In Vaticano regna un vero e proprio clima di paura

Dove sta andando la Chiesa cattolica? una parte di quella visibile rischia di subire una ‘mutazione genetica’ o questa è già avvenuta nostro malgrado e ne stiamo vedendo gli effetti?

Vaticano

Vaticano


Riportiamo di seguito alcuni stralci da LifeSiteNews, riguardanti le impressioni di alcuni vaticanisti statunitensi in visita al Vaticano.

Three amigos in RomeLa nostra recente visita a Roma (novembre 2016) è stata la più drammatica fra i numerosi viaggi di lavoro, fatti nel corso degli ultimi 10 anni. Dopo l’incontro con cardinali, vescovi e altri: ad esempio personale delle agenzie e dei Dicasteri Vaticani, John-Henry Westen, il nostro nuovo inviato da Roma, Jan Bentz, e io stesso [Steve Jalsevac – ndT], abbiamo visto un livello costante di ansia diffusa e di paura, molto percepibile tra i servitori fedeli della Chiesa e mai riscontrato in precedenza.

Molti hanno paura di essere rimossi dalle loro posizioni, licenziati dai loro posti di lavoro nelle agenzie del Vaticano o di incorrere in severi rimproveri pubblici o privati e accuse personali da parte di coloro che attorniano il papa o anche dallo stesso Francesco”.

“[…] Tutte le università cattoliche di Roma sono controllate attraverso lezioni dei professori selezionati, per garantire che siano in linea con una libera interpretazione di Amoris Laetitia. I chierici sono segnalati ai superiori se sono uditi esprimere preoccupazioni su Papa Francesco. Molti hanno paura di parlare apertamente, anche se in passato erano sempre molto disponibili. Giornalisti del Vaticano ci hanno detto che sono stati avvertiti più volte di non riferire nulla sui dubia”.

Libri e varie...

“Ho ascoltato rapporti secondo cui il Vaticano appare come uno Stato che sta subendo un’occupazione. Alcune fonti con cui ho parlato temono che le comunicazioni con i funzionari del Vaticano siano state controllate; alcuni hanno anche riferito anomalie sospette nelle loro conversazioni telefoniche in cui, dopo una chiamata caduta, l’audio degli ultimi momenti della loro conversazione ha suonato più e più volte su un loop, come se si stesse ascoltando una registrazione. Alcune persone che lavorano all’interno del Vaticano, consigliano ai propri contatti di fare tutte le operazioni dall’esterno e di non condividere informazioni sensibili via e-mail o tramite i loro telefoni cellulari in Vaticano”.

“[…] Dobbiamo chiederci dove stia portando tutto questo. E’ profondamente, profondamente preoccupante. La frase comune ricorrente, in quella settimana a Roma, ascoltata più volte, è che: c’è una “guerra” in corso nella Chiesa – una guerra dello “spirito del Vaticano II”- cattolici progressisti contro ortodossi. Una persona dopo l’altra ha incredibilmente usato questa espresione. Non ho mai sperimentato nulla di simile nella mia vita”.

Tratto da LifeSiteNews:  https://www.lifesitenews.com/blogs/climate-of-fear-in-the-vatican-is-very-real

Fonte e Traduzione: http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2016/12/in-vaticano-regna-un-vero-e-proprio.html

Papa Francesco

Papa Francesco

Libri e varie...
NON È FRANCESCO
La Chiesa nella Grande Tempesta
di Antonio Socci

Non È Francesco

La Chiesa nella Grande Tempesta

di Antonio Socci

Mentre la Chiesa vive un periodo storico drammatico, di crisi interna e di violento attacco ai cattolici nel mondo, in Vaticano continua un'inedita "convivenza di due Papi" su cui nessuno ha avuto ancora il coraggio di riflettere.

Lo fa, in questo libro, Antonio Socci, chiedendosi quali sono i motivi tuttora sconosciuti della storica rinuncia di Benedetto XVI e se si tratta di vera rinuncia al Papato, dato che i canonisti cominciano a sollevare gravi dubbi. Domande che adesso s'intrecciano con quelle relative al Conclave del 13 marzo 2013 che, secondo la clamorosa ricostruzione dell'autore, si sarebbe svolto in violazione di alcune norme della Costituzione apostolica Universi Dominici Gregis, cosa che automaticamente rende nulla e invalida l'elezione stessa del cardinale Jorge Mario Bergoglio.

L'interrogativo su chi è il vero Papa (ovvero se c'è bisogno di un nuovo Conclave) irrompe in un momento in cui nella Chiesa si stanno verificando fratture drammatiche e si annunciano eventi clamorosi. Chi può tenere il timone?

Era piaciuto a tanti l'esordio di Francesco. Sembrava un ritorno alla semplicità evangelica. Purtroppo oggi i fedeli delusi sono moltissimi. Ci si aspettava una ventata di rigore morale nei confronti della "sporcizia" (anche del ceto ecclesiastico) denunciata e combattuta da Ratzinger. Ma come va interpretato il segnale dato dal nuovo Pontificato al mondo, di lassismo e di resa sui principi morali? E l'arrendevolezza nei confronti di ideologie e forze anticristiane, anche persecutrici? E le traumatiche rotture con la tradizione della Chiesa?

Molti fatti soprannaturali, dalle apparizioni di Fatima alla visione di Leone XIII, alle profezie della beata Anna Caterina Emmerich sull'epoca dei "due Papi", sembrano concentrarsi sui giorni nostri annunciando eventi catastrofici per il Papato, per la Chiesa e per il mondo. Sono ineluttabili o si può ancora imboccare un'altra strada? E con quale Papa?

...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *