L’origine aliena degli scacchi e il tour in astronave del presidente Ilyumzhinov

Kirsan Nikolayevich Ilyumzhinov è un uomo d’affari e politico multi-milionario. È stato il presidente della Repubblica di Kalmykia – l’unica repubblica buddista russa presente in Europa – dal 1993 al 2010.

Kirsan Nikolayevich Ilyumzhinov

Kirsan Nikolayevich Ilyumzhinov

Dal 1995 Kirsan Nikolayevich Ilyumzhinov è il presidente della FIDE – Federation Internationale des Echecs, l’organizzazione scacchistica internazionale che si occupa di assegnare i titoli e le categorie internazionali e di dare mensilmente la graduatoria a punti. Oltre alla sua lingua nativa, il Kalmyk, Ilyumzhinov è in grado di parlare correntemente russo, inglese, giapponese, cinese, mongolo e coreano.

Recentemente, l’eccentrico personaggio ha attirato l’attenzione di tutto il mondo, descrivendo un suo contatto personale con una razza extraterrestre. Egli ha sostenuto di essere stato gentilmente prelevato nel 1997 da questi alieni, per un tour della galassia nella loro astronave. Ilyumzhinov rilasciò queste dichiarazioni nel corso di un’intervista televisiva del 2010.

Libri e varie...

Nel 2010, il parlamentare russo Andre Lebedev chiese al presidente Dimitry Medved di istituire una commissione di inchiesta sulle dichiarazioni di Ilyumzhinov, chiedendosi se un personaggio del genere fosse adatto a governare.

La preoccupazione di Lebedev non nasceva dalla possibile infermità mentale di Ilyumzhinov, ma dal fatto che costui avrebbe potuto rivelare alcuni segreti di stato agli alieni. Nella lettera indirizzata a Medvedev, il parlamentare russo ha anche chiesto se esistessero delle linee guida ufficiali nel caso in cui un funzionario del governo, dovesse entrare in contatto con gli alieni, e soprattutto se i funzionari hanno accesso ai segreti di Stato.

Nell’intervista rilasciata nel 2010, Ilyumzhinov ebbe a dire che gli alieni erano giunti sulla Terra con lo scopo di prelevare campioni e che, durante il suo soggiorno sull’astronave aliena, si sia intrattenuto in discorsi molto vari con gli extraterrestri.

L’uomo d’affari milionario ha la reputazione di essere un personaggio molto eccentrico. In qualtà di presidente della Federazione mondiale degli Scacchi, spese decine di milioni di dollari nella repubblica di Kalmykia (una delle più povere della Federazione Russa) per costruire la “Mecca” dei giocatori di scacchi, un intero villaggio per ospitare tornei internazionali.

Secondo un articolo del ‘The Indipendent’ pubblicato nel 2010, Ilyumzhinov dichiarò che il gioco degli scacchi è di origine “cosmica”, cioè verrebbe dallo spazio! “Alcuni scavi archeologici hanno dimostrato che il gioco degli scacchi era conosciuto secoli fa in tutti i continenti. Come ha fatto a diffondersi in tutto il mondo se Internet non esisteva ancora? Ciò significa che è stato ‘donato’ da qualcuno”, spiega lo stesso Ilyumzhinov.

Inoltre, ha anche detto che “esiste una qualche tipo di codice nel gioco degli scacchi. Non è un caso che alle 64 caselle sulla scacchiera corrispondano 64 codoni nel DNA umano”. Precisa lo stesso Ilyumzhinov: “Non sono malato. Sono psicologicamente normale. Non ho ritenuto di nascondere il mio contatto con gli alieni, anche se sapevo che la gente avrebbe riso di me e avrebbe detto che ero pazzo”.

Secondo la ricostruzione offerta dal ‘Sydney Morning Herald’, Ilyumzhinov vide un tubo semitrasparente posizionato sul suo balcone e entrandovi, incontrò un umanoide in una tuta spaziale gialla. “Spesso mi viene chiesto quale lingua ho usato per parlare con loro. In verità, era una forma di comunicazione mentale”, ha dichiarato in un’altra intervista rilasciata in un programma televisivo. “Mi hanno fatto indossare una tuta spaziale e mi hanno portato presso una sorta di stella. Volevano dimostrarmi che essi esistono. Mi hanno anche detto che vengono a visitarci da moltissimo tempo e sono preoccupati per il nostro pianeta, che reputano un essere o entità vivente”.

Fonte: http://ilnavigatorecurioso.myblog.it/2012/12/20/l-origine-aliena-degli-scacchi-e-il-tour-in-astronave-del-pr/

Libri e varie...
GLI EXTRATERRESTRI MI HANNO PORTATO SUL LORO PIANETA
di Claude Vorilhon "Rael"

Gli Extraterrestri mi hanno Portato sul loro Pianeta

di Claude Vorilhon "Rael"

Claude Vorilhon Rael, giornalista francese, ha incontrato gli extraterrestri provenienti da un lontano pianeta, gli Elohim.

Questi gli hanno dato il nome di Rael e gli hanno comunicato importanti messaggi, che gettano una nuova luce sull'interpretazione di numerosi passi biblici e di molti avvenimenti dell'antichità.

Rael ha raccontato il suo primo incontro con gli Elohim, ed ha riportato il loro primo messaggio nel suo primo libro, "Il libro che dice la verità". Rael è "il messaggero", o "colui che porta la luce", per gli Elohim, i quali lo hanno scelto come loro ambasciatore sulla Terra.

Nel "Libro che dice la verità", il primo messaggio ricevuto dagli extraterrestri, Claude Rael conferma e corregge il contenuto della Genesi. È vero cioè che l'uomo è stato creato, ma dagli Elohim ("coloro che vengono dal cielo", termine che è stato tradotto, erroneamente, dai primitivi, con la parola "Dio"). Essi hanno creato scientificamente l'uomo a loro immagine grazie ad avanzatissimi procedimenti scientifici, di cui sono padroni. Allo stesso modo, Mosè, Elia e Gesù Cristo furono scelti dagli Elohim per diffondere sulla Terra dei messaggi che troveranno conferma quando arriverà l'Era dell'Apocalisse o Rivelazione, quella cioè nella quale viviamo attualmente.

Questo volume costituisce la seconda parte del "Libro che dice la verità". Rael ha incontrato di nuovo questi extraterrestri nell'ottobre del 1975, nel Pèrigord; questa volta lo hanno portato con il loro "disco volante" sul pianeta dove essi vivono, e dove egli ha scoperto cose prodigiose che riporta in questo libro e che concernono tutti gli uomini all'avvicinarsi dell'anno 2000, epoca dell'Apocalisse.

Inoltre, a Rael è stato affidato un secondo messaggio rivolto all'umanità terrestre. È importante prendere conoscenza di questo fantastico messaggio di pace e di fraternità, inviato a tutti gli uomini della terra da esseri che ci osservano e sperano che noi allontaneremo la violenza e faremo di tutto per dimostrare che vogliamo accoglierli con l'amore che è loro dovuto.

...

Un commento

  1. Io credo alle rivelazioni del presidente Ilyumzhinov:kl se gli scacchi erano già conosciuti nell’antichità tra popoli molto lontani e senza contatti di relazione, bisogna pensare che potrebbero avere un’origine aliena…bisogna valutare e studiare bene tutte le notizie passate e presenti che ci sono presentate e senza paura approfondire le prove esistenti con persone preparate specificatamente in questo settore.
    Adriana Quattrino
    Presidente della Federazione degli Stati Uniti dell’Umanità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *