La “Guerra dei Semi”: chi vuole invadere gli USA con semenze incontrollate?

di Guido da Landriano

Negli USA vi è un fenomeno preoccupante, che lascia presagire delle modalità militari nuove e pericolose, che possono colpire l’economia e la popolazione civile come mai prima ipotizzato in passato.

Misteriosi semi cinesi spediti a casa: «Non piantateli, potrebbero ...

Molte persone in diversi stati hanno ricevuto dei pacchetti, i cui mittenti sono indirizzi cinesi o centro asiatici, inviati con la dicitura “Gioielli”, che in realtà contengono dei semi di tipo ancora sconosciuto. Il numero di questi invii è notevole, tanto che il dipartimento dell’agricoltura dello stato di Washington ha messo in guardia i propri cittadini.

Altre confezioni simili sono state ricevute in Louisiana, Virginia, Utah, Kansas, Arizona. I social media sono colmi di segnalazioni di persone che hanno ricevuto questi semi non richiesti, sempre con mittenti cinesi o centro asiatici e con la spiegazione superficiale di gioielli, quali orecchini, braccialetti etc.

I semi si presentano diversi fra loro nella forma e non sono stati ancora identificati. I dipartimenti dell’agricoltura dei singoli stati raccomandano di non aprile le confezione e di non piantare i semi che potrebbero essere piante infestanti, o portare malattie o essere velenose per il bestiame. Il dipartimento federale raccomanda di segnalare al proprio sito l’arrivo di questi semi e di mantenerli a disposizione per il prelievo da parte dei federali.

Chiaramente l’operazione non è legata alla semplice importazione di contrabbando di semi, ma a qualcosa di più pericoloso e profondo:

  • può essere uno strumento di guerra psicologica e diffusione della paura;
  • può essere un test sui controlli del servizio postale USA, in vista di invii più pericolosi di materiale biologico;
  • può cercare di introdurre piante pericolose ed infestanti nell’ecosistema USA, una nuova forma di vera e propria guerra agricola.

Articolo di Guido da Landriano

Fonte: https://scenarieconomici.it/la-guerra-dei-semi-chi-vuole-invadere-gli-usa-con-semenze-incontrollate

Libri e varie...
LA FABBRICA DELLA MANIPOLAZIONE
Come i poteri forti plasmano le nostre menti per renderci sudditi del nuovo ordine mondiale
di Enrica Perucchietti, Gianluca Marletta

La Fabbrica della Manipolazione

Come i poteri forti plasmano le nostre menti per renderci sudditi del nuovo ordine mondiale

di Enrica Perucchietti, Gianluca Marletta

Chi controlla il tuo immaginario controlla la tua volontà!

I grandi cambiamenti culturali che l'umanità affronta da decenni non sono né spontanei né casuali ma sapientemente "fabbricati" dai Poteri Forti.

Alla base della società contemporanea vi è l'utilizzo costante e scientifico di tecniche sempre più sofisticate di manipolazione per plagiare le menti e ottenere il consenso. Il controllo si presenta sotto forma di "mode" e tendenze culturali apparentemente spontanee, attraverso cui gli architetti del mondialismo plasmano la mentalità e il pensiero della masse.

"Chi controlla il passato controlla il futuro: chi controlla il presente controlla il passato", scriveva profeticamente George Orwell in 1984.

Dopo il successo di Governo Globale, gli autori Enrica Perucchietti e Gianluca Marletta tornano ad approfondire le tappe ideologiche del mondialismo, spiegando gli influssi e le tecniche di condizionamento utilizzate dai Poteri Forti per costruire mode e tendenze volte a influenzare e pilotare la mentalità delle masse.

Dai primi esperimenti di manipolazione mentale del dopoguerra alla "rivoluzione culturale" degli anni '60; dalla "nuova morale sessuale" all'ideologia di genere; dalla nascita dell'arte contemporanea alla genesi delle rivoluzioni "democratiche" nei paesi dell'est europeo e del Medio Oriente; dal sorgere della "nuova spiritualità" allo sviluppo dei Fondamentalismi Religiosi, questo saggio ripercorre una "storia altra" dell'età contemporanea, tanto misconosciuta quanto inquietante.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *