Menomale che ci sono gli Americani…

Ricapitolando…

1) il 27 gennaio 2022 il Vice Segretario di Stato americano Victoria Nuland, ha dichiarato che se la Russia avesse invaso l’Ucraina, in un modo o nell’altro, il Nord Stream 2 non sarebbe andato avanti.

2) il 7 febbraio 2022 il presidente americano Biden ribadisce che se la Russia avesse attacato l’Ucraina il Nord Stream 2 non sarebbe più esistito perché (gli USA) lo avrebbero tolto di mezzo per sempre.

3) In un articolo di giugno su Sea Power gli americani si vantavano di esperimenti nel campo dei droni subacquei e di aver allestito le relative esercitazioni proprio nell’area dell’isola di Bronholm, ovvero vicino i punti dove si sono verificati gli “incidenti” ai gasdotti.

4) Due settimane fa la CIA (intelligence USA) aveva avvisato la Germania, in consueto stile mafioso, del rischio di possibili attacchi ai gasdotti del Baltico (tradotto: “stiamo per bombardare Nord Stream 1 e 2, così evitiamo che nell’immediato futuro il freddo vi faccia venire strane idee”).

5) il 2 settembre l’elicottero americano FFAB123, proveniente con ogni probabilità dall’ala aerea della nave d’assalto USS Kearsarge, ha volato lungo la rotta dei gasdotti nei punti in cui si sarebbe poi verificato “l’incidente”.

6) il 13 settembre altri aerei da combattimento americani hanno ripercorso la medesima rotta del suddetto elicottero.

7) Negli ultimi giorni un distaccamento di spedizione di navi della Marina degli Stati Uniti, guidate sempre dalla nave d’assalto USS Kearsarge, si trovava nel Mar Baltico a 30 chilometri circa dal luogo dell’ “incidente.”

Ma ovviamente a far saltare i gasdotti è stata la Russia, che non vedeva l’ora di sabotare masochisticamente quelli che, per diverse ragioni, sono/sarebbero stati due importanti asset (n.b. Mosca aveva già ‘risolto la questione’ chiudendo i rubinetti di Nord Stream 1 a inizio mese).

Menomale che ci sono gli americani… che ora ci venderanno ancor di più – e ad un prezzo più alto – il loro gas: Grazieh Prezidente Biden ke salvakuardi il klima e l’ambienteh!

Fonte: https://t.me/lealidelbrujo

MEDICINA DA MANGIARE
di Franco Berrino

Medicina da Mangiare

di Franco Berrino

In questo libro troverete la quintessenza della pratica in cucina abbinata alla salute!

Le ricette sono una selezione basata sull'esperienza professionale di Franco Berrino (il notissimo medico ed esperto di alimentazione) affiancata a una ricerca personale delle cuoche de La Grande Via.

La novità principale è l'abbinamento delle ricette alle patologie, per facilitare la vita a chi è in difficoltà per malattie proprie o dei propri cari.

Medicina da mangiare non serve a guarire il sintomo ma serve a rivoluzionare la nostra vita.

Molte persone, molti pazienti, trovano difficile tradurre in pratica, in cucina, le indicazioni preventive e terapeutiche relative alla nutrizione.

Occorreva quindi una sorta di manuale, dove i lettori motivati ad un'alimentazione preventiva e i malati motivati ad aiutarsi a stare meglio con il cibo, trovassero anche indicazioni pratiche di cucina.

C'è un rischio in questa operazione: che chi è in difficoltà consideri le ricette come se fossero medicine, da assumere finché i sintomi svaniscono, per poi tornare allo stile di vita precedente. La malattia invece è un segnale che il corpo (o la mente, o entrambi) ci manda per farci capire che così non va, che bisogna cambiare, cambiare vita, non solo cibo.

Non è la dieta che guarisce, è il nostro stesso corpo che si auto-guarisce se non lo sovraccarichiamo di troppo cibo, di cibi difficili da gestire, di cibi tossici.

Con il contributo di Simonetta Barcella e Silvia Petruzzelli.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.