti siamo sottoposti, ordito da un sistema aberrante che alimenta le paure per soggiogare e sottomettere la popolazione ad un consumismo ossessivo ed autodistruttivo. Una trappola, una sorta di matrix che si fonda principalmente sulla manipolazione finanziaria delle leggi economiche ed etiche naturali e sulla gestione monopolistica del denaro disonesto (di carta). Solo la consapevolezza di essere intrappolati ed ingannati potrà consentire di ricercare la verità e la libertà.

Fonte: www.cavalieredimonferrato.it

Libri e varie...
VACCINAZIONI: ALLA RICERCA DEL RISCHIO MINORE
Immunizzarsi della paura, scegliere la libertà
di Eugenio Serravalle

Vaccinazioni: alla Ricerca del Rischio Minore

Immunizzarsi della paura, scegliere la libertà

di Eugenio Serravalle

Un libro di dubbi, che analizza le fonti in modo scientifico, e lascia il lettore libero di dare la sua personale risposta alla domanda:

Vaccini SI o NO?

Dei 29 Paesi europei (i 27 dell'UE più Norvegia e Islanda) 15 non prevedono alcuna vaccinazione obbligatoria mentre gli altri 14 ne hanno almeno una.

L'Italia rientra in quest'ultimo gruppo, ma con la tendenza, negli ultimi anni, a un aumento del numero dei vaccini per ragioni non sempre riconducibili all'obiettivo di tutelare la salute dei bambini.

La vaccinazione dell'epatite B è stata resa obbligatoria nel 1992 dall'allora Ministro De Lorenzo, in seguito a una tangente pagata dalla ditta produttrice del vaccino; le ASL hanno di recente introdotto incentivi economici a favore dei medici per ogni vaccino somministrato; l'allarme meningite è stato lanciato l'anno in cui statisticamente si sono registrati meno casi; l'invenzione della presunta pandemia da parte di organismi internazionali preposti alla vigilanza della salute ha incrinato definitivamente la fiducia dell'opinione pubblica nella loro credibilità.

Oltre a fornire informazioni mediche che tutti i genitori dovrebbero possedere prima di vaccinare, Eugenio Serravalle ripercorre anomalie e problemi della politica sanitaria di questi ultimi decenni; a voce dei pazienti, quella di chi ha vissuto in prima persona le conseguenze devastanti di scelte sanitarie operate spesso senza cautela e senza tutele per le famiglie coinvolte.

Limitarsi alla denuncia non basta, e per questo l'autore vuole anche rispondere in modo puntuale e concreto alla domanda dei suoi pazienti: "Cosa farebbe, se fosse Ministro della Salute?"

Spesso acquistati insieme

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.