Le lobby Gay usate dall’elite per degenerare i popoli

La natura è l’espressione del divino, qualsiasi cosa si discosti dal naturale e dal suo rispetto è da considerarsi degenerazione. La degenerazione porta solo ad una via: l’autodistruzione e la distruzione di quello che ci circonda.

<b>La natura è l'espressione del divino, qualsiasi cosa si discosti dal naturale e dal suo rispetto è da considerarsi degenerazione. La degenerazione porta solo ad una via: l'autodistruzione e la distruzione di quello che ci circonda.</b>


Ascoltare la natura e rispettarla, non è un fatto di scelta ma serve a cogliere l'essenza stessa della vita. Non ascoltare e non voler vedere questo, porta alla morte e alla distruzione, ed è quello a cui stiamo assistendo nel mondo modernista che ci è stato imposto.

L'omosessualità è sicuramente un fatto privato e ognuno ha il diritto di vivere

New York – Gay Pride del 2012

Ascoltare la natura e rispettarla, non è un fatto di scelta ma serve a cogliere l’essenza stessa della vita. Non ascoltare e non voler vedere questo, porta alla morte e alla distruzione, ed è quello a cui stiamo assistendo nel mondo modernista che ci è stato imposto.

L’omosessualità è sicuramente un fatto privato e ognuno ha il diritto di vivere come meglio crede, a meno che non rechi danno ad altri. Tuttavia, nelle nostre società traviate dal modernismo sterile e dalla propaganda pornografica-mercantile, si sta assistendo da anni a un penoso spettacolo, che vuole con l’ipocrita scusa di proteggere i diritti di minoranze come i gay, impostare modelli sociali e antropologici errati e degenerati.

Strumentalizzando gli abusi subiti durante la storia e purtroppo ancora oggi dagli omosessuali, si cerca di impostare un concetto culturale vittimistico che vuole prevalere su ogni ragionamento razionale ed obbiettivo (questo ci ricorda qualcosa? certamente, perché è sempre la stessa cricca che gestisce tali operazioni). Questo serve a spingere verso un dualismo che deve dividere e spezzare le masse, che porta inevitabilmente allo scontro, uno scontro che non ha mai una via di uscita, se non la prevaricazione di chi ha più mezzi, come i media che seguono tale agenda dettata dai loro padroni.

Libri e varie...

Quindi, ci troviamo nel punto in cui la questione omosessuale viene deliberatamente usata per portare avanti un progetto criminale, del quale gli stessi omosessuali sono vittime, perché usati a loro insaputa, per scopi che esulano dall’ottenimento dei loro diritti.

Propagandando la sessualità sterile perché omosessuale e diffondendo confusione nell’uomo e nella donna, e soprattutto in bambini e adolescenti, stanno ancora una volta sferrando un attacco contro la famiglia e la vita stessa, contro la natura, e quindi contro la matrice divina, cercando di disconnettere l’individuo dalla propria essenza divina, per poterlo schiavizzare totalmente.

L’obbiettivo a cui mirano, è quello di indebolire e degenerare i popoli per poterli sottomettere prima e meglio, arrivando così ad una maggiore sterilità dell’umanità, aspetto che insieme ad inquinamento, scie chimiche, alcool, droghe, radiazioni, vaccini e farmaci dannosi, cibo  e acqua avvelenati, mira a sterminare gran parte della popolazione mondiale, rendendo sterili i restanti. Tutto ciò, ricordiamo, sta già in parte avvenendo.

E questo, perché il loro fine è quello di arrivare a un Nuovo Ordine Mondiale, dove la popolazione decimata potrà essere controllata meglio, sarà sotto un sistema di controllo mai visto, e dove le nascite saranno permesse solo dietro autorizzazione, come avviene attualmente in Cina. In sostanza, si punta a ottenere uno stretto controllo delle nascite, allo scopo di tenere la popolazione mondiale al di sotto di una certa determinata quota numerica, che garantirà alle elites di potere il controllo totale.

La propaganda mediatica del nemico, usa quindi queste tesi per sferrare un ulteriore attacco alla nostra società. Con la scusa dei diritti gay, diffonde la propaganda omosessuale, insinuando l’idea che tutti debbano o possano essere gay. Crea confusione mentale, distorsione e anche disturbi a livello psichico nei bambini, inculcando loro l’ideologia gender fin dalla più tenera età. Introduce concetti falsi e pericolosi come quello che una coppia gay sia uguale ad una coppia composta da uomo e donna, e che questa possa adottare dei figli e crescerli normalmente come avviene nelle famiglie tradizionali, non considerando minimamente le conseguenze a livello psichico di tutto questo per i bambini, che hanno diritto di seguire un loro iter naturale e libero di crescita.

Anche i falsi dibattiti televisivi dove avvengono vuote diatribe che non portano mai a niente, se non allo schema prefissato da chi gestisce tali programmi televisivi, sono solo utili al potere stesso. Gli omosessuali dovrebbero, inoltre, divenire consapevoli del fatto che si stanno facendo usare.

Vi sono aspetti che non possono essere trattati come elementi relativi o di scelta personale. La natura va osservata e ascoltata, la sua parola è legge e credere di poter andare contro questa voce, vuol dire andare incontro a catastrofe certa per tutti.

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: http://whitewolfrevolution.blogspot.it/2015/03/le-lobby-gay-usate-dallelite-per.html

Libri e varie...
LA FABBRICA DELLA MANIPOLAZIONE
Come i poteri forti plasmano le nostre menti per renderci sudditi del nuovo ordine mondiale
di Enrica Perucchietti, Gianluca Marletta

Chi controlla il tuo immaginario controlla la tua volontà!
 I grandi cambiamenti culturali che l’umanità affronta da decenni non sono né spontanei né casuali ma sapientemente “fabbricati” dai Poteri Forti.
 Alla base della società contemporanea vi è l’utilizzo costante e scientifico di tecniche sempre più sofisticate di manipolazione per plagiare le menti e ottenere il consenso. Il controllo si presenta sotto forma di “mode” e tendenze culturali apparentemente spontanee, attraverso cui gli architetti del mondialismo plasmano la mentalità e il pensiero della masse.
 «Chi controlla il passato controlla il futuro: chi controlla il presente controlla il passato», scriveva profeticamente George Orwell in 1984.
 Dopo il successo di Governo Globale, gli autori Enrica Perucchietti e Gianluca Marletta tornano ad approfondire le tappe ideologiche del mondialismo, spiegando gli influssi e le tecniche di condizionamento utilizzate dai Poteri Forti per costruire mode e tendenze volte a influenzare e pilotare la mentalità delle masse.
 Dai primi esperimenti di manipolazione mentale del dopoguerra alla “rivoluzione culturale” degli anni ’60; dalla “nuova morale sessuale” all’ideologia di genere; dalla nascita dell’arte contemporanea alla genesi delle rivoluzioni “democratiche” nei paesi dell’est europeo e del Medio Oriente; dal sorgere della “nuova spiritualità” allo sviluppo dei Fondamentalismi Religiosi, questo saggio ripercorre una “storia altra” dell’età contemporanea, tanto misconosciuta quanto inquietante....

La Fabbrica della Manipolazione

Come i poteri forti plasmano le nostre menti per renderci sudditi del nuovo ordine mondiale

di Enrica Perucchietti, Gianluca Marletta

Chi controlla il tuo immaginario controlla la tua volontà!

I grandi cambiamenti culturali che l’umanità affronta da decenni non sono né spontanei né casuali ma sapientemente “fabbricati” dai Poteri Forti.

Alla base della società contemporanea vi è l’utilizzo costante e scientifico di tecniche sempre più sofisticate di manipolazione per plagiare le menti e ottenere il consenso. Il controllo si presenta sotto forma di “mode” e tendenze culturali apparentemente spontanee, attraverso cui gli architetti del mondialismo plasmano la mentalità e il pensiero della masse.

«Chi controlla il passato controlla il futuro: chi controlla il presente controlla il passato», scriveva profeticamente George Orwell in 1984.

Dopo il successo di Governo Globale, gli autori Enrica Perucchietti e Gianluca Marletta tornano ad approfondire le tappe ideologiche del mondialismo, spiegando gli influssi e le tecniche di condizionamento utilizzate dai Poteri Forti per costruire mode e tendenze volte a influenzare e pilotare la mentalità delle masse.

Dai primi esperimenti di manipolazione mentale del dopoguerra alla “rivoluzione culturale” degli anni ’60; dalla “nuova morale sessuale” all’ideologia di genere; dalla nascita dell’arte contemporanea alla genesi delle rivoluzioni “democratiche” nei paesi dell’est europeo e del Medio Oriente; dal sorgere della “nuova spiritualità” allo sviluppo dei Fondamentalismi Religiosi, questo saggio ripercorre una “storia altra” dell’età contemporanea, tanto misconosciuta quanto inquietante.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*