“Non entrerete nel Regno dei Cieli se non tornerete come bambini”

di Simone Boscali

È stata una piccola esperienza personale e familiare, a riconfermare ancora una volta in me che il bambino, nella sua vicinanza all’Origine, tende normalmente al Bene e che è solo l’influenza degli adulti a impiantare e alimentare in loro dei falsi ego.

Bambini giocano feliciPochi giorni fa ero al lago con la famiglia e stavo vicino alla mia bambina mentre si dondolava sull’altalena senza, ovviamente, troppi pensieri se non quello di spingersi fin dove voleva e divertirsi. Poi un altro bambino che sembrava appena più grande, accompagnato dalla mamma, si è messo a giocare sull’altalena a fianco.

I due bimbi hanno iniziato a guardarsi e a sorridere e sembrava che tutto dovesse andare per il meglio, fino a che la mamma del bambino non gli ha detto “Dai che ti batte!” e poi “Su che uomo sei, che lei va più in alto di te!”. Non importa quanto la mamma stesse sorridendo o quanto stesse pronunciando alla leggera quelle parole. Il bambino all’improvviso è stato distolto dal divertimento e spronato a competere. E allora ha iniziato a spingersi sempre di più in alto, guardando continuamente dove fosse mia figlia.

Libri e varie...

Ma l’ego che gli era stato forzosamente impiantato è stato frustrato, poiché la mia bambina era sempre un poco più in alto, mentre la mamma, di quando in quando, lo invitava a far meglio. Peccato che la signora non abbia notato, essendo suo figlio un po’ più alto e quindi con la gambette più lunghe, che il piccolo non poteva spingersi al massimo, essendo l’altalena molto bassa e non avendo quindi agio per piegare correttamente le gambe quando passavano vicino alla terra.

Bambina in altalenaLa mia invece di tanto in tanto mi guardava sorridendo e dicendomi “Papà, guarda come sono più in alto!” ed io, con discrezione ma a voce abbastanza alta per farmi sentire dall’altra signora “Piccola, spingiti dove vuoi, per il papà basta che ti diverti”.

Poi arriva anche il papà del bambino il quale, non riuscendo proprio a spingersi troppo in alto, a vincere, a essere uomo, secondo i parametri della mamma, inizia a rivolgere delle pernacchie a mia figlia, attirandosi i rimproveri del padre. E così fino a che il piccolo non si è stancato di giocare.

Nel giro di pochi minuti, le contraddizioni tutte interne al perverso mondo degli adulti, hanno riprodotto in un bambino innocente tutti i più nefasti ego che poi, crescendo, saranno destinati a riflettersi in ogni ramo: la vita affettiva, quella sociale, il lavoro e magari anche la politica, la guerra, lo sfruttamento.

Un bambino che aveva solo voglia di giocare è stato spinto a competere vedendo nell’altro (o nell’altra, nel caso specifico) non qualcuno con cui condividere un divertimento illimitato, ma un avversario al qualche andava tolta una fetta di felicità per poter accrescere la propria… ti batteche uomo sei

Quando questo falso ego col quale il bimbo era stato spinto a identificarsi è uscito deluso dal confronto, esso ha prodotto la reazione più comprensibile, ossia schernire l’avversario. E questo ha causato una nuova frustrazione, perché la reazione emotiva del bimbo gli ha causato un nuovo, e per lui incomprensibile, rimprovero e quindi il distacco dal genitore.

La competizione che prevale sulla cooperazione, l’appropriazione sulla condivisione, l’alienità sull’alterità. Quante volte vediamo questi atteggiamenti egoici che prevalgono nei bambini solo a seguito di una spinta da parte dell’adulto? E quali sono le conseguenze dell’identificazione di sé coi falsi ego nella vita adulta? Identificarsi nella (dannosa) competizione con l’altro e uscirne perdente, fa del sé un perdente che cercherà riscatto. Uscendone vincente, fa del sé un vincente che cercherà di reiterare il risultato egoistico della “vittoria”.

Non entrerete nel Regno dei Cieli se non tornerete come bambini

Ma ogni insegnamento necessario ci è già stato lasciato… “Non entrerete nel Regno dei Cieli se non tornerete come bambini”.

Articolo di Simone Boscali

Fonte: http://arcadianet.blogspot.it/

Libri e varie...
NON TRADIRE TUO FIGLIO
Le indicazioni rivoluzionarie per crescere tuo figlio libero di essere se stesso, e al massimo della sua creatività e spontaneità
di Osho

Non Tradire Tuo Figlio

Le indicazioni rivoluzionarie per crescere tuo figlio libero di essere se stesso, e al massimo della sua creatività e spontaneità

di Osho

In questo libro Osho, con il suo inconfondibile stile diretto, tagliente e controverso, fornisce la via per la vera educazione dei bambini e degli adolescenti.

Tuo figlio sta crescendo libero di essere se stesso e si fida di te oppure viene represso ed è infelice?

Basta poco per togliere a tuo figlio la spontaneità e per limitare la sua innata genialità, per privarlo della sensazione di sentirsi libero di esprimersi e di potersi sempre fidare di te.

Purtroppo la società da sempre ha messo in atto comportamenti per cercare di omologare tutti i bambini, per renderli passivi togliendo loro la gioia di vivere e negandogli l'opportunità di vivere delle proprie passioni e di esprimere al massimo le proprie potenzialità.

Il risultato? Una società di adulti diventati robot: da un lato infelici perché la loro creatività è stata uccisa nell'infanzia da metodi educativi repressivi e dall'altro depressi perché non stanno vivendo la loro vita, sono stati deviati a vivere quella che gli altri hanno deciso per loro!

Come puoi evitare che tuo figlio diventi un altro robot infelice? Come puoi crescerlo senza paure, senza condizionamenti, al massimo della sua creatività, consapevolezza e spontaneità?

Dal maestro di vita letto da più di 3 milioni di persone

la raccolta delle più belle conferenze che spezzano tutti gli schemi sull'infanzia per farti scoprire chi è veramente tuo figlio e per crescerlo senza condizionamenti.

Stai per scoprire…

  • Come permettere a tuo figlio di essere se stesso
  • Come coltivare la sua unicità e i suoi talenti
  • Come non limitare l'innata genialità e la potenzialità di ogni bambino
  • La via della consapevolezza per non sbagliare mai con tuo figlio
  • L'impatto devastante della televisione sui bambini e come usarla in modo saggio
  • Le indicazioni per una nascita serena senza traumi
  • Come rispettare tuo figlio ottenendo da lui più ascolto con naturalezza
  • Come lasciare intatta la fragranza meditativa e l'autenticità dei bambini
  • Come proteggere il bambino da qualunque tipo di condizionamento
  • Perché l'istruzione attuale uccide la creatività di tuo figlio
  • La via per guidare gli adolescenti alla maturità e alla sincerità nella vita
  • La causa che ha diffuso l'uso delle droghe fra gli adolescenti
  • Il vero compito di un insegnante consapevole che coltiva lo spirito di ricerca degli alunni
  • Le tecniche più efficaci di meditazione che aumentano l'intelligenza e la capacità cognitiva dei bambini

"I bambini portano freschezza nel mondo. I bambini sono le ultime edizioni della consapevolezza. I bambini sono espressioni nuove del divino, nella vita. Sii rispettoso, comprensivo. E se sei felice e attento, non devi preoccuparti di come evitare di commettere gli stessi errori dei tuoi genitori; non li commetterai. Ma devi essere completamente diverso dai tuoi genitori. Sarà la consapevolezza a produrre questa differenza".
OSHO

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *