Miguel Panduwinata il bambino che predisse la sua morte sul Volo MH-17

di Stefano Sorce

Questa è una storia incredibile, misteriosa e molto forte che purtroppo non ha avuto un lieto fine. Sembra impossibile poter prevedere il proprio futuro, ma probabilmente ci sono persone in grado di farlo.

Miguel Panduwinata a quanto sembra era una di queste e se solo avesse dato ascolto al suo istinto… Questa storia vi porterà a riflettere. Molte persone in tutto il mondo hanno la “pretesa” di avere premonizioni o si spacciano per individui in grado di poterlo fare. Di solito si avvertono eventi spiacevoli come ad esempio problemi di salute, pericoli imminenti di ogni tipo ed in questo caso disastri.

La scienza esclude quasi completamente l’esistenza di questa capacità nelle persone, la realtà invece dice che le premonizioni sono un grande dono divino. Molte persone hanno avuto premonizioni di eventi catastrofici, suggerendo che si tratti dunque di un fenomeno del tutto reale. Uno degli ultimi casi è stato quello del tragico incidente ferroviario avvenuto a Santiago con la piccola Teresita che, attraverso una premonizione, miracolosamente “salvò” tutta la sua famiglia dalla morte.

Volo Mh-17 - Crash

Volo Mh-17 – Crash

Purtroppo non tutte le premonizioni hanno un lieto fine per la persona direttamente coinvolta e infatti Miguel Panduwinata, un ragazzino di 11 anni, pur avendone avuta una, è morto nel tragico schianto del Boeing 777 della Malaysia Airlanes, in Ucraina. L’inquietante premonizione, un paio di giorni prima di imbarcarsi sull’aereo, non è bastata per salvargli la vita.

Il racconto di questa tragedia “annunciata”

Miguel Panduwinata aveva 11 anni quando era a bordo del volo Malaysia Airlanes MH17 e stava andando a Bali a visitare la sua cara nonna. Viaggiava con Shaka, suo fratello di 19 anni e la fine purtroppo è ormai nota: i due fratelli sono stati tra le vittime dei 298 passeggeri presenti sul Boeing, al momento dell’impatto avvenuto con un missile terra-aria in Ucraina.

Samira Calehr, la mamma di 68 anni delle due povere vittime, ha raccontato di alcune premonizioni che Miguel aveva avuto nei giorni precedenti all’incidente. La donna racconta che Miguel cominciò a farle diverse domande sulla morte e sull’aldilà, Miguel era molto giovane e vivace ed avrebbe dovuto mostrare segni di felicità per l’emozione di andare a trovare sua nonna a Bali. Ma lui era molto triste il giorno prima di partire.

A sinistra Miguel Panduwinata il bambino che ha predetto la sua morte sul volo MH-17

A sinistra Miguel Panduwinata il bambino che ha predetto la sua morte sul volo MH-17

La premonizione di Miguel

Tutto è cominciato un giorno prima del maledetto viaggio. Miguel stava giocando a calcio quando improvvisamente, dal nulla, rivolse a sua madre alcune strane domande: “Posso scegliere come morire? Che cosa succederà al mio corpo quando sarà seppellito? Perché le nostre anime tornano al fianco di Dio?”

La notte prima del viaggio Miguel era letteralmente in fermento, molto inquieto e volle dormire tutta la notte abbracciato a sua madre. La mattina seguente Samira e la sua amica Aan accompagnarono Miguel e suo fratello Shaka all’aeroporto e durante il viaggio Miguel era insolitamente preoccupato. L’altro fratello Mika di 16 anni, fortunatamente non ottenne un posto su quel volo, ma solamente per quello del giorno successivo.

Arrivati al check-in i ragazzi abbracciarono la madre e si diressero verso il controllo passaporti, ma improvvisamente Miguel tornò indietro di corsa correndo verso le braccia di sua madre. Samira racconta di non aver mai visto Miguel con quegli occhi, era lo sguardo di un addio finale!

Miguel durante quell’abbraccio si rivolse a Samira in questo modo: “mamma non ho nessuna intenzione di perderti, e se ci fosse un incidente aereo? Che ne sarebbe di noi? Samira rimase spiazzata da queste domande, rassicurò Miguel assicurandogli che tutto sarebbe andato bene. Shaka rassicurò a sua volta sua madre, garantendole che si sarebbe preso cura di lui.

Libri e varie...

Samira guardava i figli partire senza poter minimamente immaginare quell’assurdo epilogo, gli occhi di Miguel erano sempre più tristi. Il volo MH17 è decollato intorno alle ore 12.15, purtroppo senza mai giungere a destinazione.

Samira stava comprando dei calzini per Miguel, da affidare a Mika che glieli avrebbe consegnati il giorno dopo, quando sentì il suo telefono squillare. La sua amica Aan in lacrime le annunciava che l’aereo si era schiantato.
Samira non sa darsi pace, probabilmente se avesse ascoltato la premonizione di Miguel avrebbe potuto salvare la vita ai suoi due figli.

Questa storia è molto triste e porta a riflettere su cosa sia veramente reale… come si fa a non credere ad avvenimenti del genere? Ci sono persone che hanno il dono di avere delle premonizioni e questo è praticamente accertato, ma quello che ci deve far riflettere è la capacità di captare questi “segni” che la vita ci offre e ci presenta sotto forma di premonizioni, sogni o altro… così forse da poter essere in grado di salvare delle vite umane…

Articolo di Stefano Sorce

Fonte: http://www.segnidalcielo.it/2014/08/17/miguel-panduwinata-il-bambino-che-ha-predetto-la-sua-morte-sul-volo-mh-17/

Miguel Panduwinata

Miguel Panduwinata

Libri e varie...

I commenti sono chiusi