No Pass, no Marriage!

di Saura Plesio (Nessie)

Questo è l’incredibile coraggioso discorso della deputata Dagmar Belakowitsch (FPO) al parlamento austriaco (youtu.be/b61D7WmE5Jc) Ascoltatelo e leggete la traduzione in Italiano. Nessun deputato o deputata dei nostri ha finora dato prova di una simile tempra.

Matrimoni, c'è il sì al banchetto: "Ma serve il pass verde" - ilGiornale.it

L’ “oppofinzione” vuole addirittura rivaleggiare e primeggiare con il Pd e il M5S su chi vaccina di più e chi mette più pass. Salvini giubila per l’oretta in più del coprifuoco (alle 23.00) ottenuta “grazie alla Lega”. Mamma mia, quanta libertà ad un popolo stremato per 15 mesi! Che ne faremo dell’ora in più? La Gelmini vuole i comitati sanitari anche ai matrimoni (si parla addirittura di un manager sanitario) per verificare chi si è vaccinato e chi no. Chi dopo essersi vaccinato ha ottenuto il Pass, potrà aver diritto a sposarsi o a far parte del banchetto di nozze. Altrimenti: No Pass, no Marriage! Ma non vi vergognate nemmeno un po’? A pedate nel sedere andrebbero presi tutti quanti!

La verità è che non hanno il coraggio di rendere obbligatorio il siero e allora Draghi e i suoi ricorrono ai ricatti più infami come quelli relativi alla libertà di spostamento, di divertimento, di partecipazione a eventi culturali e sportivi, a cerimonie ecc. che condizionati al Pass Totalitario. Non ti vaccini? Allora non avrai nessuna libertà di andare a una mostra, a un teatro, a un cinema; nessuna libertà di viaggiare, non dico all’estero (dove in teoria dovrebbe esserci un’unica Europa), ma nemmeno nel tuo paese dove si è versato sangue per unirlo, per unirne le regioni, dalle Alpi agli Appennini.

Intanto  quel militare che fa il “Guardiano dei vaccini”, quel Figliolo, insiste per vaccinare tutti a tappeto: grandi, piccini, adolescenti, anziani. E tutti gli incidenti (malattie, decessi) che avvengono durante la vaccinazioni vengono minimizzati dai media che si affrettano ad aggiungere “non vanno messi in correlazioni col vaccino”.

Ma come potete rilevare da questo video della deputata Dagmar Belakowitsch al parlamento austriaco, in qualche parte d’Europa, qualche voce di dissenso parlamentare si leva. Avete forse visto da noi qualcosa di simile? Nella vicina Francia invece 57 scienziati di chiara fama firmano contro la mancanza di sicurezza dei sieri genici e chiedono lo stop immediato di ogni tipo di vaccinazione: https://www.francesoir.fr/societe-sante/57-scientifiques-et-medecins-demandent-larret-immediat-de-toutes-les-vaccinations

Da noi i dottori che si sono ribellati al percorso vaccinale considerato l’unica panacea verso una malattia come il Covid, in sé curabilissima, sono stati repressi dalla forze dell’Ordine ed è stato impedito loro perfino di manifestare sotto quella (ex) “casa del Popolo” che chiamasi Parlamento. Ne hanno dato conto loro stessi in questa Nota di Protesta: IL FRONTE DEL DISSENSO DENUNCIA LE LIMITAZIONI DEL GOVERNO ALLA MANIFESTAZIONE DEL 18 MAGGIO 2021 (https://www.databaseitalia.it/il-fronte-del-dissenso-denuncia-le-limitazioni-del-governo-alla-manifestazione-del-18-maggio-2021/)

Non sottomettiamoci più a tutti questi soprusi e abusi, a queste imposture reiterate e non stanchiamoci di denunciarli ovunque è possibile. L’idea del Pass totalitario non deve passare, perché veicolo di coercizione nonché di ricatto ignobile, lesivo di numerosi diritti costituzionali. Già che siamo in tema, vorrei sapere che cosa c’è di vero sul fatto che si stiano costruendo “strani villaggi di container con le sbarre alle finestre”. Ne parla la dott.ssa Silvana De Mari in un articolo di La Verità del 12 maggio. Questi villaggi tutti uguali stanno comparendo in ogni regione, uno per regione e possono ospitare fino a 8000 persone per ognuno. Il ministro Lamorgese potrebbe spiegare cosa sono e a che accidente servono”.

Così afferma la De Mari nell’articolo La follia di averci tenuti segregati con le frontiere tutte spalancate”. È permesso dubitare delle peggiori intenzioni di questo governo, che tra l’altro, a differenza di altri, continua a lasciare invadere il nostro paese con ondate ormai incalcolabili di “migranti”?

Nessuna difesa verso chi ci invade, ma in compenso reca offesa, umiliazioni e danno perpetuo a onesti cittadini mediante le peggiori malversazioni. E chi ci garantisce che questi “villaggi” dalle finestre con le sbarre non siano fatti, in realtà, per il confinamento e la detenzione dei ribelli a questa loro tirannia sanitaria e vaccinale?

Video deputata austriaca:

Articolo di Saura Plesio (Nessie)

Fonte: https://sauraplesio.blogspot.com/2021/05/come-rendere-obbligatorio-il-vaccino.html

Libri e varie...
LA VITA CHE CI STATE RUBANDO
di Angela Camuso

La Vita Che Ci State Rubando

di Angela Camuso

Una rigorosa e documentata contro-narrazione del 2020 vissuto in “Lock-down perpetuo”, in cui l’informazione non è stata all’altezza di una liberal-democrazia.

Marzo 2020. Un topo si aggira solitario nella piazzetta lasciata deserta dagli umani rintanati nelle loro abitazioni.

È passata solo una settimana da quando è iniziata la reclusione forzata per tutta la cittadinanza, i media rilasciano notizie allarmanti e contraddittorie. Gli stessi medici che minimizzavano sono in televisione con la mascherina a fornire cifre catastrofiche.

La vera emergenza è quella del rischio di un collasso del sistema sanitario pubblico, ma non viene affrontata in maniera efficace.

I giornalisti assecondano la propaganda che arriva a reti unificate dal governo: il popolo rimane in balia dello stesso copione allarmistico che ha lo scopo di perpetuare gli arresti domiciliari per tutti. Chi dissente dalla narrazione prevalente è costretto al silenzio.

Il lockdown è sancito in maniera unilaterale per tutte le regioni, sia quelle colpite come la Lombardia sia quelle senza diffusione come il Meridione. I certificati di morte per Covid sono redatti secondo un modello che crea le premesse per un falso storico. Molte delle persone decedute per Covid non sono curate adeguatamente o non sono curate affatto, anche a causa dei drastici tagli alla sanità pubblica.

Il totalitarismo dei nostri giorni individua il nuovo nemico pubblico da condannare in quelli che sono i nuovi untori, ovvero i giovani della “movida”, i runner e gli asintomatici. Intanto l’indottrinamento continua, le persone sono colpevolizzate, ricattate dal senso di responsabilità imposto.

Nel mentre, le misure repressive fanno smarrire la voglia di libertà e la capacità stessa di reagire agli abusi.

...

Un commento

  1. Questo è solo un Truman show! Se la gente non facesse la fila per i vaccini…niente vaccini, idem per i tamponi ecc. ecc. Insomma, la maggioranza delle persone, in nome della “sicurezza “, sta creando e legittimando questo orrore, dando potere ai globalisti. Nella mia realtà, questi non entreranno mai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *