Nemmeno un minuto per stare bene!

Una riflessione che è un capolavoro di sintesi e schizofrenia e soprattutto ironia. Un cult!!!

Vita freneticaDicono che tutti i giorni dobbiamo mangiare una mela per il ferro e una banana per il potassio. Anche un’arancia per la vitamina C e una tazza di te verde senza zucchero per prevenire il diabete. Tutti i giorni dobbiamo bere due litri d’acqua, anche se poi per espellerli ti è richiesto il doppio del tempo che hai perso per berli. Tutti i giorni bisogna mangiare uno yogurt per avere gli indispensabili bacilli L. Casei Defensis, che nessuno sa bene che cosa cavolo siano, però sembra che, se non ne ingoi per lo meno un milione e mezzo tutti i giorni, finisci per vedere sfocato. Ogni giorno un’aspirina per prevenire l’ictus, e un bicchiere di vino rosso contro l’infarto, più un bicchiere di bianco per il sistema nervoso, ed uno di birra che già non mi ricordo per che cosa era. Se li bevi tutti insieme, ti può provocare un’emorragia cerebrale, ma non ti preoccupare, perché non te ne renderai neppure conto.

Tutti i giorni bisogna mangiare fibra. Molta, moltissima fibra, finché riesci a cagare un intero maglione. Si devono fare tra i 4 e i 6 pasti quotidiani, leggeri, senza dimenticare di masticare 100 volte ogni boccone. Facendo i calcoli, solo per mangiare se ne vanno 5 ore.

Libri e varie...

Ah, dimenticavo, dopo ogni pasto bisogna lavarsi i denti. Ossia, dopo lo yogurt e la fibra lavati i denti, dopo la mela i denti, dopo la banana i denti, e così via, finché ti rimangono 3 denti in bocca. Senza dimenticarti di usare il filo interdentale, di massaggiare le gengive e di fare il risciacquo.

Bisogna dormire otto ore e lavorare altre otto, più le 5 per mangiare fa 21. Te ne rimangono 3, sempre che non ci sia traffico. Secondo le statistiche, vediamo la televisione per tre ore al giorno.

FrettaGià, non si può, perché tutti i giorni bisogna camminare almeno mezz’ora, facendo attenzione a tornare indietro dopo 15 minuti, se no la mezz’ora diventa una. Bisogna anche mantenere le amicizie, perché sono come le piante, da annaffiarsi tutti i giorni. E bisogna pure tenersi informati, leggendo almeno due giornali e un paio di articoli di rivista, per una lettura critica.

Ah, importante, si deve fare l’amore tutti i giorni, però senza cadere nella routine. Bisogna essere moderni, creativi e rinnovare la seduzione. Bisogna anche avere il tempo per spazzare per terra, lavare i piatti, i panni, e non parliamo se hai un cane o magari dei figli. Insomma, per farla breve, i conti danno 29 ore al giorno.

L’unica possibilità che mi viene in mente, è fare varie cose contemporaneamente. Per esempio ti fai la doccia con acqua fredda e con la bocca aperta, così almeno ti bevi i due litri d’acqua. Mentre esci dal bagno con lo spazzolino in bocca, fai l’amore (tantrico) col compagno/compagna che nel frattempo guarda la televisione e ti racconta, mentre tu lavi per terra. Ti è rimasta una mano libera? Chiama qualche amico! O i genitori! Bevi il vino, perché, dopo aver chiamato i tuoi, ne avrai bisogno.

Mi è venuta la confusione mentale. Adesso ti lascio, perché tra lo yogurt, la mela, la birra, il primo litro d’acqua e il terzo pasto con fibra della giornata, già non so più cosa sto facendo. So che devo andare urgentemente in bagno. E ne approfitto per lavarmi i denti.

Però, se ti rimangono due minuti liberi, invia un messaggio ai tuoi amici, che devono essere annaffiati come una pianta. E chiedi loro di perdonarti se per caso gli avessi già mandato questo messaggio. E’ l’Alzheimer che, nonostante tutte le cure, incalza!

Fonte: https://blogtre.wordpress.com/2014/11/28/nemmeno-un-minuto-per-star-bene/

Libri e varie...
APRITE LE ORECCHIETTE
"Non dico di prendervi una Laurea ma almeno la Licenza Alimentare"
di Pino Africano

Aprite le Orecchiette

"Non dico di prendervi una Laurea ma almeno la Licenza Alimentare"

di Pino Africano

Pino Africano nel suo originalissimo e spiritosissimo libro, offre delle "pillole" virtuali, contenenti consigli pratici di buon senso e verità scientifiche spesso scomode o soffocate da luoghi comuni inconsistenti.

I consigli che troverete valevano duemila anni fa, valgono oggi e varranno ancor di piùnel futuro.

Non passeranno mai di moda perchè appartengo alle eterne Leggi della Vita.

"Aprite le Orecchiette è un libro godibilissimo e pieno di buon senso. Anche quando non è scientificamente rigoroso, ha il merito di farci pensare, di provocare sani interrogativi sulle nostre abitudini e sulle nostre convinzioni, comprese quelle instillateci dagli scienziati, dai medici e dalla cattiva maestra televisione".

Prof. Franco Berrino Direttore dell'Unità di Epidemiologia all'Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori di Milano

Da diversi anni è disponibile un'imponente mole di studi scientifici che indicano la sana alimentazione come il mezzo più efficace di prevenzione nei riguardi delle malattie più diffuse del nostro tempo. Questi studi, anziché essere ben divulgati, sono invece trascurati, taciuti o al massimo sussurrati.

Questo libro, lo si capisce dallo stesso titolo: Aprite le Orecchiette, si prefigge di far uscire dalle stanze della Ricerca questi studi di immenso valore in modo che, a passo più spedito, si trasformino in Cultura. E lo fa con 176 pillole di saggezza, che hanno il pregio di informare, aprire gli occhi su tante false verità e per giunta divertire.

Un libro potente che cambierà le abitudini alimentari e di vita in generale, di chi lo legge.

Una lettura piacevole, e allo stesso tempo essenziale e trascinante. La capacità dell'autore (in un modo unico e sorprendente) è quella di saper condensare in poche parole importanti messaggi che riguardano la salute di ognuno di noi.

Il tutto corredato da una piacevole, sana, gustosa e intelligente lettura, di cui non vi sentirete mai sazi.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *