La gente deve aver paura di uscire dall’Europa!

Si annunciano tempi duri per la Gran Bretagna, alla quale gli stati dell’Unione Europea stanno per imporre quello che appare come un vero e proprio embargo.

brexitCome prevedibile, gli eurocrati vogliono evitare nel modo più assoluto che il brexit possa condurre a dei miglioramenti in Gran Bretagna, poiché farlo, dimostrerebbe il fatto che l’UE non è conveniente, e alimenterebbe il già forte euroscetticismo dilagante nei vari stati membri. Anzi, con l’occasione del Brexit, cercheranno di dimostrare il contrario, per togliere forza al movimento “internazionale” euroscettico: la gente deve avere paura anche solo a sentire ipotizzare l’uscita dall’Europa.

Ovviamente, se l’Europa tornasse a com’era concepita nel 1990, la Gran Bretagna – e qualsiasi stato membro, a parte la Germania – avrebbero interesse nell’uscire. Le loro economie migliorerebbero. Ma essendoci una potente lobby di potere che guida 27 paesi, oggi la situazione è differente.

Appena l’Europarlamento si è riunito dopo il Brexit, la prima cosa che hanno fatto, è stata chiedere alla Gran Bretagna di affrettare le procedure di uscita. Farage ha pronunciato un discorso molto duro, sui motivi, ragionevolissimi, che hanno portato al Brexit e alla crisi dell’Unione Europea, ma è stato fischiato. Evidentemente l’Europa non deve essere migliorata, ma imposta così com’è.

Regno Unito colpito sul piano commerciale

Le intenzioni dell’UE nei confronti della Gran Bretagna, le ha illustrate Angela Merkel, in un discorso al Bundestag, (parlamento tedesco) dove ha annunciato che non ci sarà nessun incontro formale con il Regno Unito, fino a quando non perverrà la formale richiesta di uscita.

Dopodiché ha annunciato che “la Gran Bretagna non potrà più pretendere i privilegi dell’UE”, come dire, pur senza pronunciarlo, che gli scambi commerciali tra Unione Europea e Gran Bretagna, cambieranno. E questo potrebbe portare all’imposizione di dazi doganali, che vanificherebbero l’effetto positivo sulle esportazioni della svalutazione della Sterlina, e indurre alcune grandi aziende ad abbandonare il Regno Unito.

Subito dopo il Brexit, è infatti iniziata a circolare l’indiscrezione che LG, Samsung e Acer, starebbero già valutando di lasciare il paese. Sarebbe una perdita per l’economia e soprattutto, di migliaia di posti di lavoro. Persone pronte ad inveire duramente contro il Brexit e contro Farage, che sarà ritenuto responsabile dei “danni”.

Inutile evidenziare che i 27 paesi dell’UE, nonché i potenti gruppi lobbistici di potere come Bilderberg e Trilateral, possono facilmente esercitare pressione contro le grandi aziende, per indurle nella direzione desiderata dall’elite. Se saranno imposti dazi, le merci inglesi potrebbero scomparire dagli scaffali dei supermercati, e non solo dalla grande distribuzione. Potrebbero essere ridotti i collegamenti aerei, e di conseguenza il turismo. Potrebbe essere annullato il programma Erasmus per i giovani, verso il Regno Unito. Ritorsioni che passerebbero come “legittime”, mentre invece si tratta di una strategia per “punire” il Regno Unito. Insomma… “colpirne uno per educarne 100”. Anzi, 27.

Fonte: http://veritanwo.altervista.org/brexit-stanno-preparando-lembargo-alla-gran-bretagna/

Libri e varie...

Il Tramonto dell'Euro

Come e perchè la fine della moneta unica salverebbe democrazia e benessere in europa

di Alberto Bagnai

IL TRAMONTO DELL'EURO - LIBRO
Come e perchè la fine della moneta unica salverebbe democrazia e benessere in europa
di Alberto Bagnai

Dopo quattro anni di recessione i testi sulla crisi non mancano. La mag­gior parte però propone ricette per salvare l'euro da se stesso, modifi­cando le regole europee. Ne mancava uno che si ponesse il problema di salvare i cittadini dall'euro.
 Sfondando la barriera dei luoghi comuni, questo libro illustra il legame fra l'euro e la disintegrazione economica e politica dell'Eurozona, de­scrive le modalità e le conseguenze pratiche di un eventuale percorso di uscita e, infine, indica la direzione lungo la quale riprendere - dopo l'in­felice parentesi dell'unione monetaria - un reale percorso di integrazione culturale, sociale ed economica europea. Un altro euro non è possibile. La sua fine segnerà l'inizio di un'altra Eu­ropa, possibile e desiderabile.
 "Se accettiamo questo metodo, non ci sono limiti a quello che ci potrà essere imposto. E l'unico modo per opporci è rifiutare l'euro, il segno più tangibile di questa politica e dei suoi fallimenti"....

Apocalypse Euro

Tutto quello che devi sapere sulla moneta unica

di Alessandro Bianchi, Paolo Becchi

EBOOK - APOCALYPSE EURO
Tutto quello che devi sapere sulla moneta unica
di Alessandro Bianchi, Paolo Becchi

Come ha scritto sul New York Times il columnist politico Jochen Bittner, "i leader europei dovrebbero ammettere che i cosiddetti euro-scettici hanno avuto spesso ragione, nel passato, e che è stato un errore bollarli come primitivi o reazionari eretici. Del resto, storicamente, gli eretici sono spesso stati coloro che alla fine hanno forzato un sistema di credenze a confrontarsi con le proprie contraddizioni.
 Lo stesso dovrebbe accadere all'interno dell'Unione Europea".
 Apocalypse Euro raccoglie alcune delle voci "eretiche" più importanti nel panorama europeo, a torto escluse dal racconto della crisi dal mainstream e oggi divenute, di conseguenza, il punto di riferimento per chi vuole trovare gli strumenti per uscire da questo "incubo".
 Per salvare una moneta insostenibile è stata creata una serie di alchimie giuridiche, che hanno indebolito i Parlamenti nazionali e il Parlamento europeo. Per salvare un mostro, una moneta nata male e proseguita peggio, si calpesta ogni volontà popolare e si stanno facendo a pezzi le Costituzioni e perfino ? al culmine del paradosso ? quei diritti, che l'Unione Europea con la Carta dei diritti di Nizza intendeva tutelare.
 Nel frattempo i vari Letta, Monti, Saccomanni e oggi Renzi si susseguono al "potere". Come semplici valvassori di Bruxelles e Francoforte, continuano a calpestare in nome dell'internazionalismo finanziario - di cui l'euro è il simbolo più forte - la nostra sovranità e la equa redistribuzione del reddito per l'intera popolazione. Per questo, i veri eversivi sono loro, non chi li contrasta.
 Potete leggere gli interventi di:
 
 - Alberto Bagnai 
 - Luciano Barra Caracciolo
 - Paolo Becchi 
 - Claudio Borghi Aquilini
 - Alain de Benoist
 - Paul de Grauwe
 - Costas Douzinas 
 - Ambrose Evans-Pritchard 
 - João Ferreira do Amaral 
 - James Galbraith 
 - Nino Galloni 
 - Oskar Lafontaine 
 - Serge Latouche 
 - Alberto Montero Soler 
 - Hans Olaf Henkel 
 - Jacques Sapir 
 - Lidia Undiemi
 - Yanis Varoufakis 
 - Gianni Vattimo...

L'Unione Europea: il Mito e la Realtà

I Trattati e le politiche di una dittatura mascherata

di Monia Benini

L'UNIONE EUROPEA: IL MITO E LA REALTà  - LIBRO
I Trattati e le politiche di una dittatura mascherata
di Monia Benini

Questo libro è il risultato delle ultime ricerche di Monia Benini.
 Nuovi trattati, nuovi accordi si aggiungono, mano a mano, a perfezionare la prigione nella quale sono rinchiusi i popoli europei. 
 Il silenzio dei Media, inevitabilmente controllati dal Potere, fa si che la grande massa dei cittadini sia totalmente ignara di quello che sta succedendo, di come, seguendo un piano ben definito, i "costruttori dell'Europa" stiano demolendo ogni controllo democratico, ogni idea di sovranità, ogni possibilità di Stato Sociale.
 Diffondere il contenuto dei documenti ufficiali, le prese di posizione di importanti intellettuali che "non ci stanno", smascherare gli artifizi verbali con cui si diffonde e mantiene l'ignoranza: questa la missione dei libri di Monia Benini
 Dalla Quarta di Copertina "Le nazioni europee dovrebbero essere guidate verso un SuperStato senza che le loro popolazioni si accorgano di quanto sta accadendo. Tale obiettivo potrà essere raggiunto attraverso passi successivi ognuno dei quali nascosto sotto una veste e una finalità meramente economica. "
Jean Monnet
 "Bisogna agire 'come se', in Europa: come se si volessero poche cose, per ottenerne molte. Come se gli Stati restassero sovrani, per convincerli a non esserlo più. La Commissione di Bruxelles, ad esempio, deve agire come se fosse un organo tecnico, per poter operare alla stregua di un governo. E così via, dissimulando e sottacendo"
Giuliano Amato
 Monia Benini prosegue nella sua ricerca sul campo e documenta come e quando, in Europa, è stata sepolta ogni idea di Democrazia.
 La realtà è molto peggio di come si riesce a immaginarla....

Non è Crisi è Truffa!

Come i banchieri ci stanno derubando

di Salvatore Tamburro

NON è CRISI è TRUFFA!
Come i banchieri ci stanno derubando
di Salvatore Tamburro

Purtroppo, come nel campo della medicina esiste una teoria ufficiale che viene fatta passare per giusta e corretta (ignorando cure alternative che spesso si rivelano migliori delle cure ufficiali, ma che non creano business) allo stesso modo anche in campo economico esistono teorie ufficiali, insegnate nelle università e spacciate per autentiche.
 Tali teorie, invece si discostano notevolmente dai fenomeni reali: sono semplicemente false.
 Quella che viene fatta passare agli occhi della gente come "crisi", in realtà non è altro che la conseguenza di operazioni compiute dall'oligarchia al potere, ossia banche e corporation; in realtà si tratta di una truffa, le cui conseguenze gravano sulle spalle della collettività, chiamata a sostenere sacrifici, a subire misure di "austerità" imposte proprio dagli stessi autori di questa grande truffa.
 I banchieri creano moneta e indebitano gli Stati, assoggettandoli... finanziano partiti e mass-media per nascondere alla gente la realtà, e illuderla di avere libertà di scelta. Ma questa libertà è mera illusione.
 Viviamo nella più spregevole delle dittature.
 Come popoli e come individui non abbiamo nessuna possibilità di incidere su scelte che determinano la nostra vita. Possiamo scegliere giusto la marca del telefonino cellulare...
 Dopo aver letto questo libro non avrai più dubbi su chi, come e perché ti sta derubando di libertà e benessere. Dovrai solo decidere di scegliere la libertà....

Euro Balle

La favola che non si può uscire dall'euro e come farlo prima di affondare - Importanti rivelazioni sul potere che controlla la moneta unica

di Andrea Bizzocchi

EURO BALLE  - LIBRO
La favola che non si può uscire dall'euro e come farlo prima di affondare - Importanti rivelazioni sul potere che controlla la moneta unica
di Andrea Bizzocchi

Dopo "Pecore da Tosare" ed "E io non pago!" il nuovo libro-denuncia di Andrea Bizzocchi!
 Nonostante la devastante situazione economica e sociale che la moneta unica ha generato, uno stuolo di economisti convenzionali (usciti dalle università sovvenzionate e controllate dall'élite finanziaria che ci ha trascinati nella situazione attuale) si affanna a proporre soluzioni per modificare e/o aggiustare l'euro, in sintesi per salvarlo da se stesso.
 Svelando il reale percorso storico che ha portato alla nascita della moneta unica europea (di cui le popolazioni sono state tenute all'oscuro) e distruggendo i luoghi comuni con cui l'euro ci è stato "venduto" (integrazione culturale, sociale, politica ed economica), Andrea Bizzocchi mostra che in realtà una soluzione al problema dell'euro esiste ed è praticabile da subito: decretarne la fine e tornare alla moneta nazionale per far risorgere una democrazia degna di questo nome e dare un futuro all'Italia, che di risorse, nonostante vogliano farci credere il contrario, ne ha ancora tante (e fanno gola a molti...).
 
 - Il piano per la distruzione dell'Italia (quando, come e perché)
 - Globalizzazione: che cos'è davvero?
 - Uccidere la democrazia
 - La vendita dell'Italia alla finanza internazionale
 - Debiti pubblici e debiti privati
 - Uscire dall'euro: "Non si può, è illegale" e altre fandonie
 - Dall'euro alla nuova lira
 - Contanti e moneta elettronica
 - L'emissione del denaro (chi e come tiene le redini)
 - Inflazione e svalutazione
 - Perché paghiamo le tasse
 - La moneta senza debito e senza interessi
 - Prove di democrazia diretta
 - Il ruolo dell'Istruzione
 - Il "Britannia party"
 - Chi controlla il mondo: club segreti, fondazioni, think tank e molto altro
  I Media gestiti dai poteri forti che stanno dietro la non-moneta euro,
 fanno un silenzio assordante sull'essenziale, e molto battage sull'esiziale. 
 Bizzocchi, con Euroballe ribalta l'intero quadro, e ci dice le cose così come stanno.
Marco Della Luna
 Indice Premessa
 PARTE PRIMA
 Capitolo 1
 
 - La crisi dell'euro. I retroscena, cinquant'anni fa
 - Maastricht '92. L'inizio della fine
  Capitolo 2
 
 - E l'Italia? Facciamo un passo indietro
 - Anno 1992
 - La (s)vendita dell'Italia
 - L'accordo Andreatta-Van Miert
 - È qui la festa? Il Britannia party
  Capitolo 3
 
 - Signoraggio
 - Legge 262 del 2005, d.P.R. 12 dicembre 2006, d.l. Letta-Saccomanni
 - Oltre il signoraggio?
 - La BCE: una banca centrale a metà
 - Un debito "mondiale"
 - Riflessione sulle privatizzazioni e sulle liberalizzazioni dei mercati
 - Debito privato, istigazione al debito e al suicidio
  Capitolo 4
 
 - Cosa è l'UE
 - Lo Stability and Growth Pact
 - Lo European Semester
 - L'EuroPact
 - Cosa è la BCE
 - Cosa è il MES
 - Il Fiscal Compact
 - Una breve parentesi: il governo Monti
 - Un'altra breve parentesi: il governo Letta
 - Eurogendfor
  Capitolo 5
 
 - Il funzionamento del meccanismo euro
 - Come uscire dall'euro
 - E una volta usciti?
 - Gestione e conseguenze dell'uscita
 - E i debiti?
 - La compensazione di debiti e crediti
 - Inflation e soprattutto svalutation
 - Dicono: uscire dall'euro significa essere contro l'Europa
 - Che c'entra l'Ungheria di Viktor Orbàn?
 - Attentato a Viktor Orbàn?
 - La moneta libera da inflazione e da interesse
 - In ogni caso, un po' di buon senso proprio no?
  PARTE SECONDA
 Capitolo 6
 
 - Oltre il problema euro
 - Lo stato delle cose
 - La piramide del controllo globale
 - Il funzionamento del denaro e altre "(s)piacevoli" quisquilie
 - Banche contro l'economia
 - Perché paghiamo le tasse
  Capitolo 7
 
 - La globalizzazione e le strutture del potere
 - Il Fondo monetario internazionale e la Banca mondiale
 - Il WTO
 - Il GATS
 - Le multinazionali in breve
 - Il network per il controllo corporocratico globale (cioè le multinazionali)
 - La globalizzazione: chi lo sa cos'è?
 - Il Nuovo Ordine Mondiale in breve
  Capitolo 8
 
 - Democrazie per popoli moderni
 - Un breve intermezzo: anarchia e società gilaniche
 - La democrazia diretta
 - Il mistero della rivoluzione a metà in Islanda
  Capitolo 9
 
 - Il controllo delle popolazioni
 - L'informazione, la televisione e i media di regime per controllare le popolazioni
 - Le 10 regole di Noam Chomsky, per difendersi dalla manipolazione dei media di regime
  PARTE TERZA
  Capitolo 10
 
 - Ma il senso di tutto ciò, se c'è, qual è?
 - Partire da dentro di noi
 - Il sadhu, il piccolo leone e lo stagno
  Postfazione - Il ruggito del risveglio
 Nota sull'autore...

La Tomba dell'Europa?

Una guida per perplessi nella crisi finanziaria globale

di Luigi Copertino

LA TOMBA DELL'EUROPA?
Una guida per perplessi nella crisi finanziaria globale
di Luigi Copertino

Con uno stile agile e divulgativo questo libro vuole fornire un contributo alla comprensione di quanto sta accadendo in Europa e nel mondo a causa della globalizzazione finanziaria che è seguita all'egemonia culturale, ormai quarantennale, del monetarismo neoliberista.
 Negli ultimi mesi del 2011 abbiamo assistito ad un golpe, un golpe del tutto atipico rispetto a quelli classici che conoscevamo, un golpe organizzato dai mercati finanziari, queste anonime entità così lontane dalla vita quotidiana dei cittadini.
 L'autore ha presente innanzitutto il mondo culturale e politico cattolico, nel quale la confuzione è oggi ai massimi livelli e nel quale il liberismo, contro l'insegnamento del Magistero, è stato, da alcuni decenni a questa parte troppo accreditato.
 In realtà il liberismo è assai lontano dalla visione cattolica della Comunità Politica, intesa come comunità morale di persone concrete e di corpi intermedi naturali secondouna tradizione di pensiero che è possibile far risalire a Tommaso d'Aquino ma che, in ultima istanza, risale direttamente al Vangelo....
LIBERARSI DALLA DITTATURA EUROPEA  - LIBRO
Quando i cittadini conosceranno i veri scopi dell'unione e i metodi utilizzati per raggiungerli, questa Europa si scioglierà come neve al sole
di Monia Benini

Il nuovo libro di Monia Benini apre gli occhi sull'UE
 L'Europa Unita è stato il sogno di più generazioni. Finita la seconda guerra mondiale, furono in molti a pensare che il miglior modo perché una simile tragedia non potesse ripetersi fosse stringere tutti i popoli europei intorno a un'idea, a un progetto comune, superando divisioni e rivalità..
 Come sempre accade, nella storia, le oligarchie portatrici di interessi propri (interessi economici, interessi di potere) si sono impadronite del sogno e l'hanno sostituito con un loro progetto. La vetrina luccicante resta quella degli ideali di amicizia, bene comune, identità di destino. Il negozio alle sue spalle, gestito da banchieri, carrieristi politici, logge, mafie, è pieno di merce tossica e avariata.
 Fuor di metafora, questa oligarchia sta coscientemente trasformando i cittadini europei in sudditi, giocando proprio su quelle divisioni e quelle rivalità che l'unione avrebbe dovuto superare. Sudditi poveri e poverissimi al sud, sudditi ricchi al nord. Popoli senza più alcuna forza morale, senza più identità che non sia quella di plastica forgiata per vendere meglio le merci prodotte.
 Come sempre accade le oligarchie sono destinate ad essere sconfitte dall'anima dei popoli, la cui prima arma è l'informazione.
 Questo libro è una miniera di informazioni
 
 - Gli obblighi derivanti dai trattati,
 - i retroscena degli avvenimenti più noti,
 - le strategie della BCE e del Fondo Monetario Internazionale,
 - il ruolo degli uomini e dei gruppi di pressione che si muovono nell'ombra,
 - perché la Grecia è stata distrutta, e perché l'Italia è incamminata sulla stessa strada
 - le complicità della classe dirigente,gli intrecci fra affari e politica...
 - e le menzogne per far credere senza ritorno la strada dell'unione.
  Indice Introduzione
 1. Una casa ricevuta in eredità
2. Non è una crisi, è il Sistema
3. Una resistenza vittoriosa
 Appendici
  
  ...

Liberarsi dalla Dittatura Europea

Quando i cittadini conosceranno i veri scopi dell'unione e i metodi utilizzati per raggiungerli, questa Europa si scioglierà come neve al sole

di Monia Benini

Il nuovo libro di Monia Benini apre gli occhi sull'UE

L'Europa Unita è stato il sogno di più generazioni. Finita la seconda guerra mondiale, furono in molti a pensare che il miglior modo perché una simile tragedia non potesse ripetersi fosse stringere tutti i popoli europei intorno a un'idea, a un progetto comune, superando divisioni e rivalità..

Come sempre accade, nella storia, le oligarchie portatrici di interessi propri (interessi economici, interessi di potere) si sono impadronite del sogno e l'hanno sostituito con un loro progetto. La vetrina luccicante resta quella degli ideali di amicizia, bene comune, identità di destino. Il negozio alle sue spalle, gestito da banchieri, carrieristi politici, logge, mafie, è pieno di merce tossica e avariata.

Fuor di metafora, questa oligarchia sta coscientemente trasformando i cittadini europei in sudditi, giocando proprio su quelle divisioni e quelle rivalità che l'unione avrebbe dovuto superare. Sudditi poveri e poverissimi al sud, sudditi ricchi al nord. Popoli senza più alcuna forza morale, senza più identità che non sia quella di plastica forgiata per vendere meglio le merci prodotte.

Come sempre accade le oligarchie sono destinate ad essere sconfitte dall'anima dei popoli, la cui prima arma è l'informazione.

Questo libro è una miniera di informazioni

  • Gli obblighi derivanti dai trattati,
  • i retroscena degli avvenimenti più noti,
  • le strategie della BCE e del Fondo Monetario Internazionale,
  • il ruolo degli uomini e dei gruppi di pressione che si muovono nell'ombra,
  • perché la Grecia è stata distrutta, e perché l'Italia è incamminata sulla stessa strada
  • le complicità della classe dirigente,gli intrecci fra affari e politica...
  • e le menzogne per far credere senza ritorno la strada dell'unione.

Indice

Introduzione

1. Una casa ricevuta in eredità
2. Non è una crisi, è il Sistema
3. Una resistenza vittoriosa

Appendici

 

 

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*