Ma la Natura… Chi è?

di Fausto Carotenuto

La cultura materialista ha prodotto una strana e insidiosa forma pensiero: quella che parla, senza troppo definirla, dell’Intelligenza della natura, della Saggezza della Natura, delle Leggi della Natura… senza mai dirci “chi” è questa Natura.

Natura

È una forma pensiero fatta proprio per imbrogliare l’anima… La cultura materialista ci parla cosí sottintendendo che la Natura non é altro che una serie, un cumulo di meccanismi e di leggi prodotte dal caso, prive di una coscienza, di una consapevolezza.

Ma questa impostazione non ha senso. E lo vediamo nella nostra vita quotidiana dove per fare un qualcosa di intelligente ci vuole “qualcuno” che si impegni. E piú sei bravo, intelligente e amorevole, e più il prodotto della tua creatività sarà utile ed intelligente. Non succede mai che questo avvenga per caso, senza “qualcuno” che ci metta intelligenza, attenzione, pensiero, amore, volontà.

Libri e varie...

Ecco questi sono tutti attributi di una coscienza… Perché nella nostra cultura attribuiamo a tutti gli esseri una coscienza di qualche tipo – esseri umani, animali ed anche piante – mentre proprio alla Natura, la madre di tutto, tale coscienza viene negata? Quando é cosí evidente che la Natura è una grande coscienza creativa?

Lo si nega, o meglio lo si tace, perché altrimenti bisognerebbe dire che é un Dio, o una Dea. E questo una cultura materialista come la nostra non lo vuole fare… Invece noi, proprio dall’osservazione della nostra vita sociale e personale, possiamo ricavare una legge universale sotto gli occhi di tutti (quelli che vogliono vedere): Ad ogni stato di coscienza corrisponde un livello di creatività. A stati di coscienza crescenti corrispondono creatività maggiori e piu mature. Quindi il prodotto di una creatività esprime sempre e con grande precisione il livello di coscienza dell’artefice.

Quanto é bella, meravigliosamente perfetta, funzionale, saggia e amorevole la natura intorno a noi? Un albero, una montagna, una farfalla, il mare, un ecosistema… Lo è ovviamente tanto quanto il suo artefice.. Quanto é intelligente, saggia, artistica, capace, amorevole questa coscienza naturale? Tantissimo, certamente in una dimensione che definiremmo semplicemente divina. E se il nostro pensiero fosse libero dai lacci della nostra barbara “non cultura” ce ne accogeremmo. Se ci rendiamo conto che la Natura é una intelligenza consapevole, ecco che possiamo aprirci all’idea che essa ci parli, che sia in dialogo costante ed intelligente con noi… perché siamo suoi figli.

Se tutto è frutto del caso, compresa la Natura, noi allora siamo soli, in balia del destino cieco e di una Natura stupida ed indifferente alle sue creature. Se invece gli eventi e le creature intorno a noi non sono casuali, vuol dire che qualcuno li pensa li segue e li organizza costantemente.

Noi da soli non riusciamo nemmeno a muovere un dito… non abbiamo alcuna coscienza nemmeno di tutto quello che avviene nel nostro organismo, di come funziona… È forse la nostra scienza supponente capace di organizzare gli ecosistemi e le creature della Terra? La nostra scienza è molto indietro rispetto alla creazione persino di un filo d’erba. Figuriamoci se riesce a creare un tramonto…

Ma allora chi è che crea, organizza e segue costantemente gli esseri della Natura? Dovremmo proprio deciderci, finalmente, a cercare i bravissimi organizzatori di questo bellissimo mondo non casuale. Magari sono da qualche parte in attesa che gli parliamo. E certamente avranno molto da dirci…

Forse la forma pensiero di una natura priva di coscienza, che si manifesta come cumulo di casualità prive di personalità, è stata creata e diffusa apposta per impedire questo dialogo, sapendo che proprio questo dialogo ci avrebbe liberato da tanti condizionamenti  e aiutato le nostre coscienze a crescere in modo decisivo.

E allora parliamoci, con questi Esseri della Natura, e scopriamo da noi come va a finire!

Articolo di Fausto Carotenuto

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: http://coscienzeinrete.net/spiritualita/item/518-ma-la-natura,-chi-%C3%A8

Libri e varie...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *