La Sardegna e i suoi guaritori, tra poteri delle erbe, magia e antichi segreti

di Stefano Lioni


Curano ustioni, cicatrici, problemi della pelle, lo fanno con erbe segrete e parole magiche, corteggiati senza successo dalle multinazionali del farmaco, sono i guaritori sardi, gli ultimi custodi di antiche arti mediche isolane.

In Sardegna, secondo un recente censimento, sarebbero almeno 44 i guaritori specializzati nel curare ustioni e altri problemi della pelle. Si trovano a Nuchis, a Monti, a Buddusò e in altri luoghi dell’isola. Non sono medici, sono uomini e donne che però conoscono i poteri delle erbe, le utilizzano in miscugli per curare, e in alcuni casi conducono le loro terapie pronunciando le “brebus”, antiche e segrete parole magiche tramandate di generazione in generazione.

A Nuchis, fino a poco tempo fa, arrivavano da tutto il mondo per farsi curare da una signora esperta guaritrice di ustioni. Era consigliata addirittura da molti medici per i casi più difficili, quando la medicina ufficiale non poteva fare di meglio. Come scrive il mio caro amico e scrittore sardo Gianmichele Lisai nel suo libro: “101 cose da fare in Sardegna almeno una volta nella vita”, la signora di Nuchis, per le sue guarigioni, usava un unguento speciale di erbe, raccolte nelle campagne vicine.

Libri e varie...

Oggi a Nuchis sembrerebbe che la signora abbia lasciato in eredità alla figlia la ricetta curativa e che sia ora quest’ultima a continuare le sedute di guarigione della pelle. La ricetta segreta dei miscugli curativi viene tramandata all’interno delle famiglie dei guaritori, che ancora oggi operano e custodita gelosamente, anche se ambita da molti, case farmaceutiche incluse. Le guarigioni vengono effettuate senza chiedere mai soldi in cambio, perchè secondo la tradizione di queste famiglie, non sarebbe giusto farlo. Chi viene curato di solito offre spontaneamente doni, alimenti per ringraziare della cura ricevuta.

Sono tante le testimonianze dei risultati positivi di queste cure, le cita Gianmichele Lisai nel suo libro, le citano in molti ed anche io personalmente conosco una donna che racconta di essersi fatta curare una grande cicatrice sulla schiena, proprio dalla signora di Nuchis. La crema curativa di una famiglia di Buddusò viene addirittura utilizzata nel reparto di dermatologia dell’ospedale di Cagliari, nell’ospedale di Sassari e nel centro grandi ustionati di Genova.

Varie sono le ipotesi sugli ingredienti segreti dei miscugli e sulle modalità della scoperta del loro potere curativo, avvenuta forse per caso, come spesso capita. Erbe misteriose quindi, nelle mani di persone sempre pronte ad offrire, con esperienza, i benefici di questi antichi quanto efficaci rimedi.

Fonte: http://sullaviadeglisciamani.it/index.php/2015/08/14/i-guaritori-sardi-di-oggi-tra-erbe-magia-e-antichi-segreti/

Libri e varie...
I GUARITORI DI CAMPAGNA
Viaggio attraverso la medicina popolare in Italia
di Paola Giovetti

Cronaca di una serie di incontri nel mondo dei guaritori di campagna. Nel suo viaggio attraverso l'Italia contadina alla ricerca di pratiche terapeutiche di tipo magico-religioso, l'Autrice ha incontrato in ogni regione numerosi personaggi straordinari, a conferma del fatto che queste tradizioni non sono scomparse, ma sono ancora vive e operanti, anche se il loro significato non è più quello di un tempo.
 In passato, infatti, il guaritore di campagna svolgeva un vero e proprio ruolo sociale, essendo spesso - nelle zone rurali - l'unico "operatore terapeutico", che tra l'altro curava anche gli animali. Oggi, invece, la gente si rivolge a lui soprattutto perché rifiuta la medicina ufficiale; e si può anzi riscontrare addirittura un ritorno a tali pratiche magico-empiriche, dovuto al crescente bisogno di sacralità, di magico e di occulto. I guaritori di campagna agiscono - con risultati innegabili - mediante un insieme di riti suggestivi, di grande efficacia a livello psicosomatico.
 Paola Giovetti, nel descrivere gli incontri, fa rivivere l'atmosfera e l'ambiente in cui essi operano, e pone in luce i convincimenti, il carattere e il modo di esprimersi dei diversi guaritori. Questo approccio diretto, con l'aiuto di numerose fotografie, porta il lettore a contatto immediato con questo mondo lontano e misterioso, che pure vive gomito a gomito con la civiltà del ventesimo secolo. A conclusione dell'opera, alcuni illustri studiosi di queste tematiche danno un commento ed una interpretazione del fenomeno dal punto di vista storico, sociologico e culturale....

I Guaritori di Campagna

Viaggio attraverso la medicina popolare in Italia

di Paola Giovetti

Cronaca di una serie di incontri nel mondo dei guaritori di campagna. Nel suo viaggio attraverso l'Italia contadina alla ricerca di pratiche terapeutiche di tipo magico-religioso, l'Autrice ha incontrato in ogni regione numerosi personaggi straordinari, a conferma del fatto che queste tradizioni non sono scomparse, ma sono ancora vive e operanti, anche se il loro significato non è più quello di un tempo.

In passato, infatti, il guaritore di campagna svolgeva un vero e proprio ruolo sociale, essendo spesso - nelle zone rurali - l'unico "operatore terapeutico", che tra l'altro curava anche gli animali. Oggi, invece, la gente si rivolge a lui soprattutto perché rifiuta la medicina ufficiale; e si può anzi riscontrare addirittura un ritorno a tali pratiche magico-empiriche, dovuto al crescente bisogno di sacralità, di magico e di occulto. I guaritori di campagna agiscono - con risultati innegabili - mediante un insieme di riti suggestivi, di grande efficacia a livello psicosomatico.

Paola Giovetti, nel descrivere gli incontri, fa rivivere l'atmosfera e l'ambiente in cui essi operano, e pone in luce i convincimenti, il carattere e il modo di esprimersi dei diversi guaritori. Questo approccio diretto, con l'aiuto di numerose fotografie, porta il lettore a contatto immediato con questo mondo lontano e misterioso, che pure vive gomito a gomito con la civiltà del ventesimo secolo. A conclusione dell'opera, alcuni illustri studiosi di queste tematiche danno un commento ed una interpretazione del fenomeno dal punto di vista storico, sociologico e culturale.

...

2 commenti

  1. Buona sera io sono interessata a conoscere queste pratiche perché spesso mi curo con erbe e preghiere, mi piacerebbe conoscere le persone. Abito ad Alghero

  2. Una di quelle donne dovrebbe essere a Villanova Monteleone in provinca di Sassari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*