Le “Onde inconsce di Pensiero”

di Giorgio Del Sole

Vi è mai capitato di constatare che in certi momenti della vostra vita un tema esistenziale o una vostra preoccupazione, incominci ad aleggiare nell’aria ed essere presente in diversi contesti?

Onde inconsce di PensieroAd esempio, state riflettendo su un concetto, ed un vostro amico vi parla di cose attinenti al vostro pensiero, prima ancora che voi gli comunichiate il tema delle vostre riflessioni, oppure mentre ascoltate la radio o vedete un programma in tv, emergono notizie che parlano di qualcosa di simile.

Capita come se ad un certo punto, tutta una serie di informazioni, pensieri, libri, oggetti, persone, attinenti a quel vostro pensiero si evidenziassero, venissero fuori dal nulla, per darvi ulteriori spunti di riflessione! In pratica, la vita vi ripropone in più modi, apparentemente casuali lo stesso tema, che sembra a questo punto, coinvolgere non solo voi in quel momento, ma tante persone.

La spiegazione di questo “particolare” accadimento, sta nella “Sincronicità del pensiero inconscio”! La “Sincronicità dell’inconscio” è una funzione superiore, utilizzata dalla vita, intesa come entità, che ha come interesse, non solo l’evoluzione fisica delle varie specie animali e vegetali, come Darwin intuì, ma anche un “Avanzamento evolutivo mentale”, di un determinato pensiero o risposta migliorativa ad un problema.

Libri e varie...

Si tratta quindi di una strategia evolutiva di base, che si oppone all’involuzione, ed è una costante di crescita multilivello e multidimensionale, che è quella che ha permesso a tutte le cose ed i sistemi vitali esistenti, di evolversi sino ad ora.

In parole spicce, l’entità “Vita”, con questa modalità, fa sì che un gruppo di persone sconosciute, ma collegate da una sensibilità collettiva comune, in un dato momento vengano focalizzate da essa, su un fatto, al fine di portare un po’ più avanti la comprensione dello stesso, avendo come fine il bene comune ed il miglioramento competitivo della vita, rispetto alla sua distruzione, la morte!

Tale meccanismo, è costituito da onde di pensiero inconsce, che travalicano il concetto del reale, per condensarsi in un senso collettivo, atto e funzionale, all’evoluzione della vita, intesa come entità guida superiore. Questa entità superiore risponde concretamente alle esigenze proprie del concetto di “Vita”!

Lo scenario prospettato, apre le porte alla concezione di se non più separata, ma funzionale ad un tutto, e rispondente oltre la propria razionalità, ad esigenze superiori, fuori dal nostro controllo, essendo influenzati e guidati da queste “Onde inconsce di pensiero”.

Il processo di “Sincronicità”, è visibile, concreto e verificabile, a patto di avere sufficiente consapevolezza e sensibilità, oltre che abilità, di osservarsi fuori da sé, facendosi le giuste domande.

Le prime domande da porsi sono: Perché sto parlando di questa cosa? Quanto di questo argomento mi coinvolge direttamente e quanto invece è di interesse collettivo? Quale legame c’è tra me e l’altra fonte apparentemente sconosciuta che riflette sul medesimo argomento nello stesso mio tempo?

Per coloro che riusciranno a darsi queste prime risposte, si apriranno concretamente le visioni superiori di consapevolezza del proprio essere collegato con il tutto.

Articolo di Giorgio Del Sole, autore de “I segreti dei sogni

Fonte: http://www.giorgiodelsole.it/mondo-interiore/le-onde-inconsce-pensiero/

Libri e varie...
FORME PENSIERO 2
Versione nuova
di Anne Givaudan

Forme Pensiero 2

Versione nuova

di Anne Givaudan

Le numerosissime forme-pensiero che ci gravitano intorno condizionano e paralizzano le nostre scelte, attirano la collera e l'impulsività, rinforzano le nostre paure. Le forme-pensiero sono all'origine delle malattie e di comportamenti nocivi per noi e per gli altri. Dopo averle descritte in Forme-pensiero: Riconoscerle, scoprire la loro influenza sulla nostra vita, Anne Givaudan, specialista nelle terapie essene fondate sulla luce e sul suono, ha raccolto in questo volume gli elementi che possono provocare una forma di apertura che si rivela propizia alla guarigione. È un'opera eminentemente pratica, che risveglia in noi l'unica forza capace di trasmutare le forme-pensiero: l'Amore.

LEGGI la Prefazione

Questo secondo volume è essenzialmente dedicato alle pratiche e alle meditazioni che vi faranno diventare gli "alchimisti", i "trasmutatori" delle vostre forme-pensiero.
Per questo, è indispensabile comprendere che il primo dialogo che va ristabilito è quello che ci conduce ad una parte di noi non riconosciuta, non voluta e, fino ad oggi, messa da parte.
Il bambino che ci portiamo dentro, che ci piaccia o no, non può essere ignorato, e non è facendoci carico degli altri che riusciremo a guarirlo.
Trasformare una forma-pensiero richiede che si riesca ad amare profondamente tutti quegli aspetti di noi che fanno sì che siamo quali siamo oggi. Ombra e Luce camminano insieme, simili e opposte, nel più profondo di noi e nella zona periferica di ciò che siamo, fino a che supereremo questo dualismo per entrare in comunione con l'Uno. Allora, le energie degli opposti si uniranno come un Sole immenso, creato dall'alchimia dell'Amore.
Leggete semplicemente quello che segue, se volete praticate, ma non giudicate nulla: né voi stessi, né quello che vi viene proposto. Può essere che, dopo un po' che vi esercitate, vi venga da dire: "Non valgo niente, non ci riesco", oppure "Ecco un altro libro che non mi ha aiutato, non vale niente", o "Ci ho provato, ma non cambia niente!".
Semplicemente, pratiche di questo genere non si possono "provare": vanno vissute quotidianamente, senza sforzi particolari, senza lottare con nulla e nessuno, senza lesinare il tempo, senza prefiggersi uno scopo o darsi dei limiti, e senza neppure voler raggiungere un obiettivo, perché "lo scopo non è esterno a noi, noi siamo lo scopo".
Questi esercizi sono pratiche di autoguarigione e l'energia che li permea è un'energia di trasmutazione. L'uso che ne farete è affar vostro, completamente, perché sono destinati a ciascuno di voi individualmente, e si adatteranno a quello che siete nell'istante presente.
Pensate comunque che sono necessari ventun giorni per cambiare la programmazione del vostro cervello, ed evacuare dai suoi schemi obsoleti il "programma" vecchio.

Indice

Prefazione
Introduzione - La prigione siamo noi
Prima parte - Le sei tappe per la felicità
Cap. I - L'accettazione
Cap. II - Prestare attenzione alla nostra ferita
Cap. III - Morire rispetto a se stessi
Cap. IV - Noi non siamo le nostre forme-pensiero
Cap. V - La fiducia
Cap. VI - Tagliare i viveri
Seconda parte - I sette grandi princìpi della trasmutazione
Introduzione
Cap. I - Preghiera e meditazione
Cap. II - La risata e la gioia
Cap. III - La scelta
Cap. IV - Pensare diversamente
Cap. V - Il ruolo dell'acqua
Cap. VI - Il perdono
Cap. VII - Il silenzio
Terza parte - Trasmutazione e riprogrammazione
Introduzione
Cap. I - Meditazione della trasmutazione
Cap. II - A proposito delle visualizzazioni
Cap. III - Testimonianze
Conclusione
Bibliografia suggerita dall'Autrice

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *