Si può dimagrire senza sacrifici?

Paul McKenna, uno dei più grandi ipno-terapeuti (inglese) attualmente vivente che ha compiuto prodigi in vari campi della psiche umana, curando disturbi di varia natura, sostiene che è possibile dimagrire senza sacrifici.

Come dimagrire senza sacrificiLe strategie suggerite da Mckenna sono molto efficaci e riportano ad un rapporto più naturale e sano con il proprio corpo e con il cibo. Sono una prova di quanto la propria mente può influire sul proprio corpo e sul proprio spirito.

Vi sono 4 regole per dimagrire senza sacrifici, vediamole una ad una:

REGOLA 1) Mangia solo quando hai “davvero” fame.

La fame nervosa o la voglia di qualcosa in particolare, non sono un bisogno di cibo e non vanno prese in considerazione; la fame nervosa è improvvisa e spesso si riduce ad una disidratazione del corpo, tanto è vero che in questi casi è consigliato bere uno o due bicchieri d’acqua per farla sparire. Nel caso questa voglia non si plachi, esiste una procedura basata su EFT per far passare queste voglie nervose.

REGOLA 2) Mangia cosa desideri e non cosa devi.

Se desideri, ad esempio, un piatto di patate fritte ed un gelato, mangiali! Il tuo corpo ti sta mandando dei messaggi chiari su cosa ha bisogno. Non mangiare l’insalata per scrupolo.

Sì, lo so cosa ti stai domandando… ma allora se mangio queste schifezze, poi la mia alimentazione è sbilanciata? NO! Perché poi il tuo organismo arriverà ad un punto da non desiderare più queste cose per un periodo e a te verrà voglia in modo naturale di mangiare alimenti più sani.

Libri e varie...

REGOLA 3) Mangia lentamente, mastica e gustati ogni boccone senza fare altre attività inutili.

Oggi mangiamo sempre di fretta e spesso non siamo nemmeno consapevoli di cosa mangiamo! Impariamo ad ogni boccone a posare forchetta e coltello od il cucchiaio (oppure posando il panino ad ogni morso), cercando di masticare e gustare cosa abbiamo in bocca ed osservando i colori e l’aspetto di cosa mangiamo… non hai idea di quanto sia importante coinvolgere tutti i sensi in ogni attività per il nostro cervello!

C’è gente che guarda la tv, parla, legge, fuma e fa le peggio cose mentre mangia! Sembrerà strano, ma il cervello riesce a fare bene una sola cosa per volta (eccetto le azioni inconsce ormai incamerate: ad es. guidare e parlare) e quindi ha necessità di concentrarsi su cosa sta facendo, per meglio assimilare e non sprecare energie inutili.

REGOLA 4) Abolisci la teoria del “piatto pulito”.

Quando non hai più fame, fermati e smetti di mangiare! Non terminare quello che hai nel piatto ad ogni costo. Basta con la vecchia storia popolare dei bambini dell’Africa che muoiono di fame; che importa a loro se te finisci tutto e diventi 120kg mangiando anche quello che non desideri perché sei ultra pieno? Cambierà la loro condizione? Non credo proprio. Occorre ben altro per aiutarli! Non aspettare di essere pieno come un uovo per smettere di mangiare, smetti quando non hai più fame! Se invece hai ancora fame, mangia!

Queste regole per dimagrire, funzionano realmente? Certo, occorre però ricordarsi di applicare le regole almeno per 21 giorni (tempo minimo considerato necessario per consolidare una nuova abitudine).

Non a caso, assieme al libro viene fornito un CD per riprogrammare il proprio subconscio ad applicare le regole con facilità.

Tratto da: libro + CD di Paul McKenna, “Posso farti dimagrire”

Fonte: http://laviadeisogni.it/blog/2009/03/02/si-puo-dimagrire-senza-sacrifici-parte-2/

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.