L’Ordine dei Medici ora fa Dietrofront: “I Sanitari tornino Tutti al Lavoro”

di Martina Giuntoli

Caduto il governo, piuttosto in fretta è cambiata anche l’aria che tira negli Ordini dei Medici.

A dimostrazione che tutte le misure subite dal personale sanitario che per qualche motivo non si è mostrato compiacente con l’obbligo vaccinale e le linee guida ministeriali non avessero nulla (o quasi) di scientifico, ma fossero esclusiva espressione politica di chi sedeva a Palazzo Chigi, è ancora più chiaro oggi, visto che, cambiato il governo, allo stesso modo, anzi piuttosto in fretta, è cambiata l’aria che tira negli Ordini dei Medici.

Fino a ieri abbiamo visto la peggiore intransigenza, processi degni della più estrema delle Inquisizioni, mentre oggi, caduto Mario Draghi, tutti riammessi come niente fosse (si veda la mozione Fnomceo a riguardo). I sanitari no vax possono finalmente dimenticare tutto e tornare al loro posto di lavoro.

Sicuramente i Presidenti degli Ordini dei Medici sperano in questo modo di riscattarsi agli occhi dell’opinione pubblica e soprattutto degli iscritti che hanno vessato per circa un anno e mezzo. Così motivano il cambio di rotta. I presidenti affermano due cose importanti, ovvero che accertarsi se un sanitario è vaccinato o meno non è più compito loro, e per questo si rimanda al Ministero della Salute, e che l’emergenza è ufficialmente conclusa. Siamo nel tempo ordinario, come si direbbe nell’anno liturgico.

Eppure fino a poco tempo fa, erano proprio gli Ordini a processare sommariamente e altrettanto sommariamente mettere alla gogna quei sanitari disobbedienti, quegli stessi specialisti che loro hanno tenuto consapevolmente fuori dagli ospedali, lontani dagli ambulatori, distanti da pazienti bisognosi e persino dalle riunioni per l’approvazione dei bilanci. Si sa, quando si parla di soldi, meglio essere tra amici e gente fidata.

Libri e varie...

Tutto questo avveniva tra lo sdegno comprensibile di chi si vedeva lasciato senza stipendio secondo un ingiusto iter amministrativo da seguire, e tra l’infantile e spavalda idea di chi invece ingenuamente ma anche colpevolmente pensava “kapò in emergenza, kapò tutta la vita” (visto che l’emergenza se dipende da noi non la facciamo certo finire).

Ma le emergenze finiscono, come finiscono i governi, ed esistono anche le post-pandemie, momenti di profonda riflessione durante cui tutte le azioni compiute anche solo pochi mesi o giorni prima vengono messe sotto l’impietosa lente di ingrandimento della storia ed analizzate con il senno del poi, comprese tutte le azioni compiute proprio da parte di chi durante l’emergenza aveva trovato quella sua piccola fetta di potere di cui abusava felicemente, come diceva Montanelli.

Ma l’Italia è anche questo. Cambiato il governo, cambiate le casacche. E quelli che fino a ieri si mostravano i peggiori kapò, oggi riconoscono e rilanciano a gran voce che una gestione emergenziale del Covid non ha più senso e che tutto deve tornare come prima.

Il primo e forse il più clamoroso dietrofront in questo senso lo compie il presidente di FnoMceo, Filippo Anelli (foto sotto), il quale si compiace di aver raggiunto con la campagna vaccinale una percentuale altissima di sanitari che hanno adempiuto agli obblighi, mentre solo pochi si sono sottratti a quello che era un loro dovere morale e sono stati per questo sospesi senza stipendio. Come se vi fosse di che gioire, fosse anche un solo sanitario ad aver subito la misura indegna.

Filippo Anelli

Filippo Anelli

Lo stesso Anelli ammette a Quotidiano Sanità che in pratica l’Ordine si è trovato a fare il cane da guardia per conto del Governo per troppo tempo, mentre ora può finalmente tornare a fare quello per cui è nato, ovvero accertarsi che i medici svolgano la loro professione secondo i termini deontologici, dato che non solo ora l’emergenza sembra davvero terminata ma che vi sono sentenze limpide e cristalline, (come quelle del magistrato Zanda), che dipingono perfettamente ogni incongruenza del DL 44/2021, e che quindi gli Ordini dei Medici non possono più essere i garanti della sua applicazione.

Ma in sostanza cosa cambia dunque? Cambia che, cambiato il vento, gli Ordini dei Medici passano la palla al Ministero della Salute, perché vogliono che sia proprio il Ministro Speranza a dire cosa dovranno farci i medici con quell’obbligo vaccinale, di cui Fnomceo si dice non più responsabile.

In sostanza, per Fnomceo, i non vaccinati potranno tornare al loro posto di lavoro. Vedremo se per risolvere la questione a Speranza basterà dire che la sentenza del magistrato Zanda è irricevibile e vergognosa.

Articolo di Martina Giuntoli

Fonte: https://visionetv.it/lordine-dei-medici-ora-fa-dietrofront-i-sanitari-tornino-tutti-al-lavoro/

Libri e varie...
LA DIETA MEDITERRANEA ALCALINA PER ESSERE LONGEVI E IN SALUTE
Consigli e ricette per un'alimentazione sana, gustosa e rispettosa dei bisogni fisiologici
di Rocco Palmisano, Giuseppe Palmisano

La Dieta Mediterranea Alcalina per essere longevi e in salute

Consigli e ricette per un'alimentazione sana, gustosa e rispettosa dei bisogni fisiologici

di Rocco Palmisano, Giuseppe Palmisano

Da tempo si ripete che è importante avere un'alimentazione alcalina, ma oggi c'è un libro che ti spiega come praticare una dieta alcalina tutti i giorni grazie a numerose ricette ideate da uno chef italiano!

Finalmente un libro pratico, nonostante la veste gourmet molto ricercata, che vi guiderà giorno dopo giorno e mese dopo mese ad alimentarvi nel rispetto dell'equilibrio acido-basico dell'organismo prestando attenzione al gusto, alla vitalità degli alimenti e rispettando il ciclo produttivo naturale delle stagioni.

Gli autori hanno voluto con il presente progetto alimentare unire i benefìci accertati della classica Dieta Mediterranea a quelli della più attuale Dieta Alcalina, non trascurando le moderne conoscenze sui nuovi metodi di cottura meno aggressivi e rispettosi delle sostanze organolettiche come la cottura sottovuoto e/o a bassa temperatura, e la cottura a raggi infrarossi lunghi.

L'impostazione del libro e le ricette, ivi contenute, sono frutto dell'esperienza di due grandi professionisti, ognuno nel proprio settore, il Dott. Rocco Palmisano (il pioniere dell'acqua alcalina in Italia nonché esperto naturopata) e lo Chef Giuseppe Palmisano, non conosciuto dal grande pubblico ma amatissimo da tutti i suoi clienti ed amici.

Con la scelta e la sequenza delle portate gli autori hanno voluto assicurare i massimi bisogni nutritivi del corpo ma senza sacrificare il piacere della tavola. Con la presenza di fotografìe, disegni e colori gli autori sperano di soddisfare anche il vostro gusto estetico.

Questo libro nasce come completamento dei precedenti libri pubblicati a cura del Dott. Rocco Palmisano sul tema dell'alcalinità; grazie ad esso sarà possibile, anche per i meno esperti e appassionati di cucina, attuare un'alimentazione sana e gustosa ma rispettosa dei bisogni fisiologici e sarà possibile godere una gioiosa e sana lunga vita.

Introduzione

L'intento di questo libro non è quello di creare ulteriore confusione nel settore dell'alimentazione ma di essere un solido riferimento applicativo sul tema dell'alimentazione alcalina.

Dico applicativo perché molte ricette descritte nel libro faranno parte dei corsi di cucina alcalina che saranno organizzati sul territorio nazionale da Centro Studi S.A.P.I.O. (Sapere Autonomo e Pubblicazioni d'Interesse Olistico).

Imparare da autodidatta presenta delle grosse difficoltà e perdita di tempo.
L'assistenza di un maestro ci fa guadagnare tempo e risparmiare denaro.

Ricordate le difficoltà nel comprendere la matematica o le materie scientifiche quando facevate delle assenze a scuola? I libri sono importanti ma la comunicazione diretta dell'insegnante è fondamentale per la corretta comprensione degli argomenti.

Vi garantisco per esperienza che l'esecuzione di una ricetta letta è totalmente differente da quella spiegata dal vivo, soprattutto se chi la spiega è un esperto appassionato di cucina salutistica. Ebbene, consapevole di quanto appena detto, sarò a vostra disposizione per insegnarvi dal vivo le nozioni fondamentali per una cucina salutistica ma anche alcune tecniche utilizzate dai migliori professionisti per la realizzazione dei vostri menu alcalini salutistici.

In linea di principio le ragioni esposte da mio padre, Dott. Palmisano, nella prima parte del libro sono sacrosante ma nella pratica è necessario un compromesso tra le esigenze fisiologiche e le nostre abitudini di vita, almeno inizialmente.

Personalmente, dopo aver sperimentato i cambiamenti dietetici proposti da mio padre da quando ero un ragazzino di 14 anni, nonostante gli evidenti benefici ottenuti, ancora non sono un perfetto praticante dell'alimentazione morfofisiologica. Ma sono consapevole della relazione che intercorre tra una sana alimentazione e la salute.

Ci sono due tipi di lettori sulla tematica che stiamo trattando. Il primo è colui che legge, apprende e applica in modo personalizzato mentre il secondo tipo è colui che ha bisogno di essere guidato nell'applicazione mano nella mano perché teme di sbagliare. Ebbene, noi vogliamo dare degli spunti innovativi al primo tipo di lettore ma soprattutto essere da guida a tutti quei lettori timorosi o pigri nel cambiare il proprio insalubre modo di alimentarsi.

L'impostazione delle ricette rispecchierà la necessità quotidiana di variare il più possibile le portate seguendo la disponibilità stagionale di frutta, ortaggi e verdure.

Abbiamo scelto ricette facili da eseguire e nello stesso tempo gustose ma, soprattutto, alcalinizzanti.

Nella realizzazione di alcuni condimenti abbiamo fatto ricorso ad ingredienti che, pur non facendo parte della tradizione mediterranea, sono ormai da tempo di consumo corrente nella nostra tradizione culinaria. Allo stesso modo abbiamo inserito dei frutti non specifici del bacino mediterraneo ma ormai di uso comune.

Vi auguro che possiate ottenere con le nostre ricette il massimo del piacere allontanandovi dai consueti cibi malsani. Anche la ricerca scientifica è arrivata alla conclusione che il cibo eccessivo ed acidificante è la causa primaria di molte patologie croniche degenerative.

Pertanto, godetevi con l'aiuto di Dio, che noi autori ringraziamo per averci illuminato ed aiutato a scrivere questo libro, la vita ma senza farvi del male tramite la vostra stessa gola.

Spesso acquistati insieme

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.