La “Teoria svedese della Solitudine”

di Assuntina Morresi

Tutti i rapporti umani autentici, si devono basare sulla sostanziale indipendenza delle persone.

Solitudine

“Se una donna dipende dal suo uomo, come facciamo a sapere che quelle due persone vivono volontariamente il loro rapporto? Non staranno insieme perché dipendono l’uno dall’altro o per esigenze economiche?” Questa è l’idea semplice, alla base della “Teoria svedese dell’amore”, ben illustrata nei suoi presupposti e, soprattutto, nelle sue conseguenze, dalla recente produzione Rai di Erik Gandini. 

È una descrizione non solo e non tanto del popolo svedese in sé, perché questa teoria “non è un’invenzione svedese: fa parte di un credo nella individualità che da qualche tempo domina la vita in tutto l’occidente. Ma qui in Svezia siamo stati straordinariamente efficienti a trasformare le parole in realtà” e, d’altra parte “la Svezia è il futuro traguardo del progresso, all’apice della curva che indica la direzione di tutto l’occidente”.


La Svezia attuale come anticipazione del futuro che ci aspetta, punto estremo di una interessante “mappa dei valori”
che più volte viene visualizzata, e che vale la pena guardare con attenzione in un fermo immagine: nell’asse delle x (orizzontale) ci sono i valori di sopravvivenza e di espressione personale – quindi a sinistra i poveri, e man mano che si va verso destra, i ricchi – mentre nell’asse delle ordinate (in verticale) ci sono, in basso, i valori tradizionali, e man mano che si va verso l’alto, i valori secolari-razionali; quindi si va dalle tradizioni locali in basso, al cattolicesimo in mezzo, fino al protestantesimo europeo in alto, la parte più secolarizzata.

La Svezia è il punto estremo dell’Europa protestante, nettamente distaccata da tutti gli altri. Quindi, il protestantesimo appare come elemento di secolarizzazione fra i paesi ricchi, e la provenienza dal comunismo per quelli ugualmente secolarizzati, ma poveri. Nel documentario l’inizio si fa coincidere con il Manifesto del Partito Socialdemocratico del 1972, quando: “un gruppo di politici ebbe un’idea che, se attuata, poteva rendere la vita migliore per tutti. Era giunto il momento di liberare le donne dagli uomini, gli anziani dai figli, gli adolescenti dai genitori. Venne scritto un manifesto: la famiglia del futuro. Il principio è semplice. Ogni individuo dovrà essere considerato come autonomo, non come l’appendice di qualcun altro. E’ quindi necessario creare le condizioni economiche e sociali che ci renderanno finalmente individui indipendenti”.

Libri e varie...

Sull'amore e la Solitudine

di Jiddu Krishnamurti

SULL'AMORE E LA SOLITUDINE  - LIBRO
di Jiddu Krishnamurti

Un volumetto monografico tratto da materiale inedito dell'insegnamento di Jiddu Krishnamurti e dedicato ai temi caratteristici del suo messaggio spirituale.
 Oltre ai molti libri pubblicati restano di Krishnamurti pagine e pagine di trascrizioni di discorsi tenuti in Europa, India e America, oltre che diari, lettere e altro ancora.
 E' per lo più da questo materiale inedito che è stato tratto questo libro monografico.
 J. Krishnamurti (1895-1986) è stato uno degli uomini più profondi e illuminati, che ha ispirato migliaia di persone in ogni parte del mondo....

La Leggerezza della Solitudine

Chi ha assaporato la dolcezza della solitudine ed il succo della calma interiore, costui è senza dolori, senza peccato

di Lobsang Sanghye ( Edmondo Turci )

LA LEGGEREZZA DELLA SOLITUDINE  - LIBRO
Chi ha assaporato la dolcezza della solitudine ed il succo della calma interiore, costui è senza dolori, senza peccato
di Lobsang Sanghye ( Edmondo Turci )

Serve una buona motivazione ed una guida sincera, per ritrovare la "giusta leggerezza": una salutare normalità, senza perderci in inutili compiacimenti o tristezze.
 Il filo conduttore di questo libro è la "leggerezza" della vita, quando anche la solitudine ci è cara; e come ritrovarle, sotto la faticosa "finzione" della quotidiana ordinarietà.
 Questo filo di Arianna porterà il lettore a scoprire una possibile origine del malessere così evidente nell'uomo moderno.
 La finzione, sempre più necessaria per sopravvivere in un mondo così complicato, finisce per occultare l'essenza della vita, che è un intimissimo piacere di esserci: "leggerezza", appunto.
 L'uomo moderno, ogni giorno di più, ci convince delle sue ambigue origini di demone-scimmia, una mutazione, raccontata nel mito nepalese, che lo ha fatto dominatore della Terra e distruttore di quasi tutte le grandi specie.
 I magistrali insegnamenti del Maestro Lobsang Sanghye ci porteranno dentro la storia, con i suoi miti, le scienze, i santi, i grandi laici, alla scoperta dei segreti della straordinaria mente di quest'ultimo Sapiens dall'incerto destino.
 Questi insegnamenti sembrano venire direttamente da un "libro parlante"; gli studenti non hanno fatto altro che riportare in scrittura le parole registrate del Maestro.
 Un cammino interiore è sempre complicato, perché ci riguarda da vicino, anzi è un unicum. Eppure, viviamo come estranei a noi stessi e divisi; ci sfugge cosa sia la vita e cosa sia la sua perdita.
 Il libro è suddiviso in diciannove capitoli, che rappresentano altrettante riflessioni. Ogni capitolo è una perla di saggezza, tutta da scoprire o da riscoprire. Ad ogni lettura e ad ogni rrlettura, il lettore troverà qualche aspetto nuovo che era sfuggito. Solo col tempo, e se ne avrà voglia, il lettore saprà trame un duraturo profitto....

Solitudine Digitale

Disadattati, isolati, capaci solo di una vita virtuale?

di Manfredi Spitzer

SOLITUDINE DIGITALE - LIBRO
Disadattati, isolati, capaci solo di una vita virtuale?
di Manfredi Spitzer

Difendiamo noi stessi e i nostri figli, dalle leggi del mercato!
 Siamo malati di cyber, ma Spitzer condanna gli eccessi d'uso della tecnologia, perchè, come in medicina, è la dose che fa il veleno..." 
 Frankfurter Allgemeine
 La digitalizzazione della nostra vita quotidiana progredisce a ritmi vertiginosi e non sempre questo costituisce un vantaggio. Se per rispondere a qualunque domanda ormai attingiamo al nostro smartphone, indifferenti che le nostre tracce siano registrate, memorizzate e analizzate nelle banche dati per poi essere interpretate, vendute e usate indebitamente, vuol dire che non riusciamo più a fare a meno delle tecnologie digitali, che ne siamo dipendenti.
 Sono però note a tutti le patologie "cibernetiche" e le conseguenze sulla salute nostra e dei nostri figli dovute all'uso sempre più intensivo di computer, social e giochi elettronici. Non si tratta di ostilità nei confronti della tecnologia, ma di veri e propri effetti collaterali indesiderati come stress, perdita di empatia, depressione, disturbi del sonno e dell'attenzione, incapacità di concentrarsi e di riflettere, mancanza di autocontrollo e di forza di volontà.
 I bambini, in particolare quelli che non sanno ancora leggere e scrivere, sono danneggiati nelle loro capacità sensoriali, e bullismo e criminalità informatica completano il quadro di una situazione che ci sta sempre più sfuggendo di mano.
 L'appello che Manfred Spitzer lancia in questo libro è di reagire per non lasciare che le nostre vite siano dominate dalle lobby del settore che ogni giorno ci bombardano con messaggi su quanto siano importanti e utili i media digitali, su come rendano intelligenti i giochi al computer, sul fatto che pc e connessioni Internet devono essere a disposizione di ogni studente, che le scuole devono essere dotate di wireless e che le tecnologie informatiche ci garantiranno un futuro perfetto.
 Lasciamo ai nostri figli un pianeta devastato, facciamo in modo che non siano le leggi del mercato a dominare completamente le loro vite, occupiamoci della loro istruzione e della loro salute sviluppando le loro capacità critiche, la loro autonomia di giudizio e l'amore per la libertà da cui nascono il rispetto di se stessi e degli altri, colonne portanti di una sana società civile....

Single ma non Troppo

Ho trentanni, vivo a New York, sono mediamente carina... ma non ho ancora un fidanzato! Cosa non va in me?

di Liz Tuccillo

SINGLE MA NON TROPPO - LIBRO
Ho trentanni, vivo a New York, sono mediamente carina... ma non ho ancora un fidanzato! Cosa non va in me?
di Liz Tuccillo

Un romanzo che ha ispirato il film

 Essere single, o forse meglio zitelle: una maledizione o una scelta di vita? Possibile che tante donne belle, intelligenti, in carriera, non riescano a trovare un uomo che sappia amarle e proteggerle come meritano, e continuino a collezionare solo rapporti sbagliati?
 Se lo chiede Julie, brillante scrittrice di Manhattan, dopo una serata disastrosa con le sue quattro migliori amiche, una serata iniziata a ballare scatenate sul bancone di un bar e conclusasi al pronto soccorso.
 La domanda "Perché non riesco a trovare un uomo?" non se la pongono solo Julie e le sue amiche di New York, ma anche centinaia di donne in ogni parte del mondo, così Julie decide di affrontare il problema da scrittrice.
 Partirà per un viaggio ai quattro angoli del pianeta, dalla Francia all'Australia, passando per Roma, Rio de Janeiro, Pechino e Nuova Dehli, in un'avventurosa indagine sulla ricerca dell'amore, sul sesso, sulla passione ma anche sull'amicizia, la solidarietà, la complicità femminile.
 Mentre Julie viaggia e incontra donne diverse con gli stessi problemi, a New York le sue amiche continuano la loro difficile esistenza, fra tradimenti, tragici appuntamenti al buio, ricerca di donatori di sperma e battaglie per l'affidamento dei figli... Esiste una regola dell'amore? O forse il bello dell'amore è proprio non avere regole?
 Dall'autrice della serie cult Sex and the City, una nuova, esilarante commedia sull'amore e sul sesso, una storia in cui ogni donna, single o no, saprà riconoscersi con una risata liberatoria....

Soli e Felici

Versione nuova

di Cristina Rossi Morley

SOLI E FELICI
Versione nuova
di Cristina Rossi Morley

Nella odierna società, la solitudine scorazza indisturbata nelle menti e nei cuori di tutti.
Avvertono solitudine le persone che vivono da sole per scelta, i cosiddetti single.
Avvertono solitudine le persone che vivono da sole perché hanno deciso di separarsi dal partner, o ne sono state abbandonate.
Avvertono solitudine le persone che vivono da sole perché il loro partner è morto.
Avvertono solitudine le persone che, pur avendo un partner e una famiglia, si sentono incomprese, trascurate e… sole....

Passi dalla Solitudine

Addestrare la Mente auna Visione che Abbracci il Mondo

di B. Alan Wallace

PASSI DALLA SOLITUDINE  - LIBRO
Addestrare la Mente auna Visione che Abbracci il Mondo
di B. Alan Wallace

Nel buddhismo tibetano, per la grande importanza attribuita alla figura del guru e alla trasmissione diretta da maestro a discepolo, i testi spirituali sono spesso semplici promemoria, ermetici e incomprensibili senza le istruzioni illuminanti di un vero maestro.
 L'autore di questo libro, che è stato per quattordici anni monaco tibetano, ha avuto modo di ricevere dal maestro laico tibetano Ku-ngo-Barshi la trasmissione orale degli insegnamenti qui presentati e commentati.
  Il titolo del libro ha due significati: da una parte indica che si tratti di passi, brani di diario, riflessioni sulla pratica e dall'altra allude al carattere stesso degli insegnamenti, una via graduale per uscire dalla solitudine dell'egoismo aprendosi alla solidarietà....

La rivoluzione dell’indipendenza in Svezia, quindi, non poteva che investire la famiglia, per essere efficace, cercando di realizzare l’amore vero, quello in cui nessuno ha bisogno dell’altro. L’amore perfetto. E’ dalla destrutturazione della famiglia che si deve passare, e si passa sempre, per modificare l’umano. “I bambini hanno molti diritti. Gli anziani non dipendono più dalla generosità dei figli ormai adulti. La famiglia ideale in Svezia è composta da persone adulte, sostanzialmente indipendenti, che lavorano per se stesse. Indipendenti, per se stesse.” Questi i risultati ben illustrati nell’intero documentario: dopo i 40 anni la metà degli svedesi vive da solo, uno su quattro muore da solo, e ci si riproduce anche da soli.

Individualismo in SveziaLa parte sulla fecondazione fai-da-te, è estremamente realistica nella solitudine di tutti i suoi passaggi, dalla masturbazione maschile, al gelo della banca del seme – la più grande al mondo, 170 litri di sperma in attesa di essere consegnati – alla consegna a domicilio alla donna, che si insemina seguendo scrupolosamente le istruzioni arrivate con il corriere, insieme allo sperma, che comprendono anche il consiglio di procurarsi un orgasmo, alla fine, per favorire “con le vibrazioni” la fecondazione.

La metà delle clienti della banca è composta da donne sole (soprattutto svedesi), che vogliono figli e decidono di farli anche senza un uomo. Donne single che quando selezionano le caratteristiche del donatore, scelgono tendenzialmente qualcuno che somigli a loro, e per questo ha ancora più senso l’espressione “riprodursi da sole”: senza una relazione con un uomo, avere figli equivale a replicare se stesse, a cercare una copia di sé. E per il futuro si immagina la possibilità di contatti virtuali fra donatore (uomo) e ricevente (donna), che magari significherà ogni tipo di attività relazionale, ma rigorosamente online: cene romantiche, passeggiate, persino rapporti sessuali proprio come nella vita reale, ma senza avere contatti fisici.

Solitudine degli anzianiNon c’è bisogno invece di pensare al futuro, per vedere cosa significa morire soli, senza nessuno che si accorga della tua mancanza: in Svezia c’è un’agenzia statale con tanto di squadra di investigatori, che cerca di rintracciare i familiari di chi muore in solitudine, e viene scoperto dopo mesi, o anni dalla dipartita. Gente benestante, suicidi che si preoccupano addirittura di lasciare una busta piena di soldi per l’ufficiale giudiziario, per saldare i debiti dopo la morte. Perché in Svezia se una persona si ammala, invecchia o semplicemente non ce la fa da sola, gli aiuti arrivano solo tramite i canali statali. Non puoi piangere sulla spalla di qualcuno. Devi fare una richiesta scritta. Oppure devi compilare un modello di richiesta.

Ma, per fortuna, non tutti aderiscono a questo disperante sistema di valori: un gruppo di giovani si riunisce periodicamente in una foresta “per ricreare piccoli santuari di calore e comunità” perché “noi vogliamo amare”, dicono.

Ci sono, inoltre, anche esperienze più estreme come quella del dr. Erikson, che se ne è andato con sua moglie in Africa, a salvare vite in un ospedale da campo, dove opera con i trapani elettrici comperati al mercato e ripara le fratture con le fascette dell’idraulico. Ma la qualità della vita è impagabile: Qui nessuno è solo. Se stai male la gente non sta lontana, ma viene a trovarti. Se stai morendo la gente viene a tenerti compagnia. E dopo che sei morto ti piangono. Qui non sei mai solo. Mai”.

Il documentario si chiude con una breve intervista a Zigmund Bauman, il sociologo della società liquida, che boccia senza pietà l’obiettivo dell’indipendenza individuale, che porta a una vita vuota, priva di senso e a una completa, assoluta, inimmaginabile noia”, indipendenza che andrebbe sostituita da una “piacevolissima interdipendenza”.

Un documentario da vedere, insomma, specie per i sostenitori ad oltranza dell’autodeterminazione: il disperato presente svedese come incubo del futuro prossimo per tutti.

Articolo di Assuntina Morresi

Documentario di Erik Gandini: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-6d7431fb-cb93-48c9-9167-b01471e9d60a.html

Fonte: http://www.loccidentale.it/articoli/142312/la-teoria-svedese-della-solitudine

Libri e varie...

La Leggerezza della Solitudine

Chi ha assaporato la dolcezza della solitudine ed il succo della calma interiore, costui è senza dolori, senza peccato

di Lobsang Sanghye ( Edmondo Turci )

LA LEGGEREZZA DELLA SOLITUDINE  - LIBRO
Chi ha assaporato la dolcezza della solitudine ed il succo della calma interiore, costui è senza dolori, senza peccato
di Lobsang Sanghye ( Edmondo Turci )

Serve una buona motivazione ed una guida sincera, per ritrovare la "giusta leggerezza": una salutare normalità, senza perderci in inutili compiacimenti o tristezze.
 Il filo conduttore di questo libro è la "leggerezza" della vita, quando anche la solitudine ci è cara; e come ritrovarle, sotto la faticosa "finzione" della quotidiana ordinarietà.
 Questo filo di Arianna porterà il lettore a scoprire una possibile origine del malessere così evidente nell'uomo moderno.
 La finzione, sempre più necessaria per sopravvivere in un mondo così complicato, finisce per occultare l'essenza della vita, che è un intimissimo piacere di esserci: "leggerezza", appunto.
 L'uomo moderno, ogni giorno di più, ci convince delle sue ambigue origini di demone-scimmia, una mutazione, raccontata nel mito nepalese, che lo ha fatto dominatore della Terra e distruttore di quasi tutte le grandi specie.
 I magistrali insegnamenti del Maestro Lobsang Sanghye ci porteranno dentro la storia, con i suoi miti, le scienze, i santi, i grandi laici, alla scoperta dei segreti della straordinaria mente di quest'ultimo Sapiens dall'incerto destino.
 Questi insegnamenti sembrano venire direttamente da un "libro parlante"; gli studenti non hanno fatto altro che riportare in scrittura le parole registrate del Maestro.
 Un cammino interiore è sempre complicato, perché ci riguarda da vicino, anzi è un unicum. Eppure, viviamo come estranei a noi stessi e divisi; ci sfugge cosa sia la vita e cosa sia la sua perdita.
 Il libro è suddiviso in diciannove capitoli, che rappresentano altrettante riflessioni. Ogni capitolo è una perla di saggezza, tutta da scoprire o da riscoprire. Ad ogni lettura e ad ogni rrlettura, il lettore troverà qualche aspetto nuovo che era sfuggito. Solo col tempo, e se ne avrà voglia, il lettore saprà trame un duraturo profitto....

Sull'amore e la Solitudine

di Jiddu Krishnamurti

SULL'AMORE E LA SOLITUDINE  - LIBRO
di Jiddu Krishnamurti

Un volumetto monografico tratto da materiale inedito dell'insegnamento di Jiddu Krishnamurti e dedicato ai temi caratteristici del suo messaggio spirituale.
 Oltre ai molti libri pubblicati restano di Krishnamurti pagine e pagine di trascrizioni di discorsi tenuti in Europa, India e America, oltre che diari, lettere e altro ancora.
 E' per lo più da questo materiale inedito che è stato tratto questo libro monografico.
 J. Krishnamurti (1895-1986) è stato uno degli uomini più profondi e illuminati, che ha ispirato migliaia di persone in ogni parte del mondo....

Passi dalla Solitudine

Addestrare la Mente auna Visione che Abbracci il Mondo

di B. Alan Wallace

PASSI DALLA SOLITUDINE  - LIBRO
Addestrare la Mente auna Visione che Abbracci il Mondo
di B. Alan Wallace

Nel buddhismo tibetano, per la grande importanza attribuita alla figura del guru e alla trasmissione diretta da maestro a discepolo, i testi spirituali sono spesso semplici promemoria, ermetici e incomprensibili senza le istruzioni illuminanti di un vero maestro.
 L'autore di questo libro, che è stato per quattordici anni monaco tibetano, ha avuto modo di ricevere dal maestro laico tibetano Ku-ngo-Barshi la trasmissione orale degli insegnamenti qui presentati e commentati.
  Il titolo del libro ha due significati: da una parte indica che si tratti di passi, brani di diario, riflessioni sulla pratica e dall'altra allude al carattere stesso degli insegnamenti, una via graduale per uscire dalla solitudine dell'egoismo aprendosi alla solidarietà....

Soli e Felici

Versione nuova

di Cristina Rossi Morley

SOLI E FELICI
Versione nuova
di Cristina Rossi Morley

Nella odierna società, la solitudine scorazza indisturbata nelle menti e nei cuori di tutti.
Avvertono solitudine le persone che vivono da sole per scelta, i cosiddetti single.
Avvertono solitudine le persone che vivono da sole perché hanno deciso di separarsi dal partner, o ne sono state abbandonate.
Avvertono solitudine le persone che vivono da sole perché il loro partner è morto.
Avvertono solitudine le persone che, pur avendo un partner e una famiglia, si sentono incomprese, trascurate e… sole....

Ascolta i Grilli e Scendi dall'Ottovolante

Manuale di indipendenza emotiva

di Debora Conti

ASCOLTA I GRILLI E SCENDI DALL'OTTOVOLANTE
Manuale di indipendenza emotiva
di Debora Conti

Un manuale per allenare le emozioni, liberarsi dalle cattive abitudini e diventare la persona che si è in realtà.

 Un metodo ricco e una serie di strategie per liberarsi da condizionamenti che affaticano e intristiscono la vita. "Tu meriti il meglio per la tua vita. Puoi cambiare le tue emozioni, le tue scelte, le tue abitudini se decidi che non vanno più bene. Puoi imparare a difenderti dagli altri e a non farti condizionare da loro. Puoi interrompere i meccanismi che ti soffocano ogni giorno al lavoro, in famiglia, in amore. Se vuoi puoi scegliere la libertà. E questo manuale ti spiega come." (Debora Conti)...

Libertà dalla Solitudine e dalla Sofferenza

di Marco Ferrini (Matsyavatara Das)

LIBERTà DALLA SOLITUDINE E DALLA SOFFERENZA  - LIBRO
di Marco Ferrini (Matsyavatara Das)

Solitudine e disagio esistenziale sono una delle peggiori afflizioni della nostra epoca, sebbene ciò appaia un paradosso, visto che ci troviamo in un periodo in cui siamo letteralmente sommersi da comunicazioni di tutti i tipi, spesso inutili o dannose. 
 L’uomo moderno è spesso disorientato, ha smarrito il contatto con sé stesso, chiudendosi sempre più ad autentiche esperienze di gioia e di evoluzione interiore. Non possiamo comprendere la causa della solitudine, senza prima conoscere le dinamiche che formano la personalità, realtà tanto presente quanto invisibile, magnetica e affascinante.
  Attraverso un’analisi psicologica e spirituale dell’uomo nella realtà della sua interezza bio-psico-spirituale, la penetrante saggezza dell’India consente di comprendere l’origine della sofferenza e suggerisce come ritrovare la via illuminata dell’armonia e del benessere....
USCIRE DALLA SOLITUDINE
Dietro le nuvole, l'amicizia e l'amore
di Olga Chiaia

Questo libro, passando in rassegna i diversi tipi di solitudine e ripercorrendo i contorni di casi reali, aiuta ciascuno a ricostruire le cause della propria solitudine, con lo scopo di suggerire come fare ad aprire porte e finestre, lasciar entrare e uscire la vita e le emozioni, sdrammatizzare e, infine, perdonarsi.
 La solitudine può essere bella e creativa, ma solo se scelta. La solitudine non voluta, invece, fa soffrire e tocca un po' tutti. Talvolta è evidente, come nel caso dei nuovi esclusi, di chi non può essere protagonista di nulla o di chi vive solo; altre volte è celata da una rete di relazioni solo apparenti, senza contatti nutrienti, reali e umani.
 Così lo spazio interno si inquina per mancanza di scambi vitali: al chiuso della propria mente o della propria famiglia, i problemi sembrano ingigantirsi, assumere drammaticità e perdere i loro contorni reali. Alla fine non si riesce a condividere i propri stati d'animo con nessuno, nemmeno con se stessi. E il risultato è una profonda inspiegata sofferenza, o azioni estranee perfino a se stessi....

Uscire dalla Solitudine

Dietro le nuvole, l'amicizia e l'amore

di Olga Chiaia

Questo libro, passando in rassegna i diversi tipi di solitudine e ripercorrendo i contorni di casi reali, aiuta ciascuno a ricostruire le cause della propria solitudine, con lo scopo di suggerire come fare ad aprire porte e finestre, lasciar entrare e uscire la vita e le emozioni, sdrammatizzare e, infine, perdonarsi.

La solitudine può essere bella e creativa, ma solo se scelta. La solitudine non voluta, invece, fa soffrire e tocca un po' tutti. Talvolta è evidente, come nel caso dei nuovi esclusi, di chi non può essere protagonista di nulla o di chi vive solo; altre volte è celata da una rete di relazioni solo apparenti, senza contatti nutrienti, reali e umani.

Così lo spazio interno si inquina per mancanza di scambi vitali: al chiuso della propria mente o della propria famiglia, i problemi sembrano ingigantirsi, assumere drammaticità e perdere i loro contorni reali. Alla fine non si riesce a condividere i propri stati d'animo con nessuno, nemmeno con se stessi. E il risultato è una profonda inspiegata sofferenza, o azioni estranee perfino a se stessi.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*