La Profezia di Diego Fusaro si sta avverando… stiamo tornando alla Fase 1…

di Diego Fusaro

Il Coronavirus: usato come metodo di governo per giustificare l’inaccettabile.

Italy to extend coronavirus lockdown until Easter as new cases fall – EURACTIV.com

Purtroppo, si sta attuando la profezia che feci tempo addietro: quella che stiamo vivendo non è un’emergenza destinata a rientrare proprio come è apparsa, al contrario ci troviamo nel bel mezzo di una riorganizzazione autoritaria verticistica del capitalismo su scala globale, che utilizza il coronavirus come metodo di governo per giustificare l’inaccettabile.

La tesi che ho articolato si basa sul fatto che la nostra è una pandemia a yo-yo. Una pandemia in cui alla Fase 2 segue il ritorno alla Fase 1. Un movimento pendolare fatto di Fasi 1 e 2 che si succedono creando l’illusione di una possibile fine dell’emergenza che in verità si mantiene.

È evidente, ora, che stiamo tornando alla Fase 1 di questa pandemia yo-yo. Mentre in Italia si  sono appena svolte le elezioni, già mezza Europa si avvia al lockdown.

Nascono anche forme di protesta, sta maturando una forma oppositiva che si sviluppa lentamente ma che sempre più giunge alla consapevolezza che non vi è pandemia che valga a mettere in congedo la libertà e la democrazia. A Madrid si sta tornando in lockdown e non si è fatta attendere la protesta della popolazione. Centinaia di persone scese in piazza per opporsi alle nuove restrizioni volte a contenere il contagio da Covid-19.

Cosa capita se l’emergenza tende a farsi infinita? La “nuova normalità” diventa l’emergenza stessa. Le misure emergenziali si stabilizzano andando a sostituire la vecchia normalità. Si stanno contraendo gli spazi delle democrazie, dei diritti e delle libertà e lo si giustifica dicendo che bisogna agire per contenere il virus.

Articolo di Diego Fusaro – RadioAttività, lampi del pensiero quotidiano

Fonte: https://www.radioradio.it/2020/09/la-mia-profezia-si-sta-avverando-stiamo-tornando-alla-fase-1/

Libri e varie...
COVID
Il virus della paura
di Giulio Tarro

Covid

Il virus della paura

di Giulio Tarro

La fallimentare gestione dell'emergenza COVID, resa possibile anche dalla supina accettazione di tanti "esperti" proni ai loro sponsor, rischia di riproporsi con la fantomatica prospettiva di un "ritorno dell'epidemia" prefigurando una società fatta di assurdi divieti e di vaccini obbligatori.

In questo libro l'analisi della passata emergenza e della società - costellata da assurdi divieti e vaccini obbligatori che ci stanno prospettando.

Dalla quarta di copertina

Continuano a terrorizzarci annunciando che dovremmo "convivere con il virus".

E così, mentre molti paesi tornano alla piena normalità, in Italia si prevedono mascherine per i bambini a scuola e vaccini per tutti. Lo impongono gli stessi che, pur di farci stare chiusi a casa per mesi, ci hanno terrorizzato raccontandoci di un virus 28 volte più letale di quello che era in Germania e impedendo che si sapesse che, già a marzo, i contagiati in Italia erano milioni.

Gli stessi che hanno impedito l'assistenza medica domiciliare obbligando così i malati a morire di infezioni ospedaliere (che, ogni anno in Italia, si portano via 50.000 persone). Gli stessi che hanno trasformato gli Italiani in ipocondriaci e in burattini manovrati da "esperti" in TV.

Questo libro, oltre a documentare su aspetti scientifici dell'epidemia (travisati da TV e giornali), analizza le menzogne, le incongruenze, gli errori, le inadempienze, le diffamazioni... che hanno trasformato una emergenza in una ecatombe e che ancora gravano sul nostro futuro.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *