“L’uomo nuovo” e asservito, è ormai una realtà

di Marco Cedolin

Globalizzazione: la strada più veloce per ottenere l’asservimento dei popoli.

Quando intorno alla metà del secolo scorso, l’elite mondialista che di fatto gestisce le sorti del pianeta e dei suoi abitanti, iniziò a strutturare le basi per la costruzione di un Nuovo Ordine Mondiale o comunque lo si voglia chiamare, di una nuova società che potesse risultare funzionale ai propri interessi, comprese immediatamente come la globalizzazione fosse la strada migliore da percorrere per ottenere il risultato voluto.

Al termine di tutto questo percorso… o meglio all’apice, oggi, l’uomo nuovo e asservito che ne è scaturito, è ormai diventato una realtà concreta, che risulta del tutto aderente al disegno che l’elite mondialista aveva in mente, quando più di mezzo secolo fa iniziò a costruirlo con pazienza.

Libri e varie...

Permacultura

Principi e percorsi oltre la sostenibilità

di David Holmgren

EBOOK - PERMACULTURA
Principi e percorsi oltre la sostenibilità
di David Holmgren

La Permacultura è considerata una delle scienze più avanzate per l'uso consapevole del territorio in cui viviamo, capace di agire in armonia con l'ambiente circostante, creare ecosistemi equilibrati, ridurre al minimo l'impatto dell'uomo sull'ambiente e, al tempo stesso, produrre grandi risorse alimentari.
Il concetto è nato alla fine degli anni '70 da Bill Mollison e David Holmgren, autore di questo manuale, ed esprime la necessità di progettare e gestire ecosistemi stabili nel tempo e in accordo con i principi dell'evoluzione naturale del pianeta.
In questo eBook Holmgren offre le basi filosofiche, economiche, sociali e spirituali della permacultura, un movimento che investe a 360° la vita dell'uomo: dall'urbanizzazione alle relazioni sociali, dalla gestione ambientale all'autoproduzione.
I temi affrontati sono di grande attualità e profondità:
Biodiversità,
Rifiuti zero,
Risorse rinnovabili,
Concetto del limite naturale.

La permacultura non è solo una nuova teoria o una serie di istruzioni pratiche.
La permacultura è la nuova prospettiva attraverso cui guardare al nostro futuro.
Informazioni aggiuntive
Dimensione: 320 Pagine
Download File: Documento PDF
N.B. : Riceverai una mail per lo scarico dell'ebook, una volta verificato il pagamento con carta di credito o circuito paypal. Non è possibile acquistare gli ebook pagando in contrassegno...

Solo la Crisi ci Può Salvare

Basta con la follia della crescita!

di Paolo Ermani, Andrea Strozzi

SOLO LA CRISI CI PUò SALVARE
Basta con la follia della crescita!
di Paolo Ermani, Andrea Strozzi

Siamo noi i principali artefici del nostro destino, oppure le scelte che ci riguardano dovranno sempre essere delegate ad altri?
Una analisi appassionata di come l'attuale declino economico, sociale e religioso rappresenti di fatto un'occasione per riscoprire noi stessi, il rapporto con gli altri e l'armonia con il nostro habitat.
L'individuo è l'agente primario del radicale cambiamento degli stili di vita che coinvolgerà comunità più ampie e il vero cambiamento è sempre e soltanto quello che sorge dalle nostre coscienze: mediante la passione e la conoscenza, si propaga fino a rendere possibile una trasformazione della realtà.
Il nuovo modello sociale destinato ad affermarsi nei prossimi anni nascerà dall'alleanza fra il settore agricolo, la società civile, la microimprenditorialità locale e la finanza etica, per giungere all'affermazione di una realtà socioeconomica fondata sui beni non monetari.
- Il dogma del PIL
- Il culto dell'immagine e l'americanizzazione del mondo
- I soldi sono davvero il problema?
- La crisi è una benedizione: l'economia dei beni non monetari
- Disoccupazione: il lavoro di ieri, di oggi e di domani
- Dall'egocentrismo al sociocentrismo
- Un'imprenditoria che non si lamenta

Prefazione:
"(Questi decenni così importanti hanno fatto emergere nella mente delle persone l'idea di una rivoluzione radicale.
La "crisi" è una crisi delle coscienze. Una crisi che non può permettere che vengano ulteriormente accettate le vecchie norme, i vecchi modelli, le antiche tradizioni.
E, nonostante quello che è diventato oggi il mondo — con tutta la sua miseria, i suoi conflitti, la sua sconcertante brutalità e le aggressioni — l'Uomo è ancora quello che è sempre stato. È rimasto brutale, violento, aggressivo, avido, competitivo. E ha costruito una società basata su queste caratteristiche.
Quello che stiamo cercando di dire, con tutti questi dibattiti e discorsi, è capire se noi possiamo radicalmente portare a una trasformazione della mente. Per non accettare le cose per quello che sono. Ma per capirle, penetrarle ed esaminarle a fondo. Devi dare il tuo cuore e la tua anima per scoprire tutto quello che cè da scoprire.
Uno stile di vita diverso.
Che dipenda da te e non dagli altri.
Perché qui non ci sono insegnanti. E non ci sono allievi. Non c'è alcun leader. Né alcun guru. Non ci sono padroni, non un Messia.
Sei tu stesso l'insegnante, l'allievo, il padrone, il guru e il leader...
...tu sei tutto."...

Il Libro che le Multinazionali non ti Farebbero mai Leggere

Sfruttamento del lavoro, esaurimento delle risorse. Come la dittatura dei grandi marchi condiziona le nostre vite

di Klaus Werner-Lobo

IL LIBRO CHE LE MULTINAZIONALI NON TI FAREBBERO MAI LEGGERE
Sfruttamento del lavoro, esaurimento delle risorse. Come la dittatura dei grandi marchi condiziona le nostre vite
di Klaus Werner-Lobo

Sfruttamento del lavoro, esaurimento delle risorse. Come la dittatura dei grandi marchi condiziona le nostre vite
Nokia, McDonald's, Coca Cola, Adidas: nei centri commerciali troviamo scintillanti marche a prezzi competitivi. E il nostro sabato pomeriggio di shopping ci fa sentire realizzati, alla moda, perfettamente inseriti nella società.
Peccato però che quel telefonino e quel paio di scarpe acquistati con tanta leggerezza siano il frutto del lavoro duro e sottopagato di donne e bambini del Terzo Mondo al servizio delle ricche multinazionali.
Ma davvero è tutto così "normale"? Non c'è alcuna possibilità di riscatto per chi ha avuto la sfortuna di nascere in un Paese povero? Esiste un modo per dire basta alle multinazionali che ignorano i diritti umani e distruggono l'ambiente nella corsa inarrestabile verso il profitto? Questo libro dimostra che un'alternativa è possibile. E indagando crimini e colpe dei grandi gruppi industriali, ci indica una strada che anche noi nel nostro piccolo, con poche accortezze, possiamo percorrere per realizzare finalmente un mondo più equo e umano.
"Il libro contiene un'appendice shock dalla A di Apple alla S di Siemens, da leggere attentamente."
Laura Piccinini, D di Repubblica
"Un volume che promette di far parlare a lungo di sé."
Il Giornale
"Rende comprensibili i nessi tra problemi globali come sfruttamento, corruzione, guerra e razzismo e cambiamento del clima e la personale quotidianità degli abitanti dei paesi poveri e nostra."
Federico Tulli, Terra
Alcuni dei temi affrontati:
- La globalizzazione e le sue conseguenze
- Lo strapotere dei grandi gruppi industriali
- Organizzazioni mondiali al servizio delle multinazionali
- Guerra per i nostri cellulari
- Kalashnikov e bambini-soldato
- Sfruttamento e lavoro minorile
- Le multinazionali del settore alimentare
- Schiavitù e lavoro coatto
- La dipendenza dal petrolio
- I misfatti dell'industria farmaceutica
- Le speculazioni finanziarie
- Il mondo appartiene a noi: come reagire
- La globalizzazione dei diritti umani...

L'Imbroglio della Realtà e l'Inganno della Percezione

Le più complete rivelazioni sull'esistenza umana mai scritte prima d'ora

di David Icke

L'IMBROGLIO DELLA REALTà E L'INGANNO DELLA PERCEZIONE - LIBRO
Le più complete rivelazioni sull'esistenza umana mai scritte prima d'ora
di David Icke

Il capolavoro di David Icke
Un libro che cambierà il mondo
Tra manipolazione occulta e stirpi ibride non umane, David Icke ci conduce al risveglio della consapevolezza.
David Icke, l'autore più controverso al mondo, ha trascorso l'ultimo quarto di secolo indagando i segreti dell'Universo e cercando di discernere le forze occulte che manipolano la nostra realtà. Ciò che prima era considerato ridicolo e superato viene ora finalmente riconosciuto come autorevole, così come Icke, figura fino a qualche tempo fa ridicolizzata, è oggi considerato un precursore dei nostri tempi.
In quest'opera di 435.000 parole, 1.000 pagine e più di 800 illustrazioni, Icke ci regala una vita di ricerche e intuizioni riguardo alla nostra realtà simulata, all'universo olografico e alle forze occulte non-umane che stanno manipolando la vita umana attraverso stirpi consanguinee di ibridi che riducono la nostra società in uno stato orwelliano di totale controllo e sottomissione.
Ciò che Icke illustra, attraverso una vasta gamma di soggetti, persone ed eventi, sempre interconnessi tra loro, è quella consapevolezza che fornisce all'umanità gli strumenti per fermare il dilagare di questo incubo e per riportare il mondo a ciò che era originariamente e che sarà di nuovo: un luogo d'amore, armonia, pace e consapevolezza illuminata....

Vite rubate

La schiavitù moderna nell'Amazzonia brasiliana

di Binka Le Breton

VITE RUBATE
La schiavitù moderna nell'Amazzonia brasiliana
di Binka Le Breton

Pensavate che la schiavitù fosse una cosa del passato, eppure Anti-Slavery International calcola che nel mondo ci sono milioni e milioni di uomini, donne e bambini in stato di schiavitù, costretti a fare i lavori più degradanti e nelle condizioni peggiori, soggetti a violenze di ogni tipo e privati del più fondamentale dei diritti: la libertà. L'autore porta alla luce questa realtà negata e impunita....

La Via della Schiavitù

di Friedrich August von Hayek

LA VIA DELLA SCHIAVITù
di Friedrich August von Hayek

The Road to Serfdom, di cui si dà qui l'edizione condensata del 1945, fu scritto, come precisa lo stesso Hayek nella prefazione all'edizione del 1976, nei ritagli di tempo tra il 1940 e il 1943.
Il libro fu dedicato 'Ai socialisti di tutti i partiti', intendendo in quel momento per socialisti coloro che propugnavano la politica di nazionalizzazione dei mezzi di produzione e la pianificazione centralizzata. Non quindi i socialisti dei decenni successivi e di oggi, i quali più riduttivamente mirano a redistribuzione del reddito, protezionismo, welfare state. Ma quella dedica vale anche per questi ultimi.
Se di certo i sei anni di governo laburista nell'Inghilterra del primo dopoguerra - contrassegnati da una presenza invadente dello Stato - non produssero un regime di tipo totalitario, essi provocarono in quel Paese di solida tradizione di libertà, modifiche di ordine morale nel carattere dei suoi cittadini. Il paternalistico Stato sociale ha ridotto il senso di responsabilità, la propensione a mettere in gioco se stessi, il gusto alle sfide personali.
Il cittadino è stato indotto a scaricare il peso di risolvere i problemi su qualcun altro. Su quel soggetto impersonale, indefinito, padre, tutore, padrone, che dirige, elargisce doni, protegge, controlla, spia, giudica, condanna e punisce, cioè sullo Stato: è proprio questa la Via della Schiavitù.
Il saggio The Intellectuals and Socialism (1949) analizza le ragioni dell'attrazione fatale esercitata dalle utopie socialiste sui 'rivenditori d'idee di seconda mano'....

Si tratta del cittadino del mondo, una figura apolide, priva di qualsiasi senso di appartenenza, senza alcuna cultura di riferimento, senza valori e senza tradizioni, con legami familiari e affettivi in via di dissolvimento, interscambiabile con gli altri come può esserlo un pezzo di ricambio, sopravvivente all’interno di una vita ad interim, senza diritti e coordinate con le quali orientarsi, alla perenne ricerca dei mezzi economici che possano permettergli di acquistare i beni di consumo imposti dalla pubblicità, e altrettanto perennemente frustrato dall’impossibilità di poterlo fare.

L’uomo nuovo potrà essere spostato a piacimento all’interno del villaggio globale, laddove risulta essere più utile la sua presenza, dal momento che in mancanza di un’identità e di una famiglia non esiste alcun senso di radicamento.

Potrà essere pagato il “meno possibile”, poiché la sua interscambiabilità ha pregiudicato qualsiasi capacità di contrattare il proprio salario ed è impotente di fronte all’arma del ricatto occupazionale. Potrà essere manipolato a piacimento, grazie al fatto che una persona deprivata della cultura di riferimento e delle tradizioni è come un foglio bianco, sul quale i media e l’orientamento del pensiero hanno modo d’imprimere qualsiasi cosa risulti funzionale ai progetti dell’elite mondialista.

Non sarà in grado di fare valere i propri diritti, di protestare e di opporsi, dal momento che l’uomo merce è una figura atomizzata, totalmente incapace di aggregarsi con gli altri, eternamente in competizione con il proprio vicino e irrimediabilmente sola anche in mezzo alla calca.

Non si opporrà alle decisioni calate dall’alto, perché convinto che vengano prese per il suo bene, accetterà, quindi, supinamente il proprio destino, così come lo fa una merce che deve essere costruita, venduta, usata e poi gettata via, quando risulta non essere più utile. Si mostrerà sinceramente convinto di essere libero ed informato e si professerà felice di appartenere al villaggio globale, vero simbolo della modernità, senza confini, senza differenze, senza retaggi del passato, senza inutili tradizioni e discriminazioni di sorta, ma purtroppo anche senza più una briciola di umanità, dal momento che fra la merce e l’uomo che intendesse essere tale qualche differenza dovrebbe esserci per forza.

Articolo di Marco Cedolin

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: http://marcocedolin.blogspot.it/2017/07/luomo-nuovo.html

Libri e varie...

L'Unione Europea: il Mito e la Realtà

I Trattati e le politiche di una dittatura mascherata

di Monia Benini

L'UNIONE EUROPEA: IL MITO E LA REALTà  - LIBRO
I Trattati e le politiche di una dittatura mascherata
di Monia Benini

Questo libro è il risultato delle ultime ricerche di Monia Benini.
Nuovi trattati, nuovi accordi si aggiungono, mano a mano, a perfezionare la prigione nella quale sono rinchiusi i popoli europei. 
Il silenzio dei Media, inevitabilmente controllati dal Potere, fa si che la grande massa dei cittadini sia totalmente ignara di quello che sta succedendo, di come, seguendo un piano ben definito, i "costruttori dell'Europa" stiano demolendo ogni controllo democratico, ogni idea di sovranità, ogni possibilità di Stato Sociale.
Diffondere il contenuto dei documenti ufficiali, le prese di posizione di importanti intellettuali che "non ci stanno", smascherare gli artifizi verbali con cui si diffonde e mantiene l'ignoranza: questa la missione dei libri di Monia Benini
Dalla Quarta di Copertina
"Le nazioni europee dovrebbero essere guidate verso un SuperStato senza che le loro popolazioni si accorgano di quanto sta accadendo. Tale obiettivo potrà essere raggiunto attraverso passi successivi ognuno dei quali nascosto sotto una veste e una finalità meramente economica. "
Jean Monnet
"Bisogna agire 'come se', in Europa: come se si volessero poche cose, per ottenerne molte. Come se gli Stati restassero sovrani, per convincerli a non esserlo più. La Commissione di Bruxelles, ad esempio, deve agire come se fosse un organo tecnico, per poter operare alla stregua di un governo. E così via, dissimulando e sottacendo"
Giuliano Amato
Monia Benini prosegue nella sua ricerca sul campo e documenta come e quando, in Europa, è stata sepolta ogni idea di Democrazia.
La realtà è molto peggio di come si riesce a immaginarla....

La Tomba dell'Europa?

Una guida per perplessi nella crisi finanziaria globale

di Luigi Copertino

LA TOMBA DELL'EUROPA?
Una guida per perplessi nella crisi finanziaria globale
di Luigi Copertino

Con uno stile agile e divulgativo questo libro vuole fornire un contributo alla comprensione di quanto sta accadendo in Europa e nel mondo a causa della globalizzazione finanziaria che è seguita all'egemonia culturale, ormai quarantennale, del monetarismo neoliberista.
Negli ultimi mesi del 2011 abbiamo assistito ad un golpe, un golpe del tutto atipico rispetto a quelli classici che conoscevamo, un golpe organizzato dai mercati finanziari, queste anonime entità così lontane dalla vita quotidiana dei cittadini.
L'autore ha presente innanzitutto il mondo culturale e politico cattolico, nel quale la confuzione è oggi ai massimi livelli e nel quale il liberismo, contro l'insegnamento del Magistero, è stato, da alcuni decenni a questa parte troppo accreditato.
In realtà il liberismo è assai lontano dalla visione cattolica della Comunità Politica, intesa come comunità morale di persone concrete e di corpi intermedi naturali secondouna tradizione di pensiero che è possibile far risalire a Tommaso d'Aquino ma che, in ultima istanza, risale direttamente al Vangelo....

Chi sono i padroni del mondo?

50 domande sul debito estero dei paesi poveri

di Damien Millet - Eric Toussaint

CHI SONO I PADRONI DEL MONDO?
50 domande sul debito estero dei paesi poveri
di Damien Millet - Eric Toussaint

Come dimostra l'accurata indagine di Millet e Toussaint, il debito che strangola gran parte del mondo è soprattutto una finzione ideologica al servizio della ricchezza e del potere, priva di alcuna legittimazione o valore morale.
Con competenza e precisione, gli autori esplorano gli strati di falsità e mistificazione che occultano l'abietta realtà, offrendoci un importante strumento di indagine per liberare le masse sofferenti dalle catene che li soffocano. 
Le 50 domande spiegano come si è formato il debito. 
Chiariscono il ruolo delle forze in gioco. Svelano la rete che intrappola i Paesi in via di sviluppo e le possibili vie per liberarsene. Forniscono una chiara e articolata disquisizione sulle argomentazioni morali, politiche, economiche, legali ed ecologiche su cui poggia la causa per la cancellazione del debito dei Paesi poveri e offrono una nutrita serie di repliche circostanziate alle obiezioni mosse da chi vi si oppone.
Damien Millet è docente di matematica. Vive ad Orléans ed è il Segretario Generale del Comitato per l'Abolizione del Debito del Terzo Mondo, sezione francese.
Eric Touissaint, autore di quattro importanti libri di approfondimento sui Paesi del Terzo Mondo, è studioso di storia e politica, Presidente del Comitato per l'Abolizione del Debito del Terzo Mondo, membro dell'International Council of the World Social Forum e membro del Scientific Advisory Board di ATTAC France....

12 Anni Schiavo

di Solomon Northup

12 ANNI SCHIAVO
di Solomon Northup

Solomon Northup, un uomo nato libero, fu rapito a Washington nel 1841, poi ridotto in schiavitù per dodici, interminabili anni.
In queste memorie, pubblicate per la prima volta nel 1853, troviamo tutta la sua storia: catturato con l'inganno a Washington da due mercanti che fingevano di essere interessati alle sue doti di violinista, venne drogato, legato e trascinato al mercato degli schiavi. Lì fu subito minacciato: se avesse rivelato di essere nato libero, sarebbe stato ucciso. Iniziarono così dodici anni di schiavitù, di violenze, brutalità e sofferenze senza fine. Capì che gli schiavi valevano meno del bestiame: potevano essere picchiati, costretti a lavori massacranti, potevano morire nella completa indifferenza. Lui stesso venne assalito con un'ascia, minacciato di morte, fu costretto a uccidere per salvarsi.
Poté vivere sulla sua pelle una delle pagine più nere della storia d'America, la piaga purulenta nascosta dietro la splendente vetrina del Paese che cresceva e abbatteva ogni confine. Persino il Campidoglio, il massimo monumento all'orgoglio americano, fu costruito dagli schiavi.
Poi, al culmine della disperazione, Solomon incontrò un uomo buono, un bianco che era completamente diverso dagli altri. A lui Solomon affidò una lettera per sua moglie, per farle sapere che era ancora vivo. Ebbe inizio il lungo, doloroso processo. E da quel momento tutto cambiò.
Da questa storia vera il film di Steve McQueen premiato al festival di Toronto, vincitore del Golden Globe© come miglior film....

Le Isole del Tesoro

Viaggio nei paradisi fiscali dove è nascosto il tesoro della globalizzazione

di Nicholas Shaxson

LE ISOLE DEL TESORO
Viaggio nei paradisi fiscali dove è nascosto il tesoro della globalizzazione
di Nicholas Shaxson

Un libro acclamatissimo e radicale nella sua documentata denuncia dello stato attuale del mondo finanziario globalizzato.
Questa è la grande storia mai raccontata della globalizzazione. I paradisi fiscali sono infatti la faccia meno conosciuta, ma più centrale, della rete finanziaria mondiale: solo per fare un esempio, più di metà del commercio mondiale e gran parte di mutui e prestiti passano per questi luoghi, almeno "nominalmente".
Ogni grande corporation vi svolge continuamente attività di routine e i suoi più grandi utilizzatori non sono certo terroristi, mafiosi o celebrità, ma banche. I paradisi fiscali hanno a che fare di norma con l'evasione: dalle leggi, dai creditori, dalle tasse, in sintesi da ogni controllo e verifica democratica; e hanno avuto un ruolo decisivo in tutti i maggiori eventi economici contemporanei, compresa la crisi attuale esplosa nel 2008, fungendo spesso da base per le lobby che hanno spinto a rimuovere i regolamenti finanziari preesistenti e a tagliare le tasse per i più ricchi in tutto il mondo.
Gli hedge fund, Goldman Sachs, Citigroup si muovono continuamente dentro e fuori dal mondo offshore, così come dietro gli scandali di Enron, Parmalat, Lehman Brothers, Aig si celano i paradisi fiscali. Anche la crescita delle corporation e l'esplosione del debito nelle economie più avanzate a partire dagli anni settanta è sostanzialmente una storia che ha a che fare con l'offshore.
Certo, esistono anche altre cause utili a spiegare i fenomeni, ma senza la comprensione di questo universo di interessi non si può capire appieno la storia e l'economia del mondo moderno....

Il Libro che le Multinazionali non ti Farebbero mai Leggere

Sfruttamento del lavoro, esaurimento delle risorse. Come la dittatura dei grandi marchi condiziona le nostre vite

di Klaus Werner-Lobo

IL LIBRO CHE LE MULTINAZIONALI NON TI FAREBBERO MAI LEGGERE
Sfruttamento del lavoro, esaurimento delle risorse. Come la dittatura dei grandi marchi condiziona le nostre vite
di Klaus Werner-Lobo

Sfruttamento del lavoro, esaurimento delle risorse. Come la dittatura dei grandi marchi condiziona le nostre vite
Nokia, McDonald's, Coca Cola, Adidas: nei centri commerciali troviamo scintillanti marche a prezzi competitivi. E il nostro sabato pomeriggio di shopping ci fa sentire realizzati, alla moda, perfettamente inseriti nella società.
Peccato però che quel telefonino e quel paio di scarpe acquistati con tanta leggerezza siano il frutto del lavoro duro e sottopagato di donne e bambini del Terzo Mondo al servizio delle ricche multinazionali.
Ma davvero è tutto così "normale"? Non c'è alcuna possibilità di riscatto per chi ha avuto la sfortuna di nascere in un Paese povero? Esiste un modo per dire basta alle multinazionali che ignorano i diritti umani e distruggono l'ambiente nella corsa inarrestabile verso il profitto? Questo libro dimostra che un'alternativa è possibile. E indagando crimini e colpe dei grandi gruppi industriali, ci indica una strada che anche noi nel nostro piccolo, con poche accortezze, possiamo percorrere per realizzare finalmente un mondo più equo e umano.
"Il libro contiene un'appendice shock dalla A di Apple alla S di Siemens, da leggere attentamente."
Laura Piccinini, D di Repubblica
"Un volume che promette di far parlare a lungo di sé."
Il Giornale
"Rende comprensibili i nessi tra problemi globali come sfruttamento, corruzione, guerra e razzismo e cambiamento del clima e la personale quotidianità degli abitanti dei paesi poveri e nostra."
Federico Tulli, Terra
Alcuni dei temi affrontati:
- La globalizzazione e le sue conseguenze
- Lo strapotere dei grandi gruppi industriali
- Organizzazioni mondiali al servizio delle multinazionali
- Guerra per i nostri cellulari
- Kalashnikov e bambini-soldato
- Sfruttamento e lavoro minorile
- Le multinazionali del settore alimentare
- Schiavitù e lavoro coatto
- La dipendenza dal petrolio
- I misfatti dell'industria farmaceutica
- Le speculazioni finanziarie
- Il mondo appartiene a noi: come reagire
- La globalizzazione dei diritti umani...
PHANTOM SELF - SCHIAVI DI UN Sé FANTASMA (VIDEOCORSO DIGITALE)
di David Icke

L'universo è una matrice olografica, temporale e illusoria. La matrix non è reale, è costituita da una serie di frequenze a forma d'onda che pulsano a precisi livelli vibratori: stacca la spina!
David Icke, autore inglese tra i più controversi al mondo, da 25 anni è impegnato a svelare i segreti della governance globale e delle forze manipolatrici che controllano l'inganno della realtà. Ciò che un tempo veniva ridicolizzato, ora riceve plausi e consensi, e Icke, a lungo oggetto di scherno, viene ormai riconosciuto come uno dei paladini più autorevoli della controinformazione. E' ormai lontano quel giorno del 1991 in cui Icke, giornalista sportivo della BBC, veniva ridicolizzato in diretta nazionale nella trasmissione televisiva di Terry Wogan.
Nel 2016, infatti, Icke è tornato proprio negli stessi studi in cui avvenne la famosa intervista con Wogan per annunciare il suo World Wide Wake Up Tour di cui questo video esclusivo è parte in quanto unico appuntamento italiano.
Il Sistema esige la ripetizione, non la spontaneità, e macchine, non persone anticonformiste e fuori dagli schemi. I liberi pensatori spontanei e fuori dagli schemi sono pericolosi per un Sistema che per sopravvivere e prosperare richiede obbedienza percettiva e assenza di pensiero individuale.
Nel corso della storia a noi nota, i mistici, i veggenti e i liberi pensatori in contatto con il proprio Sé Infinito sono sempre stati presi di mira dall'autorità, e tuttora vengono ridicolizzati, condannati ed etichettati come estremisti, folli e socialmente pericolosi. Questo succede perché sono pericolosi per il Sistema e il Programma; e coloro che li abusano e li ridicolizzano, come accademici e giornalisti schiavi del Sé Fantasma, hanno per complici e sostenitori le masse schiave del Sé Fantasma che, come pappagalli ammaestrati, li ridicolizzano e li condannano a loro volta in conformità con il modello del Sistema in merito a ciò che viene considerato "normale". Io stesso ho subìto questo tipo di trattamento estremo, e ancora lo subisco. Giordano Bruno, che fu bruciato sul rogo per aver visto oltre il programma, disse: "L'amore eroico è proprio delle nature superiori, dette insane non perché non sanno, ma perché sanno più dell'ordinario". Quando si osserva da vicino la "mente informatica" si ha una chiara visione del livello di sabotaggio perpetrato dal Sé Fantasma ai danni della società. La maggior parte della gente è così programmata e così ingenuamente fiduciosa nei confronti di "mamma e papà Sistema" da non riuscire a comprendere che differenza non è sinonimo di pazzia; o, come scrisse George Orwell, "Forse, a ben pensarci, un pazzo non era che una minoranza formata da una sola persona". La verità è verità anche se nessuno ci crede, e una menzogna è una menzogna anche se ci credono tutti....

Phantom Self - Schiavi di un sé Fantasma (Videocorso Digitale)

di David Icke

L'universo è una matrice olografica, temporale e illusoria. La matrix non è reale, è costituita da una serie di frequenze a forma d'onda che pulsano a precisi livelli vibratori: stacca la spina!

David Icke, autore inglese tra i più controversi al mondo, da 25 anni è impegnato a svelare i segreti della governance globale e delle forze manipolatrici che controllano l'inganno della realtà. Ciò che un tempo veniva ridicolizzato, ora riceve plausi e consensi, e Icke, a lungo oggetto di scherno, viene ormai riconosciuto come uno dei paladini più autorevoli della controinformazione. E' ormai lontano quel giorno del 1991 in cui Icke, giornalista sportivo della BBC, veniva ridicolizzato in diretta nazionale nella trasmissione televisiva di Terry Wogan.

Nel 2016, infatti, Icke è tornato proprio negli stessi studi in cui avvenne la famosa intervista con Wogan per annunciare il suo World Wide Wake Up Tour di cui questo video esclusivo è parte in quanto unico appuntamento italiano.

Il Sistema esige la ripetizione, non la spontaneità, e macchine, non persone anticonformiste e fuori dagli schemi. I liberi pensatori spontanei e fuori dagli schemi sono pericolosi per un Sistema che per sopravvivere e prosperare richiede obbedienza percettiva e assenza di pensiero individuale.

Nel corso della storia a noi nota, i mistici, i veggenti e i liberi pensatori in contatto con il proprio Sé Infinito sono sempre stati presi di mira dall'autorità, e tuttora vengono ridicolizzati, condannati ed etichettati come estremisti, folli e socialmente pericolosi. Questo succede perché sono pericolosi per il Sistema e il Programma; e coloro che li abusano e li ridicolizzano, come accademici e giornalisti schiavi del Sé Fantasma, hanno per complici e sostenitori le masse schiave del Sé Fantasma che, come pappagalli ammaestrati, li ridicolizzano e li condannano a loro volta in conformità con il modello del Sistema in merito a ciò che viene considerato "normale". Io stesso ho subìto questo tipo di trattamento estremo, e ancora lo subisco. Giordano Bruno, che fu bruciato sul rogo per aver visto oltre il programma, disse: "L'amore eroico è proprio delle nature superiori, dette insane non perché non sanno, ma perché sanno più dell'ordinario". Quando si osserva da vicino la "mente informatica" si ha una chiara visione del livello di sabotaggio perpetrato dal Sé Fantasma ai danni della società. La maggior parte della gente è così programmata e così ingenuamente fiduciosa nei confronti di "mamma e papà Sistema" da non riuscire a comprendere che differenza non è sinonimo di pazzia; o, come scrisse George Orwell, "Forse, a ben pensarci, un pazzo non era che una minoranza formata da una sola persona". La verità è verità anche se nessuno ci crede, e una menzogna è una menzogna anche se ci credono tutti.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*