Spazio, quei Segnali Misteriosi provenienti da un’altra galassia: una Civiltà Aliena sta lanciando messaggi?

Dietro i misteriosi segnali dello spazio profondo che chiamiamo fast radio burst (Frb) sembra esserci uno schema ben preciso. I ricercatori del Canadian Hydrogen Intensity Mapping Experiment, hanno per la prima volta trovato un Frb che si ripete su un ciclo regolare.

https://images.wired.it/wp-content/uploads/2017/01/05133102/1483615861_segnali-radio.jpg

Gli studiosi hanno scoperto che ogni 16.35 giorni il segnale chiamato FRB 180916-j0158 + 65, segue uno schema simile: per 4 giorni emette uno o due scoppi all’ora per poi non farsi sentire per 12 giorni. Questo modello è “un indizio importante sulla natura di questo oggetto”, scrivono i ricercatori su arXiv.

Gli scienziati non sanno ancora spiegare gli Frb. Sappiamo che si manifestano come impulsi radio transitori, con durata di pochi millisecondi. Si tratta di lampi molto luminosi provenienti da regioni del cielo esterne alla Via Lattea. L’unica cosa che sembra certa sulla loro origine è che provengono da un posto molto estremo e insolito. Da qui può nascere ogni sorta di speculazione, da una civiltà aliena che ci invia messaggi a una stella che cade in un buco nero. FRB 180916-j0158 + 65 sembra provenire da una enorme galassia a spirale, a circa 500 milioni di anni luce di distanza. Ma ci sono pochi altri indizi sui processi che potrebbero averlo generato.

Il fatto che si ripeta in un periodo prevedibile potrebbe suggerire che provenga da un sistema binario, poiché anche altri oggetti nello spazio che mostrano caratteristiche simili tendono ad essere sistemi binari. L’oggetto potrebbe essere fatto oscillare da una stella o da un buco nero e le esplosioni periodiche potrebbero indicare quello che l’oggetto sta affrontando in quei tempi. Potrebbe anche essere possibile che venti o interruzioni delle maree dal buco nero, blocchino il segnale durante i periodi di silenzio. È un mistero, su cui gli scienziati continuano a indagare.

Fonte: https://www.liberoquotidiano.it/news/scienze—tech/13564070/spazio-segnali-misteriosi-provenienti-altra-galassia-civilta-aliena-messaggi.html

Libri e varie...
IL LIBRO CHE DICE LA VERITà
di Claude Vorilhon "Rael"

Il Libro che dice la Verità

di Claude Vorilhon "Rael"

Un giornalista francese ventisettenne, Claude Vorilhon, ha incontrato degli extraterrestri provenienti da un lontano pianeta, gli Elohim. Questi gli hanno dato il nome di Rael e gli hanno comunicato importanti messaggi, che gettano una nuova luce sull'interpretazione di molti passi biblici e di numerosi avvenimenti dell'antichità.

La stessa Bibbia, nella Genesi, parla dell'opera degli Elohim. Infatti dice: "Il primo giorno Elohim fece questo, il secondo giorno Elohim fece quello, ecc.". Questo termine, Elohim, è stato erroneamente tradotto come Dio, mentre in ebraico significa "quelli che sono venuti dal cielo" ed è, per di più, plurale. L'uomo, quindi, sarebbe stato creato scientificamente molto tempo fa, proprio da altri uomini venuti da un altro pianeta: gli Elohim, appunto. Tutte le altre rivelazioni sono conseguenti a questa prima. Gesù, ad esempio, sarebbe nato dall'unione di uno degli Elohim con una figlia della Terra, e il suo compito era quello di preparare l'umanità all'avvento di questa epoca l'età dell'Apocalisse, o della Rivelazione. Anche Mosè, Buddha, Maometto e tutti gli altri profeti sarebbero stati inviati dagli stessi extraterrestri: gli Elohim.

Dal 1945, afferma Rael, siamo entrati nell'età dell'Apocalisse, come stanno a dimostrare i segni che la Bibbia previde e che tutti attendono: il popolo di Davide ritrova il suo paese (creazione dello Stato di Israele), i ciechi possono vedere (in America è stata realizzata una protesi elettronica), l'uomo porta la sua voce al di là degli oceani (satelliti per telecomunicazioni) e si rende simile a Dio: infatti alcuni studiosi indiani hanno creato geni animali sintetizzati, mentre gruppi di ricercatori americani sono riusciti a produrre geni umani artificiali.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *