Riflessologia Plantare, i benefici che non ti aspetti

di Manuela C.

Quali sono i benefici della Riflessologia Plantare? Alcuni possono essere inaspettati.

Quali sono nel dettaglio i benefici di questa pratica? Con il termine di riflessologia plantare si intende una tecnica terapeutica alternativa o complementare, che si affianca ai trattamenti tradizionali di una patologia. Alla base di questa metodica olistica c’è la medicina tradizionale cinese antica: si tratta di un massaggio che, in realtà, è una forma di microstimolazione. Precise zone di mani e piedi, chiamate “zone riflessogene”, vengono stimolate, compresse e massaggiate in modo da diagnosticare, prevenire e curare alcune malattie.

Senza scendere troppo nel dettaglio, la riflessologia plantare si basa sul fatto che le zone riflessogene di mani e piedi corrispondono a organi o parti del corpo. Per esempio, ogni zona del piede è collegata tramite terminazioni nervose a una zona della colonna vertebrale la quale, a sua volta, è in contatto con un organo.

Riflessologia Plantare: per cosa è indicata?

La riflessologia plantare, tramite il suo massaggio, tende a ridurre congestione, tensione e infiammazione. Tramite le sedute di riflessologia, queste tre entità vengono gradualmente ridotte in modo da ritrovare l’equilibro del corpo. Questi sono alcuni dei casi in cui viene usata la riflessologia plantare:

  • mal di testa
  • cervicale
  • mal di schiena
  • dolore ai seni nasali
  • problemi alle ginocchia
  • artrosi
  • problemi dermatologici
  • asma
  • disturbi legati alla menopausa
  • disturbi gastroenterici
  • insonnia
  • smettere di fumare
  • crampi
  • cistite
  • cellulite
  • stress
  • ansia

In generale, la riflessologia permette di rilassarsi, depurarsi, ridurre i dolori e migliorare la circolazione sanguigna e linfatica. Ovviamente, prima di decidere di tentare la strada della riflessologia plantare, è sempre bene consultare il proprio medico: eventuali sintomi e disturbi vanno approfonditi per capirne le cause, prima di impostare una terapia.

Articolo di Manuela C.

Fonte: https://www.benessereblog.it/post/191960/riflessologia-plantare-benefici

Libri e varie...
RIFLESSOLOGIA PLANTARE  - MANUALE 1
Metodo W. H. Fitzgerald
di Paola Giulianetti

Riflessologia Plantare - Manuale 1

Metodo W. H. Fitzgerald

di Paola Giulianetti

Il riflesso è una risposta involontaria, innata, ad uno stimolo sensoriale, per lo più superficiale, impresso su un recettore nervoso.

Tutto il corpo umano è sede di punti riflessi sui quali è possibile agire per alleviare dolori e tensioni; esistono però zone in cui le concentrazioni nervose sono più massicce, queste zone sono collocate nelle parti più periferiche del corpo: la testa, le mani e i piedi che costituiscono i terminali di quel meraviglioso computer che è il nostro organismo.

La moderna riflessologia plantare occidentale riconosce la paternità del dott. William H. Fitzgerald, un medico americano, che ipotizzò la presenza di una mappa del corpo umano sia sui piedi che sulle mani, codificandone le prime corrispondenze di carattere anatomico e la utilizzò come supplemento della sua normale pratica medica.

Questa tecnica si basa sul principio che ogni aspetto della vita dell'individuo influisca sul benessere e sulla salute della persona, ed opera nell'intento di riequilibrare l'intero organismo al fine di stimolarne le capacità di autoguarigione.

La Riflessologia Plantare non va intesa come alternativa alle normali procedure medico-sanitarie, ma come aiuto naturale complementare. Ai giorni nostri è utilizzata come metodica di valutazione e riequilibrio. E' un ottimo strumento per leggere i messaggi del corpo e giungere a quello stato di autoconoscenza che è alla base della condizione di "ben-essere".

E' stata inserita a pieno titolo nell'ambito delle attività per la promozione e la conservazione della salute, denominate "Discipline del Benessere e Bio-Naturali".

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *