Meloni Respinge la Proposta di Putin per l’Ucraina: Sostegno a Kiev!

La proposta di Putin per risolvere la crisi in Ucraina “mi sembra più un’iniziativa propagandistica che una reale ipotesi di negoziato”. Nel giorno (15 giugno) in cui in Svizzera al summit di Burgenstock si apre la Conferenza di pace (ma senza la stessa Russia e senza la Cina), Giorgia Meloni liquida così la proposta di trattativa avanzata da Mosca.

La Russia – ha ricordato – ha unilateralmente annesso quattro regioni e ad oggi non le controlla per intero: se la proposta di Putin è siamo disposti a una trattativa se l’Ucraina riconosce l’invasione e cede le parti di quelle regioni sotto il suo controllo… non mi sembra particolarmente efficace la proposta di dire all’Ucraina che si deve ritirare dall’Ucraina”. (Eh sì… la Meloni fa proprio finta di non sapere della persecuzione e dei massacri di russi in quelle regioni…nota di conosenzealconfine)

Dunque si procede con il sostegno a Kiev, ribadito dal G7 che ha sciolto il nodo dell’utilizzo dei profitti derivanti dagli asset russi congelati. Una trattativa difficile che ha visto una mediazione tra gli Stati Uniti e gli europei, che non saranno chiamati a contribuire. Il prestito di circa 50 miliardi – ha spiegato – verrà fornito dagli Stati Uniti e anche Canada, Regno Unito e probabilmente Giappone, compatibilmente con i suoi limiti costituzionali, hanno annunciato di voler partecipare. Attualmente non intervengono in questo prestito le nazioni europee, anche considerando il fatto che gli asset si trovano tutti immobilizzati in Europa. Quindi l’Europa contribuisce già, individuando il meccanismo di garanzia per la restituzione di questo prestito”.

Per quanto riguarda l’eventuale “scongelamento” degli asset, avverrebbe “solamente nel caso di un processo di pace, ma io presumo che in quel processo di pace verrebbe negoziato anche il tema di chi debba pagare la ricostruzione dell’Ucraina”. Sempre a proposito di Kiev, Meloni dice di non essere “preoccupata” di un cambio di rotta degli Usa in caso di vittoria di Donald Trump, “fermo restando che preferisco non entrare a gamba tesa nelle elezioni degli altri Paesi”.

Per quanto riguarda la questione del Medio Oriente, il G7 dà “pieno sostegno alla preziosa proposta di mediazione portata avanti dagli Usa” facendo “ogni sforzo per scongiurare una escalation e arrivare a una soluzione strutturale secondo il principio due popoli due Stati”.

Infatti, sottolinea, per “la pace dobbiamo avere dialogo e poi dobbiamo riconoscere il diritto alla sicurezza di Israele, il diritto di Israele di vivere nella pace, ma anche il diritto dei palestinesi ad avere il loro Stato nel quale vivere in maniera pacifica. Ed è questo che stiamo facendo”. (Come? Dando sempre e comunque ragione ad Israele e sostenendolo incondizionatamente qualunque siano le abominevoli azioni da questo compiute sui civili palestinesi? Meloni, ma un esamino di coscienza te lo fai mai? – nota di conoscenzealconfine)

Fonte: https://askanews.it/2024/06/15/meloni-respinge-la-proposta-di-putin-per-lucraina-sostegno-a-kiev/

TUTTO IL BENE DEL MONDO
Un viaggio straordinario oltre il buio
di Matteo Gracis

Tutto il Bene del Mondo

Un viaggio straordinario oltre il buio

di Matteo Gracis

Ispirato a fatti realmente accaduti, "Tutto il Bene del Mondo" è un racconto che ti fa scoprire un'umanità straordinaria e nascosta.

Attraverso la sua narrazione coinvolgente, Matteo Gracis - già autore di "Compiti per Anime Irrequiete" e "Manuale di Sopravvivenza per Esseri Umani che si Sentono Alieni" - ci regala la storia di una trasformazione interiore, attraverso la quale vedrai fiorire, dentro di te, mille motivi per guardare al futuro con una nuova luce negli occhi.

Pagina dopo pagina, seguendo Sara nel suo personale viaggio di consapevolezza e risveglio, ti accorgerai che il mondo è pervaso da una grande bellezza che può donarci speranza, e aiutarci a cambiare il mondo.

Guerre, pandemie, catastrofi naturali ed emergenze di ogni genere. È lecito pensare che siamo a un passo dal baratro.

Anche Sara ne è convinta e per questo, senza aspirazioni né sogni, si sente persa in una vita priva di luce. Fino a che non decide di lasciare la sua routine e partire, zaino in spalla, per un viaggio senza meta. Tappa dopo tappa, incontro dopo incontro, il suo sguardo cambia e si trasforma.

Le si rivela infatti un mondo del tutto inaspettato, nel quale persone e fatti la convincono che non c'è mai stato un momento migliore di questo per vivere.

Oltre il velo scuro delle cattive notizie con cui veniamo costantemente bombardati, scopre così per esempio che solo negli ultimi vent'anni due miliardi di persone in più hanno ottenuto accesso all'acqua potabile, che la mortalità infantile è stata dimezzata e che rispetto a un secolo fa viviamo più del doppio. O che a livello globale oggi quattro bambini su cinque vanno a scuola e che l'istruzione non è mai stata garantita a così tanti esseri umani.

Il suo diventa un viaggio di rinascita in cui viene a conoscenza dei recenti metodi per ripulire i fiumi più inquinati del pianeta e di come i parchi naturali stiano aumentando in ogni continente.

"Tutto il Bene del Mondo" è il libro perfetto per riaccendere la tua luce interiore, ricominciare a credere nella bellezza dei tuoi sogni e comprendere che sei protagonista della tua vita. Così com'è accaduto a Sara, scoprirai che dentro di te è già tutto presente: la capacità di cogliere la meraviglia della vita e vivere ogni giorno come se fosse un dono. Perché lo è.

"Ha un passaporto pieno di timbri, uno zaino colmo di emozioni e un diario con storie inimmaginabili. E un solo pensiero: "A ogni persona che lotta dentro la sua gabbia vorrei urlare di scappare, di liberarsi, che là fuori c'è una vita incredibile, un mondo meraviglioso, così a portata di mano che basta avere il coraggio di afferrarlo.""

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *