L’ “Insalata miracolosa” di Sisto V

di Fabio Scatolini

Un Papa, duro e severo. Un giovane avvocato malato e sul lastrico. Un dottore che curava entrambi. Una storia, una delle tante storie, che fa parte dei proverbi e delle chiacchiere di Roma. Una storia attuale come non mai: i soldi guariscono tutti i mali.

A Roma con l’insalata si guarisce! Si dice che un Papa, mandò un cesto di insalata ad un malato e questo guarì, dai suoi mali. A Roma questo fatto è diventato un detto e si sa, i detti sono voce di popolo e il popolo è la voce di Dio. Sotto sotto, un fondamento di verità forse c’è.

Correva l’anno 1585, i personaggi di questa storia sono tre. Un medico, un giovane avvocato e l’appena eletto Papa, cardinal Felice Peretti, al secolo Sisto V. Sisto V fu uno dei papi più energici, le sue prime preoccupazioni da pontefice furono quelle di emanare dure disposizioni per impedire e togliere abusi e reprimere il brigantaggio. Frenare la prepotenza degli aristocratici e dei feudatari. Tanto era severo che fece fare gli straordinari anche al boia.

L’avvocato era un giovane avvocato, romano, che aveva stretto una forte amicizia con Sisto V, quando questi era solo un frate. I loro fraterni rapporti durarono per lunghi anni. Non si interruppero nemmeno quando il Peretti fu nominato commissario a Bologna, inquisitore a Venezia e poi cardinale. Solo quando divenne Papa, il legame di amicizia fra i due si interruppe. Nel frattempo, l’avvocato, a causa di varie disavventure familiari e tanti problemi di portafoglio, si era ridotto in miseria. Tanto era forte dispiacere che si era anche gravemente ammalato.

E qui entra in scena il medico. Sorte voleva che un dottore aveva in cura sia l’avvocato, che il Pontefice. E proprio mentre prestava le cure all’avvocato, confidenzialmente, venne a sapere dell’amicizia che aveva con il Papa. Conoscendo le disgrazie finanziarie dell’avvocato, conoscendo il Papa e sapendo della vecchia amicizia tra i due nella mente del medico prese posto un’idea.

Un giorno recatosi dal Papa, prese il discorso dosando con abilità le parole e gli raccontò dell’avvocato.  Gli ricordò della loro amicizia e gli disse delle disgrazie e della malattia, sottolineando che era economicamente sul lastrico. Sisto V non disse nulla. Il giorno seguente, incontrando nuovamente il medico, il pontefice entrò subito in argomento, Ieri mi avete parlato di quell’avvocato che voi curate da qualche giorno e che mi dite ammalato non poco… Desiderando che torni presto in salute, gli ho mandato un’insalata, e vedrete che lo guarirà. Allibito il medico disse, “Santità, come può una semplice insalata, far guarire il malato? Se con essa guarisce, sarà un miracolo che solo sua Santità poteva fare”, e usci dalle stanze vaticane.

Quando si recò a visitare l’avvocato, il medico lo trovò di buon grado. Tutto allegro e pimpante. L’opposto dei giorni precedenti. Disse quindi al dottore dell’insalata mandata da Sisto V. Il medico la volle vedere per esaminarla e gli presentò una cesta di semplice verdura, che non avrebbe potuto guarire il malato. Ma il portentoso medicamento c’era eccome se c’era. In fondo alla cesta, un fagottello pieno di zecchini d’oro aveva operato la prodigiosa guarigione.

Questo episodio, alimentò le dicerie popolari, tanto che quando una persona aveva bisogno di aiuto, specialmente economico si ripeteva: “Ci vorrebbe l’insalata di Sisto V”. Oggi forse si direbbe, ci vorrebbe un bel sei al superenalotto. Mode e tempi cambiano, ma come si dice a Roma “gnisuno è sazio de la su’ fortuna”.

Articolo di Fabio Scatolini

Fonte: http://stampacritica.org/2019/03/31/linsalata-miracolosa-sisto-v/

QUANDO ACCADE L'IMPOSSIBILE
Avventure in realtà non ordinarie
di Stanislav Grof

Quando Accade l'Impossibile

Avventure in realtà non ordinarie

di Stanislav Grof

Arrivato al culmine della sua carriera, Stanislav Grod, importante teorico della psicologia trans-personale, noto per il suo uso spregiudicato e innovativo delle sostanze psichedeliche in terapia e per aver messo a punto la tecnica della respirazione olotropica, presenta qui la sua autobiografia.

Non si limita a raccontare le avventurose peripezie della sua vita, ma attinge al patrimonio di esperienze dei suoi pazienti per stimolare nel suo lettore domande inquietanti e rivelatrici: possono i sogni predire il futuro? È possibile rivivere le esperienze della vita uterina? Può il pensiero trasmettersi in modi diversi dalla parola e dalla lettura?

"Lo stato di coscienza in cui viviamo abitualmente ci mette in contatto soltanto con una piccola frazione di ciò che siamo"

Possono i sogni predire il futuro? È possibile rivivere le esperienze della vita uterina? Può il pensiero trasmettersi in modi diversi dalla parola e dalla lettura? Per rispondere a queste domande, Stanislav Grof ricorre ai sorprendenti ricordi più intimi della sua vita ma anche alle esperienze dei suoi pazienti.

Stanislav Grof è uno dei più importanti innovatori terapeuti degli ultimi quarant'anni, celebre in tutto il mondo, oltre che "padre" della respirazione olotropica (alla base di molte pratiche curative tra cui il rebirthing).

Ma il racconto di queste "strane e sorprendenti coincidenze" di tipo telepatico e predittivo diventa alla fine un innesco per il grande terapeuta ed esploratore spirituale per raccontare i suoi "incontri con uomini straordinari". Ed ecco in magica sequenza apparire figure quali Joseph Campbell - il grande storico delle mitologie e creatore del "concept" di Guerre stellari - o il leggendario fondatore del Siddha yoga, Nityananda (ultimo erede del tantrismo shivaista), l'antropologo Michael Harner, il presidente della repubblica ceca Havel o l'anziano sciamano, dall'incredibile personalità, della tribù india degli Huichol.

E poi ancora storie verificate di reincarnazioni, viaggi psichici nella cultura azteca ed egizia e i miracolosi interventi di Sai Baba. Un libro straordinario, e bello, per raccontare cose veramente fuori dall'ordinario.

...

Un commento

  1. bellissima storia, mi ha fatto venir voglia di investigare su sisto v, visto che fu inquisitore a venezia!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *