Italia: -25% Vino, -11% Olio

Un’annata da dimenticare sconvolta da un clima impazzito.

Dimezzato il miele negli alveari, addio a una bottiglia di vino .su quattro e calo dell’11% della produzione di olio di oliva, rispetto alla media dell’ultimo decennio, ma crolla del 23% anche il raccolto di mele, mentre funghi e tartufi sono praticamente introvabili nei boschi, per effetto del clima impazzito che ha colpito tutti i simboli dell’autunno italiano.

È quanto emerge dall’analisi della Coldiretti in occasione dell’11 novembre, che con la “Giornata del ringraziamento” chiude tradizionalmente il bilancio dall’annata agraria, che quest’anno è stata sconvolta dalle diffuse gelate primaverili, a cui ha fatto seguito il caldo e la siccità per la mancanza di acqua, e poi i violenti temporali, il tutto con pesanti effetti sulla spesa degli italiani.

La riduzione dei raccolti nazionali non comporta solo danni economici per gli agricoltori, ma anche il rischio per i consumatori che prodotti di importazione spacciati per italiani, finiscano nel carrello della spesa. La Coldiretti raccomanda di fare attenzione alle etichette, valutando l’origine dei prodotti, consiglia inoltre, ove possibile, gli acquisti diretti dagli agricoltori, soprattutto per prodotti facilmente conservabili in casa, come olio, vino e miele, e chiede alle istituzioni preposte di incrementare i controlli per prevenire eventuali frodi.

Fonte: http://www.ilnord.it/i-6985_ITALIA_25_VINO_11_OLIO

Libri e varie...

La Rivoluzione del Filo di Paglia

Un'introduzione all'agricoltura naturale

di Masanobu Fukuoka

LA RIVOLUZIONE DEL FILO DI PAGLIA
Un'introduzione all'agricoltura naturale
di Masanobu Fukuoka

Il famosissimo libro di Fukuoka,
  sull'agricoltura naturale. 
 Questo libro rappresenta un punto di svolta per riavvicinarsi con occhi fiduciosi e non distruttivi alla creazione.
 Quando Fukuoka parla di quella che chiama l'agricoltura del "non fare", potrebbe venire in mente Matteo 6,26: "Seguite con lo sguardo questi esseri che volano nel cielo: non fanno né semina, né mietitura, né hanno granai per ammassarvi qualcosa.
 È vostro Padre, quello celeste, che pensa a nutrirli".
 Gli esseri umani lavorano al meglio quando lo fanno per il bene della gente piuttosto che per una "maggiore produzione".
 Un'agricoltura completa nutre l'intera persona, corpo e anima. Non si vive di solo pane....

Ecologia del Diritto

Scienza, politica, beni comuni

di Ugo Mattei, Fritjof Capra

ECOLOGIA DEL DIRITTO - LIBRO
Scienza, politica, beni comuni
di Ugo Mattei, Fritjof Capra

Secondo Fritjof Capra e Ugo Mattei, le crisi ambientali, economiche e sociali del nostro tempo sono imputabili a un sistema giuridico basato su una concezione del mondo obsoleta.
Capra, intellettuale di fama internazionale, fisico e teorico dei sistemi, e Mattei, eminente studioso del diritto, spiegano come, facendo propri alcuni concetti della scienza moderna, il diritto può divenire parte integrante dello sforzo di miglioramento del mondo, anziché strumento di accelerazione della sua distruzione.
Questo libro ripercorre per la prima volta l’affascinante storia parallela del diritto e della scienza dall’antichità ai tempi moderni e mostra come le due discipline si siano sempre influenzate a vicenda, fino ai tempi recenti.
Negli ultimi decenni, la scienza ha cambiato prospettiva e non considera più il mondo come una sorta di macchina cosmica, comprensibile in ogni suo dettaglio, bensì come un sistema, una vasta rete di comunità fluide, di cui studia le interazioni dinamiche.
SIl concetto di ecologia esemplifica questa impostazione. Il diritto, invece, è intrappolato nel vecchio paradigma meccanicistico: il mondo è semplicemente un insieme di parti separate, la proprietà delle quali è un diritto individuale, tutelato dallo Stato.
Gli autori delineano i concetti e le strutture di base di un ordinamento giuridico coerente con i principi ecologici che sostengono la vita sul pianeta. È una revisione profonda dei fondamenti stessi del sistema giuridico occidentale, una sorta di rivoluzione copernicana del diritto, con forti implicazioni per il futuro del nostro pianeta....

Il Mondo di Cristallo

La Terra, l'uomo, la crisi ambientale

di Gabriele Bertacchini

IL MONDO DI CRISTALLO - LIBRO
La Terra, l'uomo, la crisi ambientale
di Gabriele Bertacchini

I problemi ambientali che affliggono il pianeta sono sotto gli occhi di tutti. Come si è arrivati a questa situazione? Le cause sono profonde.
In un mondo che corre sempre più veloce, l'uomo si è distaccato dalla Terra e dalle sottili energie che ne alimentano l'esistenza, perdendo di vista quelli che sono gli impalpabili equilibri dell'Universo e le conseguenze delle singole scelte e azioni.
La vita, con tutte le sue forme silenziose, non è più al centro dei suoi pensieri ed è stata messa da parte; eppure continua a pulsare ogni giorno tutt'intorno con sorprendente meraviglia, se solo ci si ferma per un istante ad osservarla.
Nuove "leggi" inventate hanno preso il posto di quelle reali e si sono fatte strada tra le "città". Gli effetti sono come un "fumo grigio" che si solleva nel Cielo, che non sempre si riesce a vedere, ma che quando si rivela si prova ad allontanare rincorrendolo con affanno.
Le differenti problematiche ambientali vengono esaminate in una visione d'insieme, partendo dalla loro origine e matrice comune. In questo modo, la riflessione assume molteplici forme: da saggio sulla natura, a racconto filosofico, da studio sociologico a romanzo sulla vita dell'essere umano, su quello che ha sottovalutato e dimenticato, decidendo di vivere in "un mondo dalle pareti di cristallo"....

Introduzione alla Permacultura

di Bill Mollison, Reny Mia Slay

INTRODUZIONE ALLA PERMACULTURA  - LIBRO
di Bill Mollison, Reny Mia Slay

Responsabilità, ridurre i consumi, contribuire a ripristinare gli ecosistemi e mantenerli stabili nel futuro, produrre autonomamente parte del cibo che mangiamo... La Permacultura ci indica una strada di pace e cooperazione aprendo le nostre menti ad una nuova visione e a vivere un nuovo inizio ogni giorno, come ha ripetuto Mollison, "dalla porta di casa".
 La Permacultura è diventata nota in tutto il mondo grazie a questo libro: l'arte di combinare le conoscenze provenienti da discipline diverse (agricoltura naturale, climatologia, botanica, ecologia, bioarchitettura) per progettare in armonia con la natura. L'autore è Bill Mollison, il fondatore della permacultura e Premio Nobel Alternativo, conosciuto in tutto il mondo, avendo condotto conferenze e seminari. Tradotto in tutte le principali lingue, il libro ha venduto oltre 80.000 copie in tutto il mondo.
 Permacultura è la contrazione di "agricoltura permanente" (permanent agriculture)  e "cultura permanente" (permanent culture) e sta a significare che ogni cultura non può sopravvivere a lungo senza una base agricola sostenibile e un'etica per l'uso del suolo.
 La Permacultura si occupa ad un primo livello di piante, animali, edifici e infrastrutture (acqua, energia, comunicazione) tenendoli come entità separate e osservando le relazioni tra essi in una determinata area. L'obiettivo è quello di creare un sistema ecologicamente efficace ed economicamente produttivo, in grado di soddisfare le esigenze, evitando qualsiasi forma di sfruttamento e inquinamento, e quindi sostenibile nel lungo periodo. A tal fine, Permacultura sottolinea le qualità intrinseche di piante e animali unite alle caratteristiche naturali del luogo e delle infrastrutture per la creazione di sistemi in grado di sostenere sfruttando il minor terreno possibile.
 Leggendo il libro ci si rende conto di quanto la permacultura sia molto di più: in primis è un sistema di riferimento etico-filosofico non dogmatico, successivamente è un approccio pratico alla vita quotidiana assumendo alla base il concetto di prendersi le proprie responsabilità.
 Introduzione alla Permacultura, più che un semplice libro, è soprattutto una sorta di repertorio di ecologia applicata, di consigli pratici e di suggerimenti sviluppati dallo stesso autore, dopo lunghe osservazioni sul campo. Tra le pagine scoprirai come ridurre al minimo l'uso di acqua in giardino e nel frutteto sono, i segreti per il raffreddamento di un edificio per mezzo di piante adatte e correnti d'aria o suggerimenti pratici per scegliere l'orientamento di un giardino o di un edificio.
 Cosa può offrire la permacultura? Può lavorare a diversi livelli. Ai singoli può offrire un sistema di riferimento etico e pratico, che li aiuti a capire il territorio che li circonda e li guidi nei primi passi della pratica quotidiana. Per i giovani può rappresentare una porta d'accesso che li aiuti a tornare alla campagna, ed in particolare ai territori marginali dimenticati dalla struttura economico-sociale. Per i progettisti, gli architetti, i paesaggisti e gli amministratori pubblici può diventare un punto di riferimento progettuale per affrontare le difficoltà del nostro presente verso la costruzione di un futuro equilibrato e giusto. La permacultura propone loro di progettare recuperando la capacità di uno sguardo aperto verso il pianeta di oggi e quello di domani.
 La permacultura è portatrice di una cultura di pace e di cooperazione, è una ricerca di equilibri permanenti, é un invito a diventare artefici e sostenitori di un'agricoltura per cui la gestione e la distribuzione delle risorse sia equa e permanente. Prendendo spunto dai preziosi suggerimenti che offre questo libro, possiamo aprire la mente ad una nuova visione e vivere una nuova quotidianità iniziando, come ama ripetere Mollison, "dalla porta di casa".
 Cosa offre la permacultura? Per l'individuo può rappresentare un sistema di riferimento etico e pratico per guidarlo nelle prime fasi della pratica nel territorio di riferimeto. Per gli adolescenti, un gateway per tornare a una vita sostenibile, in campagna o nei luoghi ai margini del progressoPer i progettisti, architetti, architetti del paesaggio e della pubblica amministrazione un progetto chiave per le sfide del nostro tempo nella costruzione di un futuro sostenibile....

Flora Spontanea dell'Appennino Tosco-romagnolo

Atlante fotografico

di Roberto Paoletti, Antonio Zambrini

FLORA SPONTANEA DELL'APPENNINO TOSCO-ROMAGNOLO - LIBRO
Atlante fotografico
di Roberto Paoletti, Antonio Zambrini

Una pratica guida per imparare a riconoscere la Flora spontanea dell'Appennino, con fotografie.
 Tutti noi, girando per i sentieri della montagna, siamo rimasti colpiti dalla bellezza dei fiori dei prati, dei boschi, delle rupi.
 A molti è venuta spontanea la domanda quale fosse il nome, per saperne di più od anche solo per poterli descrivere, con entusiasmo, ad un amico.
 Bene, questo volume vuole essere lo strumento per dare la risposta a questo interrogativo....

Corso professionale di orto bio-intensivo - Settembre 2018

Un'opportunità per scoprire un metodo che aumenta resa e qualità dell'orto domestico

CORSO PROFESSIONALE DI ORTO BIO-INTENSIVO - SETTEMBRE 2018
Un'opportunità per scoprire un metodo che aumenta resa e qualità dell'orto domestico

Durante questo corso imparerete a curare e gestire in maniera naturale un orto professionale. Mantenendo l’aspetto economico tra gli obiettivi principali, vedrete come sostituire i fertilizzanti artificiali e gestire i parassiti in modo pacifico tramite la cura del suolo e l’utilizzo di piccoli attrezzi. Gli argomenti del corso saranno subito messi in pratica nei campi della Fattoria dell’Autosufficienza. 
 Questo modo di curare la terra si chiama “bio-intensivo”. Biologico perché rispetta la normativa e, andando molto oltre, installa un’armonia dinamica tra le piante e il suolo. Intensivo poiché il lavoro manuale favorisce le consociazioni e permette di fare crescere gli ortaggi molto vicini uno all’altro così da garantire il giusto spazio al loro sviluppo, anche perché non è possibile fare altrimenti lavorando con mezzi ingombranti quali il trattore. L’orto bio-intensivo è anche conosciuto con il nome inglese market garden.
 
Ottimizzati per rispondere alle necessità economiche del mondo moderno, le fattorie che oggi usano questo metodo producono molto di più di un’azienda convenzionale sulla stessa superficie di terra. L’orto bio-intensivo praticato da Emile trae ispirazione direttamente dalle fattorie parigine del XIX secolo e dai libri scritti ben 150 anni fa. 
Emile prende altresì spunto da agricoltori più moderni la cui passione e ingegnosità ha affinato e adattato queste tecniche all'agricoltura del XXI secolo. Emile coltiva a mano, e senza l’utilizzo di sostanze chimiche, un ampio e sano raccolto che ha il gusto e il carattere del proprio territorio.
Gli argomenti del corso saranno subito messi in pratica nei campi della Fattoria dell'Autosufficienza. Passo dopo passo trasformeremo gli orti dei corsi precedenti in orti autunnali in previsione di una produzione di verdure per la stagione fredda. Attraverso l'uso dei vari attrezzi specifici di questo metodo di coltivazione manuale, vedrete come lavorare in modo ergonomico al fine di rispettare il vostro corpo.
  Gli appuntamenti con Emile Jaquet in Fattoria  Il corso di Emile Jaquet si ripeterà nelle seguenti date con piccole variazioni a seconda del mese in cui si svolge:
 
 - Da Venerdì 23 a Domenica 25 Marzo 2018 >> CLICCA QUI PER INFO
 - Da Venerdì 8 a Domenica 10 Giugno 2018 >> CLICCA QUI PER INFO
 -  Da Venerdì 14 a Domenica 16 Settembre 2018  
 
    Argomenti trattati  
 - Posizioni di lavoro ergonomiche
 - Corso pratico con semina, trapianti, raccolta, diserbo, ecc.
 - Creazione di un bancale
 - Orto professionale ad alta produttività
 - Coltivazione senza utilizzo di sostanze chimiche
 - Come scegliere la giusta attrezzatura
 - Dalla semina alla vendita
 - Preparazione del terreno passo dopo passo
 - Come prolungare la stagione calda
 - Sovesci autunnali
   
   Programma del corso  VENERDI 14 Settembre
 
 ore 15:00 | Accoglienza partecipanti e presentazione del progetto della Fattoria. Presentazione partecipanti
 ore 19:00 - 20:30 | Cena
 ore 20:45 - 22:00 | Presentazione del market gardening/metodo bio-intensivo
   SABATO 15 Settembre

 
 ore 7:30 - 8:30 | Colazione
 ore 8:45 - 11:00 | Il suolo, un mondo vivo
 ore 11:00 - 11:15 | Pausa tè/caffè 
 ore 11:15 - 13:00 | Come preparare il suolo per la produzione degli ortaggi
 ore 13:00 - 14:30 | Pranzo
  ore 15:00 - 19:00 | Attività pratica nell'orto 
 ore 19:00 - 20:30 | Cena
 ore 20:45 - 22:00 | Come lavorare con un suolo vivo
  DOMENICA 16 Settembre

 
 ore 7:30 - 8:30 | Colazione
 ore 8:45 - 11:00 | Strategie per prolungare la stagione calda
 ore 11:00 - 11:15 | Pausa tè/caffè
 ore 11:15 - 13:00 | Come pianificare un anno di produzione
 - ore 13:00 - 14:30 | Pranzo
 - ore 14:45 - 15:15 | Introduzione al lavoro del semenzaio e posto lavaggio delle verdure
 - ore 15:15 - 16:30 | Le diverse strategie per vendere. Come approcciare il cliente
 - ore 16:30 | Chiusura corso e saluti
    La quota include  
 - Il corso di 3 giorni
 - Pause tisane e caffè
 - Pernottamento in tenda
 -  Wi-fi
 
   
   La quota non include  
 - Pernottamento in camera
 - Pasti
 - Trasferimenti
 - Quant'altro non espressamente indicato
   
   Struttura del corso  Il corso si svolgerà da Venerdì 14 a Domenica 16 Settembre 2018 presso la Fattoria dell'Autosufficienza a Paganico, Bagno di Romagna (FC).
 CORSO A NUMERO CHIUSO

  
   Pernottamento e pasti  Al centro della Fattoria dell’autosufficienza sorge l’edificio storico Caselle di Paganico, ristrutturare e adibito a Bio-Agriturismo.
 Con il termine BIO intendiamo BIOLOGICO E BIOEDILIZIA, infatti tutto quello che trovi in agriturismo segue i criteri dell’ecologia. L’edificio è stato costruito con materiali naturali (roccia, calce, terra, canapa, legno), gli arredi e il pavimento sono in legno oli naturali e vernici ecologiche, la biancheria da letto e le coperte sono in cotone e lana certificata bio, i saponi e detersivi sono eco-compatibili e naturalmente tutto ciò che offre la cucina è biologico, a km0 e prevalentemente vegetale & integrale.
La Fattoria dell'Autosufficienza dispone delle seguenti camere:
 
 - MONOLOCALE LUNA (adatto per 2 persone): € 90,00 a camera | colazione non inclusa
 - LETTO IN CAMERATA BOSCO (6 letti totali): € 35,00 a persona | colazione inclusa
 - CAMERA SULL'ALBERO (matrimoniale): € 90,00 a camera | colazione inclusa
 - CAMERA MONTE COMERO (matrimoniale): € 90,00 a camera | colazione inclusa
 - Extra Bed: € 10,00
  
EXTRA:
 
 - Pasto singolo: € 15,00
 - Pasto singolo bambini: fino a 8 anni € 7,50
 - Colazione: € 5,00
 - Pensione Completa: € 30,00
  Per info sul pernottamento e pasti, scrivi a info@autosufficienza.it o chiama lo 0543 918302
 Sito web: La Fattoria dell'Autosufficienza
 

  
 ALTRE STRUTTURE NELLE VICINANZE
 
 -  Agriturismo B&B Casenuove:
Cellulare: 349 139 6595
E-mail: patriziasampaoli@gmail.com
 
 -  Agriturismo B&B Terrazza sul Parco:
Sito: Terrazzasulparco.it 
  
 - Hotel & Ristorante Bologna
Sito: Hotelristorantebologna.it
  
 
   Bambini e ragazzi  
 I bambini fino a 10 anni non pagano la quota. Dai 10 ai 18 anni sconto 50% (inviare un'e-mail a eventi@macrolibrarsi.it).
 I bambini da 2 a 10 anni pagano i pasti con il 50% di sconto.
 Ai fini logistici e organizzativi è necessario comunicare la presenza di bambini specificandone l'età (inviare un'e-mail a eventi@macrolibrarsi.it).
    Cani e altri animali  Il centro della Fattoria è recintato e scorrazzano liberamente galline, oche, tacchini, gatti, 2 cani maremmani maschi, ecc. 
 I vostri animali domestici sono benvenuti, è importante però che siano ben ammaestrati e non disturbino la quiete della Fattoria.
  
   Come raggiungere la Fattoria  Mappa Google
 Coordinate GPS: 43°51'38.4"N 11°56'54.2"E
In Macchina:
 1. Uscita E45 (Ravenna-Orte) San Piero in Bagno, svoltare a sinistra (Via Monte Granelli/SP138 verso SP26). Proseguire verso il centro di San Piero in Bagno (direzione Bagno di Romagna).
2. Girare a destra in Via Antonio Gramsci, all’indicazione Paganico. Sulla destra si trova il gommista, appena prima del BAR-Albergo Turismo.
3. Proseguire per altri 500m fino al superamento di un ponte, girare a destra all’incrocio con via Giuseppe Verdi seguendo l’indicazione Paganico e salendo su per la montagna.
4. Proseguire per circa 3,5 km su questa strada, attraversando subito un secondo piccolo ponte (la strada è sempre asfaltata fino dopo la Fattoria, non deviate su strade bianche/sterrate).
5. Dopo i 3,5 km di salita, all’unico bivio con 2 strade asfaltate che troverete lungo la strada, svoltare a sinistra anche se le indicazioni Rio Salso indicano a destra.
6. Dopo circa 200 metri sulla destra, troverete il cancello della fattoria con apposito cartello di benvenuto.
Con il navigatore satellitare:
La maggior parte dei navigatori satellitari permettono nella località di inserire PAGANICO (comune di Bagno di Romagna).
Sarà sufficiente inserire la località senza alcuna via e 50 mt prima dell’arrivo sulla destra troverete il cartello Fattoria dell’Autosufficienza.
Nel caso il vostro navigatore non riconosca la località inserite come destinazione SAN PIERO IN BAGNO e una volta arrivati seguite le indicazioni sopra oppure inserite le coordinate GPS sopraindicate.
 Mezzi Pubblici: Treno + Bus:
La fattoria si trova a Paganico, a 3.5 km dal paese di San Piero in Bagno (FC).
 Non ci sono mezzi pubblici che percorrono la strada da San Piero in Bagno a Paganico (circa 3.5 km in salita), è però possibile chiederci un passaggio dal paese fino alla Fattoria inviando un'e-mail a info@autosufficienza.com. Fatecelo sapere in anticipo e cercheremo di organizzarci per “venirvi incontro”.
 Percorso: STAZIONE di CESENA -> CESENA PUNTO BUS -> bus 138 per Balze -> Fermata San Piero/AGIP
 TRENO: arrivo alla STAZIONE DI CESENA
BUS: usciti dalla STAZIONE DI CESENA si attraversa la strada e ci si trova al CESENA PUNTO BUS.
 
 Chiedere della Linea 138 Cesena – Balze oppure per BAGNO DI ROMAGNA
  Scendere alla fermata San Piero in Bagno, preferibilmente al distributore AGIP
 
  CLICCA QUI per orari e percorso 
 LINEA ROMA-RAVENNA
Esiste anche una compagnia interregionale che fa il percorso Roma - Ravenna 2 volte al giorno. Per maggiori info visita il sito Sulga.eu
  
 Vi aspettiamo con entusiasmo! 

  ...
ALLE RADICI DELL'AGRICOLTURA  - LIBRO
Un metodo naturale tra problemi economici ed ecologici (Quaderni d'ontignano)
di Cristina Sala, Gigi Manenti

La natura spontanea è molto più rigogliosa rispetto a quella degli ambienti coltivati.
 E' da questa considerazione che gli autori hanno sviluppato un metodo di coltivazione di frutta e ortaggi che usa ciò che avviene spontaneamente negli ambienti naturali per ottenere un prodotto dalla qualità elevata e con un forte risparmio energetico.
 Se osserviamo un ambiente naturale, come un bo­sco o una foresta, la vegetazione spontanea ci ap­parirà più rigogliosa di quella dei campi coltivati.
  L'azienda agricola Manenti, sulle colline biellesi, con le sue coltivazioni riproduce nei terreni i pro­cessi che avvengono spontaneamente negli am­bienti naturali, attenendosi fedelmente a principi come la non concimazione e lo sviluppo della bio­diversità microbiologica del suolo.
 Ispirati dall'esperienza di Masanobu Fukuoka (La rivolutone del filo di paglia, Libreria Editrice Fioren­tina, Firenze 1980) e di Giovanni Putzolu, Gigi Manenti e Cristina Sala confermano i risultati di queste coltivazioni con buone rese dei raccolti, un grosso risparmio nei costi e una qualità dei pro­dotti molto speciale....

Alle Radici dell'Agricoltura

Un metodo naturale tra problemi economici ed ecologici (Quaderni d'ontignano)

di Cristina Sala, Gigi Manenti

La natura spontanea è molto più rigogliosa rispetto a quella degli ambienti coltivati.

E' da questa considerazione che gli autori hanno sviluppato un metodo di coltivazione di frutta e ortaggi che usa ciò che avviene spontaneamente negli ambienti naturali per ottenere un prodotto dalla qualità elevata e con un forte risparmio energetico.

Se osserviamo un ambiente naturale, come un bo­sco o una foresta, la vegetazione spontanea ci ap­parirà più rigogliosa di quella dei campi coltivati.

L'azienda agricola Manenti, sulle colline biellesi, con le sue coltivazioni riproduce nei terreni i pro­cessi che avvengono spontaneamente negli am­bienti naturali, attenendosi fedelmente a principi come la non concimazione e lo sviluppo della bio­diversità microbiologica del suolo.

Ispirati dall'esperienza di Masanobu Fukuoka (La rivolutone del filo di paglia, Libreria Editrice Fioren­tina, Firenze 1980) e di Giovanni Putzolu, Gigi Manenti e Cristina Sala confermano i risultati di queste coltivazioni con buone rese dei raccolti, un grosso risparmio nei costi e una qualità dei pro­dotti molto speciale.

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*